|

Chi siamo >  L'azienda >  Bilanci >  Relazione di Bilancio al 31 dicembre 2011

Relazione di Bilancio al 31 dicembre 2011

Signori Azionisti,
il bilancio della Vostra Società, relativo all’esercizio 2011, che sottoponiamo alla Vostra approvazione, si è chiuso con una perdita di euro 367.721. Tale perdita era prevista, considerando la fase di digitalizzazione della tv in corso, che ha coinciso con il radicale cambiamento della proposta produttiva e dei mezzi di diffusione.
L’esercizio 2011 ha segnato il nuovo inizio della San Marino RTV, approdata dopo venti anni al satellite. E’ stato modificato il logo di rete, rinnovata nella grafica, l’identificativo sonoro, si è ridisegnata l’offerta. La televisione di San Marino si è impegnata in un salto definitivo verso il futuro. E’ nata SMtv SAN MARINO. In parallelo, si avviata una produzione più accurata per il digitale terrestre. Per la parte informativa, l’offerta è stata realizzata in uno studio tv appositamente progettato ed allestito per le news. Uno studio interamente illuminato con led, dotato di monitor, vidiwall, touchscreen e telecamere digitali. La precedente struttura, impostata su sette edizioni del telegiornale, di durata dai 10 ai 30 minuti, a seconda delle fasce dei tg, è stata radicalmente modificata. Si è puntato su una news-room di durata dai 45 ai 60 minuti, modulata su tre appuntamenti quotidiani, comprensiva di news, interviste-live e approfondimenti. E’ stata fissata la scansione dell’ora e 15 minuti Dunque, il primo appuntamento della news-room alle 7.15; quello di centro alle 13.15; la sera, alle 19.15. Inoltre, l’introduzione della fascia aggiornata a scorrimento, con le principali notizie in grafica, aggiornata anche nelle repliche sul satellite, ha aperto la possibilità di ulteriori edizioni. Tra le novità sostanziali, assolutamente inedite nella storia dell’emittente, l’apertura ai fatti e commenti di politica regionale, italiani ed internazionali. Nella considerazione della statualità della Repubblica, la TV pubblica di San Marino ha dilatato dunque la sua offerta informativa. Spazi al territorio circostante (Emilia Romagna, Marche), collegamenti quotidiani con la politica romana, analisi dei fatti internazionali. Potenziate le linee telefoniche e Web, lo stesso Direttore ha coordinato confronti e dibattiti sui fatti del giorno. In particolare, approfondimenti sul Medio Oriente e sui Balcani, oltre ad una rassegna dei tg internazionale. Ma si è aggiunta un’altra sfida nel corso dell’anno. Dopo circa trent’anni, un Papa avrebbe fatto visita a San Marino. Considerando l’importanza dell’evento, la Direzione Generale ha proposto che l’intera produzione della visita sarebbe stata realizzata in esclusiva da San Marino RTV. La produzione, su standard internazionali, utili alle trasmissioni RAI, EBU e del Centro di Produzione del Vaticano ha rappresentato uno sforzo significativo dei vari settori dell’emittente ed un banco di prova superato brillantemente, Dalla produzione, inoltre, è scaturita un’iniziativia editoriale “Un giorno Benedetto” un “instant-book-DVD” con sei ore di diretta. Nello stesso periodo, inoltre, dopo due anni di assenza, la San Marino RTV è tornata all’Eurovision Song Contest, con un proprio cantante ed una propria delegazione. Nell’insieme, dunque, un anno intenso che ha contemperato per la prima volta due emissioni televisive, sul DTT e sul Satellite, differenziate nell’offerta.
Resta sullo sfondo l’attesa per la ratifica da parte dell’Italia delle intese raggiunte dai due Governi il 5 marzo 2008, in materia di collaborazione radiotelevisiva, intese già ratificate dal Consiglio Grande e Generale della Repubblica di San Marino, il 4 agosto del 2008.
Sono per ora garantite le condizioni che assicurano la continuità della gestione ancora per il 2012. Infatti, come è già avvenuto per il 2008, il 2009, il 2010 ed il 2011, lo Stato Italiano ha di nuovo disposto la proroga del contributo all’emittente sammarinese, proroga valida fino alla ratifica delle intese sottoscritte il 5 marzo 2008 e comunque non oltre il 31 dicembre 2012, secondo quanto stabilito dal cosiddetto Decreto Milleproroghe.


