|

Home >  Attualità >  2006 >  Notizia

Si è spento Giuseppe Amici

Una vita tutta dedicata alla politica. Una vita terminata questa mattina, alle 7 e 30, all’Ospedale di Stato dove era ricoverato da qualche giorno. Giuseppe Amici è stato un personaggio di primo piano nel panorama politico sammarinese.
Aveva solo 25 anni quando entrò a far parte del Consiglio Grande e Generale e vi rimase ininterrottamente per 37 anni, fino al 2001. E sempre da una sola parte, quella comunista.
Per 2 volte ha ricoperto l’incarico di Capitano Reggente nel 1979 e nel 1984. Ha avuto anche responsabilità di governo, come Deputato all’industria, dal 1986 al 1990. Attualmente era presidente di Rifondazione Comunista. Giuseppe Amici lascia la moglie e 4 figli. I funerali si terranno sabato alle 15, con partenza dall’Ospedale di Stato. La salma verà tumulata nel cimitero di Serravalle. Il primo messaggio di cordoglio arriva dal Partito dei Socialisti e dei Democratici, che lo ricorda come un esponente politico serio, impegnato in tante battaglie per la difesa dei diritti dei lavoratori e delle classi meno abbienti. La Csdl rammenta la sua lunga militanza sindacale all’interno della confederazione del lavoro, in cui ha dato un importante contributo e lo ricorda come un uomo politico di grande idealità e senso civile. Un pensiero tutto personale è quello di Alberto Mino che con Giuseppe Amici ha condiviso la gioventù, la militanza e la responsabilità politica e sindacale.
Il segretario della CDLS Marco Beccari ricorda di Amici il grande slancio e la passione ideale con cui ha speso la propria vita al fianco dei lavoratori.