|

Home >  Attualità >  2010 >  Notizia

Rimini Yacht, respinto il ricorso contro l'ordinanza dei domiciliari per cinque indagati

Rimini Yacht, respinto il ricorso contro l'ordinanza dei domiciliari per cinque indagati

Il tribunale del Riesame di Bologna ha respinto il ricorso contro l’ordinanza che aveva disposto gli arresti domiciliari per cinque degli indagati. “Aspetteremo le motivazioni e poi ricorreremo in Cassazione - hanno spiegato i difensori rispettivamente del tenente colonnello della Guardia di Finanza, Massimiliano Parpiglia, e del maresciallo, Felice Curcio - avevamo chiesto la revoca della misura, perché non c’è la possibilità di inquinamento probatorio e non ci sono esigenze cautelari”. Nessun commento invece dalla difesa del tenente colonnello Enzo Digiovanni, 45 anni. L’altro maresciallo indagato è Luigi Giannetti. I quattro finanzieri sono accusati di aver ricevuto denaro in cambio di una verifica fiscale “addomesticata”. Respinto anche il ricorso presentato da uno degli amministratori della società, Alberto Carati.