1. L’attività televisiva

L’impegno in termini di ore di auto-produzioni per la programmazione televisiva e’ risultata fino alla data del 13 giugno, in linea con i volumi medi dei semestri precedenti, mentre a partire da quella data i volumi sono stati pressoché raddoppiati. Sono state infatti realizzate con personale e mezzi interni circa 600 ore di programmi, laddove nel solo periodo dal 13 giugno alla fine dello stesso mese sono state prodotte circa 100 ore di news; 15 ore di programmi in diretta; 8 ore di programmi registrati oltre 17 ore di eventi. Per il digitale terrestre, 100 ore di programmazione.
Le produzioni realizzate nel semestre, fino alla data del 13 giugno, trasmesse in prima diffusione e poi in replica, hanno comunque consentito di coprire sul canale terrestre un totale di circa 1.037 ore circa ore di trasmissione.

1.1 La programmazione televisiva sul canale DTT per la Repubblica di San Marino

Sino al 13 giugno, cioè sino all’avvio del canale satellitare, la griglia dei programmi sul canale DTT è rimasta sostanzialmente invariata rispetto al palinsesto autunno-inverno:

  • fino a quella data, i sette appuntamenti quotidiani dei tg (i tre notiziari del mattino più la rassegna-stampa e le tre edizioni delle 14.30, 19.30 e 23.15), sono rimasti immutati quanto a durata ed orari.
  • gli speciali e le trasmissioni di informazione politica hanno continuato gli appuntamenti di inizio stagione, con Palazzo Pubblico, quindicinale di 70 minuti sull’attualità politica con resoconti e anticipazioni sui lavori del Consiglio Grande e Generale, il giovedì alle 22.00, e Indaco, trasmissione di 90 minuti con approfondimenti sull’attualità politica e di costume, in onda con cadenza settimanale il martedì alle 21.30;
  • le telecronache e le rubriche sportive sono continuate sino alla fine dei campionati;
  • sono stati realizzati programmi di approfondimento su fatti di varia natura, accaduti in Repubblica ed a livello internazionale, come gli speciali: “Per non dimenticare quei giorni a San Marino (in occasione della Shoah)”, “150 anni. La Storia che unisce”, “William e Kate”, in occasione delle nozze del principe inglese, etc , ma soprattutto le trasmissioni dedicate alla visita di Papa Benedetto XVI a San Marino, le due dirette per un totale di 7 ore e 15 minuti ed i sei speciali di anticipazione.

