|

Home >  Attualità >  2018 >  Notizia

Ucraina: il Governo di Kiev denuncia alla CEDU violazioni della Russia ai danni di prigionieri politici

Viktoria Polishchuk
La corrispondenza di Viktoria Polishchuk

La dichiarazione intergovernativa dell'Ucraina relativa ai prigionieri politici è stata inviata alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo. Descrive le violazioni ai danni di 71 ucraini condannati ingiustamente in Russia.

In un documento di 130 pagine su circa tremila di supplemento, il Governo ucraino denuncia violazioni sistematiche da parte della Federazione russa sul fronte della protezione dei diritti umani e delle libertà fondamentali, in particolare tortura e trattamenti degradanti, incapacità di fornire cure mediche adeguate e informazioni sullo stato di salute dei prigionieri. La Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha esortato il regista Oleg Sentsov a sospendere uno sciopero della fame che perdura ormai da tre mesi. Al momento, si sa solo che la sue condizioni restano critiche.

Nel Donbass nelle ultime 24 ore, i militanti hanno aperto il fuoco 36 volte contro le posizioni delle truppe ucraine, incluse due volte con armamenti pesante. Tre soldati sono rimasti feriti.

Riprese da un drone dell'OSCE colonne di camion che attraversavano il confine russo con l'Ucraina nell'area fuori dal controllo delle autorità di Kiev. Due file di otto veicoli avrebbero consegnato durante il tragitto un carico misterioso ai soldati per poi fare ritorno nel territorio della Federazione Russa.