|

Home >  Attualità >  2017 >  Notizia

Sul Titano un week end da battere i denti. E l'influenza raddoppia gli accessi al pronto soccorso

Ancora poche ore e poi ci ritroveremo nell'inverno più gelido degli ultimi 5 anni. Il grande freddo in arrivo dall'Est Europa, sarà accompagnato sul Titano e in Riviera, da venti molto forti. Da domani inizieranno a ruotare da Grecale e Tramontana, con raffiche fino a 80 chilometri all'ora. E questo ci farà battere ancora di più i denti. Per il giorno dell'Epifania sono previsti 7 gradi sotto zero. Sabato la temperatura scenderà a meno 9. La ventilazione acutizzerà la sensazione di freddo di altri 5 gradi, per cui il nostro corpo registrerà nel week end – 14 gradi. Il sole sarà comunque protagonista anche se non riuscirà a scaldarci. La possibilità di neve è molto bassa sebbene, con queste temperature, ogni precipitazione sarà a carattere nevoso. Ci si fa coraggio ricordando che il freddo rappresenta una bella barriera contro i batteri e rallenta la riproduzione dei microrganismi. Allo stesso tempo c'è chi replica che il freddo ci costringe a stare in luoghi chiusi, con altre persone, facilitando i contagi. Il picco dell’influenza, arrivato prima del previsto, ha costretto tanti sammarinesi a letto durante le festività di Natale. Raddoppiati gli accessi al pronto soccorso: si tratta in gran parte di persone anziani ma ci sono stati anche diversi giovani. Una decina i ricoveri dovuti alle complicazioni insorte proprio a causa dell'influenza. L'assistenza è garantita a tutti, rassicura l'Iss. In caso di necessità è già stata prevista la possibilità di attivare posti aggiuntivi in ben 3 reparti. Certo è che l'annunciata aggressività dell'influenza ha convinto più sammarinesi a vaccinarsi: sono stati 1.970 contro i 1.736 del 2015.

Sonia Tura