|

Home >  Attualità >  2018 >  Notizia

A Rimini Capodanno da record: tantissima gente e sold out dei 500 hotel

Spettacolo pirotetcnico al Castel Sismondo
Stimate 500 mila persone agli eventi del riminese.

L'amministrazione comunale di Rimini traccia un bilancio molto positivo della serata e degli eventi di Capodanno: una lunga notte da tutto esaurito per un successo senza precedenti. Inoltre i dati degli operatori confermano numeri superiori anche a quelli straordinari degli ultimi due anni. Gli oltre 500 hotel aperti, tutti sold out e i ristoranti hanno lavorato a pieno regime, facendo il doppio turno.
Due le anime della festa, due le piazze straripanti per fare il pieno di emozioni davanti allo spettacolo dei fuochi d’artificio. Centro storico e Marina Centro unite in un gioco di squadra che ha offerto scenari suggestivi fra contemporaneità e arte. Una marea di gente che si è riversata prima in piazzale Fellini per cantare e ballare insieme a Nina Zilli e Daniele Silvestri.
‘Salirò’ il brano scelto dal cantautore romano per accompagnare il countdown delle migliaia di persone presenti. A mezzanotte il brindisi, e sul palco, insieme agli artisti e ai fuochi d’artificio, anche il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi che ha salutato il nuovo anno augurando “sguardi nuovi e leggerezza” e invitando il pubblico a proseguire la festa in centro storico.
E proprio il centro di Rimini è stata la grande novità del Capodanno 2018.
In Piazza Cavour il Dj set capitanato da RDS e dai dj storici del Velvet che hanno fatto ballare giovani e famiglie sullo sfondo della pista di ghiaccio illuminata a festa. Da mezzanotte e mezza la festa si è spostata in Piazza Malatesta dove alla consolle c'era dj Boosta dei Subsonica. All’1:10 in punto uno spettacolo pirotecnico ha incendiato Castel Sismondo. Un momento magico e coinvolgente. E poi lo spettacolo di luci al Ponte Tiberio, nella nuova piazza sull’acqua, con un’installazione di video mapping 3D, che ha richiamato centinaia di persone fino alle 3 di notte. Ad arricchire la performance artistica il live set degli U.R.S. Pienone anche al Complesso degli Agostiniani, fra il Teatro degli Atti con la musica del Grancaribe e la Sala Pamphili dove si ballava elettronica, con i dj set dei brand Cocoon, Dynamic, Uncage, Ricky Montanari e Classic Club Sound Crew.
Affollatissimi anche il Museo della Città e la Domus del Chirurgo, che hanno aperto le porte a migliaia di persone, giunte per ascoltare le note di Filippo Malatesta e del quartetti d’archi Eos in una location davvero suggestiva.

Clicca qui per leggere il comunicato.