|

Home >  Attualità >  2017 >  Notizia

Buon Anno (magari evitando Kim o' Chiattone). Gli auguri del Dg Carlo Romeo

Fuochi artificiali

Napule e mille culure, canta a bassa voce da dovunque sia ora Pino Daniele. Ma Napoli è anche genio, fantasia, senso della realtà, tragica commedia dove Pulcinella è ormai molto più italiano che napoletano.
Tutto questo esplode – è proprio il caso di dirlo – a Napoli quando ci si prepara alla fine dell'anno e da sempre notte di fine inizio anno è notte di luci e esplosioni, capolavori dell'ingegno umano perchè questo sono i fuochi artificiali. Da sempre è così, come da sempre ogni anno, attesissimo, esce il nuovo fuoco potentissimo, ricercato sia da una clientela esigente quanto incosciente che dalle forze dell'ordine. Questo divo dell'esplosione prende il nome dal pericolo numero uno del momento. Qualche anno fa il bombone di turno si chiamava Bin Laden e era consideratissimo per la sua capacità esplosiva, costata peraltro agli utenti occhi, mani e varie altre parti della anatomia umana.
Quest'anno il bombone 2018, rigorosamente proibito alla vendita e pertanto reperibile con una certa facilità non solo a Napoli, è dedicato al Presidente della Corea del Nord il cui nome risulta impronunciabile persino per la propria madre. Così Napoli che non si perde d'animo davanti a problemi del genere lo ha ribattezzato Kim O' Chiattone che sarebbe poi come dire in italiano Kim Il Ciccione oppure da queste parti Kim Il Panzon che a ben vedere suona pure meglio dell'originale. Così Napoli liquida con un botto e una risata il Chiattone, gli armamenti nucleari e la paura, che se è prudenza va bene ma se è fuga invece fa solo danno.
Per vedere dei fuochi, però, San Marino non ha da imparare nulla da nessuno. Anche il Titano sarà illuminato a mezzanotte da una serie di luci e di suoni che somigliano molto a una sinfonia orchestrata da un mago che usa i suoi poteri. Stanotte gli auguri vanno fatti guardando quei fuochi.
Auguri per un sereno 2018, sereno per quanto è possibile ovviamente. Auguri a tutti dunque e per tutti agli Eccellentissimi Capitani Reggenti che rappresentano la Serenissima Repubblica. E' una Reggenza, doveroso dirlo, che sa essere autorevole ma sempre sorridendo, con il coraggio e l'impegno necessario per rappresentare in questi tempi il Paese e questo è un segnale preciso, un indirizzo prezioso perchè di sorridente autorevolezza ce ne è bisogno e non solo a San Marino.
Buoni fuochi, dunque, e buon anno da parte di tutti noi di RTV.