|

Home >  Attualità >  2017 >  Notizia

Marche Nord: metodo Osna, biopsia rapida del linfonodo sentinella

Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord
Biopsia del linfonodo sentinella in caso di carcinoma mammario direttamente in sala operatoria. Marche Nord mette in campo il metodo Osna che consente diagnosi veloce e un unico intervento chirurgico per le pazienti

Il grande killer delle donne è il tumore alla mammella
Secondo i dati diffusi dalla Lega Italiana della Lotta contro i Tumori (Lilt), la neoplasia è aumentata del 30% tra le giovani donne fino a 50 anni di età. 
L’aumento dell'incidenza del tumore al seno, nell'ultimo quinquennio, è stata pari al 15% e, secondo una stima, nel 2017 i casi di cancro alla mammella saranno oltre 50mila; di questi oltre 5mila si potranno registrare nelle regioni meridionali, in primis Puglia e Basilicata. 
L’azienda Ospedali Riuniti Marche Nord, che serve la provincia di Pesaro e Urbino, con il metodo Osna (One Step Nucleic Acid Amplification)  in 30 minuti formula la diagnosi definitiva mentre la paziente è in sala operatoria. Si analizza il linfonodo sentinella. La procedura OSNA ha una sensibilità del 95.3% e una specificità del 94%-97% rispetto alla procedura classica istologica. 
Dal 1° gennaio al 17 febbraio 2017 sono stati eseguiti 81 interventi chirurgici rispetto ai 34 del 2016.
Scatto in avanti anche per Ecografie e Mammografie con un incremento annuo di circa 1.200 prestazioni. 
Nel video l'intervista a Cesare Magalotti, Direttore Senologia Marche Nord.

VA