|

Home >  Attualità >  2012 >  Notizia

2012 parte terza: un anno di notizie

2012 parte terza: un anno di notizie
Ultima parte del nostro diario del 2012. I fatti che hanno caratterizzato la vita del Paese negli ultimi 4 mesi

L'autunno sammarinese si apre con il terremoto politico causato dalla relazione conclusiva della commissione antimafia. Dal Consiglio il compito di indagare i legami fra politica e organizzazioni criminali nell'ambito della vicenda Fincapital. Chiamati in causa diversi esponenti politici, la relazione conclude con la stigmatizzazione dei soli consiglieri Gatti e Stolfi che non si candideranno alle elezioni di novembre. Gli atti passano alla magistratura.
E' il primo novembre quando muore a 84 anni Gae Aulenti, la Signora dell'Architettura, fama mondiale, cara a San Marino per il restauro, negli anni '90 di Palazzo Pubblico.
Ed è un altro lutto a segnare solo due giorni dopo la Repubblica che perde uno degli studiosi più appassionati. Muore il 3 novembre Renzo Bonelli, padre della Carta dei Diritti, la carta costituzionale sammarinese.
Novembre, un mese importante per il commercio del Titano, perché arriva la nuova SMaC Card, strumento per incentivare i consumi che accresce le sue funzioni divenendo un vero e proprio borsellino elettronico.
Resta in primo piano l'emergenza lavoro, ma si muove qualcosa sul fronte contratti, molti i rinnovi e addirittura due piattaforme per l'industria. In alternativa a quello siglato da CSU e Anis, il 20 novembre USL e OSLA ne firmano un secondo.
Ma novembre è stato soprattutto il mese della politica: l'11 le elezioni. 3 coalizioni, 3 liste: vince San Marino Bene Comune. Si conferma l'alta affluenza al voto; la novità nei 4 movimenti in gara - Civico 10 e Rete avranno 4 rappresentanti in Consiglio. Volti nuovi al giuramento del 26 novembre, ma restano fuori molti big della politica penalizzati dal voto. Il 6 dicembre giurano 8 segretari di stato, saranno 9 quando Teodoro Lonfernini cesserà l'incarico reggenziale.
Dicembre è cultura, Marino con la prima edizione del San Marino Film festival, per Tonino Guerra. Sul Titano attori e registi, e due dive che hanno fatto la storia del cinema italiano: madrina del festival, riceve il Premio San Marino per il Cinema la divina Sofia Loren, solare e trasgressiva, premio alla carriera per Lucia Bosè.
Nell'ultima seduta dell'anno, il Consiglio Grande e Generale approva il 21 dicembre la legge di bilancio 2013. Distanza fra maggioranza e opposizioni, ma anche molti provvedimenti condivisi. Si apre a San Marino l'era della spending review.
Cade il governo Monti in Italia, ma non si ferma l'iter di ratifica dell'accordo contro le doppie imposizioni fiscali. Con un ordine del giorno, l'esecutivo italiano si impegna comunque a far uscire San Marino dalla blak-list.
Il commiato ufficiale il 14 dicembre con l'udienza dai Capitani Reggenti e oggi, ultimo giorno dell'anno, cade anche l'ultimo giorno di incarico per l'ambasciatore d'Italia a San Marino, Giorgi Marini.

Annamaria Sirotti