    Con l’inizio della programmazione sul satellite, invece, oltre al cambiamento intervenuto nei contenuti, nelle durate e nelle collocazioni orarie delle news, sono state diffuse tre nuove produzioni sul canale satellitare e anche sul digitale terrestre:
    - una nuova edizione di “Terrazza Kursaal” , il contenitore pensato ed organizzato per dare visibilità agli eventi di San Marino e delle limitrofe regioni italiane, ma anche con storie, temi e protagonisti di interesse più vasto, tra talk, servizi e musica, in onda tutti i giorni, dal lunedì al venerdì. nella versione estiva alle ore 11, in quella autunnale alle ore 15.00;
    - “Carte scoperte”, un format - intervista settimanale di 60 minuti, diviso in due parti, dove nella prima viene privilegiato il confronto, nella seconda il ritratto, giocando sulla sorpresa delle carte che saranno scoperte dagli ospiti;
    - “Coriandoli”, programma di attualità in pillole di durata variabile a partire da 3 minuti, distribuiti nel palinsesto e realizzati dal montaggio dei contributi dell’Eurovisione su scienza, spazio, tecnologia, arte e cultura, costume e società, natura, musica, ecc.
    L’impegno di servizio si è ritrovato negli appuntamenti di carattere istituzionale come la Cerimonia di investitura degli Eccellentissimi Capitani Reggenti, nella trasmissione in diretta di almeno tre ore e nella copertura televisiva in occasione del Referendum tenutosi in Repubblica il 27 marzo, con la realizzazione di tribune, rubriche, speciali e diretta finale sui risultati. Riconfermato, fino al 13 giugno, il TG Comunità, notiziario di aggiornamento sull’attività delle comunità sammarinesi all’estero in onda a cadenza mensile l’ultimo sabato di ogni mese alle ore 19.00. Rivolgendo uno sguardo anche alle limitrofe regioni italiane, sono state dedicate diverse trasmissioni alle Elezioni Amministrative.
    La programmazione sportiva è proseguita con gli appuntamenti in palinsesto: “Domenica sport”, ogni domenica alle 19.40, “Telestadio” ogni martedì alle 23.45, interamente dedicato al campionato interno sammarinese; “Il rigore del lunedì”. appuntamento sportivo del lunedì sera, una autoproduzione da studio in diretta alle 20.05 a commento dei risultati della giornata calcistica di prima e seconda divisione con ospiti, interviste e approfondimenti; “Non solo Lato B”, prodotta in diretta negli studi di San Marino RTV, con ospiti e commentatori in studio, a partire dalle 15.00 e fino alle 18.00, sul campionato di calcio di serie B, ma con riferimenti anche alla serie A, cominciando dal vicino Cesena. “A tutto gas”, settimanale dedicato al mondo delle quattro ruote, in onda il sabato alle 12.25.
    Nel palinsesto sportivo hanno trovato poi posto le telecronache delle partite la Finale del campionato di calcio sammarinese, la Finale Coppa Titano, poi San Marino – Finlandia e San Marino – Ungheria (qualificazioni agli Europei 2012), Tre Fiori – La Valletta (preliminari di Champions League 2011-2012).
    In tema di telecronache sono state messe in onda anche le partite del campionato di baseball di serie A1 Italian Baseball League 2011 (il mercoledì alle 23.55 ).
    Da ricordare la copertura di eventi di rilievo quali: “Sport Insieme 2011” e i “Giochi della gioventù 2011”.
    Particolare impegno è stato profuso per la copertura de “I Giochi dei Piccoli Stati” in Liechtenstein per il 2011 e degli “Special Olympics di Atene 2011”, con la trasmissione della cerimonia di apertura, resoconti giornalistici quotidiani sullo svolgimento delle gare e speciali riepilogativi.
    Tra gli eventi di spettacolo, si segnala la partecipazione della Repubblica di San Marino all’Eurofestival 2011 (l’Eurovision Song Contest), tenutosi a Dusseldorf nel mese di maggio, con le trasmissioni preparatorie e poi la trasmissione in diretta via satellite delle due semifinali e della finale commentate dai nostri speaker radiofonici.
    Tra le produzioni di vario contenuto, iniziate nell’ultimo trimestre del 2010 e continuate nella prima parte del 2011, vanno ricordate “Globus” e “Globus Week-end” (i fatti del mondo raccontati con le immagini dell’Eurovisione), “Zoom” per saperne di più, il redazionale di promozione di attività commerciali e “Guerrino consiglia…,” una ricetta al giorno presentata da un cuoco di fama internazionale. E’ proseguita la collaborazione con ADN KRONOS per la messa in onda a cadenza settimanale delle due rubriche di servizio Musa TV e SalusTV.
    La fascia pomeridiana durante la settimana è rimasta dedicata ai programmi per ragazzi con serie di telefilm e l’abituale collegamento con il canale satellite K-2, fino a giugno.
    Film, telefilm e prodotti di fiction si ritrovano a striscia nel palinsesto del mattino, del pomeriggio e del preserale, ed in collocazione di prima serata nel corso della settimana.
    Dalle 23.55 in poi il palinsesto notturno ha riproposto una selezione di film e autoproduzioni messe in onda il giorno stesso; tutto ciò protrae le trasmissioni per tutta la notte fino alle 7.00 del mattino successivo quando riprende la nuova programmazione giornaliera.
    Tutte le produzioni in onda vengono puntualmente messe in streaming sul sito internet di San Marino RTV.

    1.2 La programmazione sui canali SKY 520 e TVSAT 73

    Come anticipato in premessa, la programmazione sui canali satellitari ha privilegiato l’informazione e gli approfondimenti. E’ stata potenziata l’offerta del tg San Marino, arricchendo le edizioni con interviste in diretta; si è ampliata l’offerta sull’informazione regionale con collegamenti quotidiani con le principali testate del territorio; si è introdotta una corrispondenza da Roma sui fatti della politica italiana; si è creata un’edizione del tg mondo con servizi, analisi e opinioni. E’ stato creato l’approfondimento: “Il fatto del giorno” e con la rubrica “Paralleli” si è entrati nell’attualità internazionale, con numerosi ospiti al giorno, collegati in diretta. L’attualità è stata raccontata anche attraverso i titoli dei TG delle varie emittenti pubbliche e private nel mondo.
    Successivamente all’Eurovision Song Contest è stato realizzato l’ampio speciale “Euro canzoni per 43” Per la prima volta, inoltre, si è prodotta e trasmessa una partita di calcio tra una squadra del campionato italiano di serie A e una squadra di club inglese, con riprese su standard internazionale. Di rilievo, la nascita di una trasmissione che inaugura la linea verde di San Marino: “00Verde”, un format ideato per raccontare il territorio e le sue vocazioni agro-alimentari sul tessuto della storia e dell’arte. Sono stati riscoperti i personaggi della tradizione sammarinese: l’azdora, gli artigiani, ma ci si avvalsi anche di esperti di botanica, di veterinaria e di sommelier. Ampi spazi alla storia della Repubblica: “La linea Gotica” e alle bellezze naturali di San Marino “Il paese delle meraviglie”. Della visita di Sua Santità Benedetto XVI si è già detto, si può aggiungere che la lunghissima diretta di oltre sette ore è stata commentata interamente da donne: la telecronaca del Direttore, l’intervento del Coordinatore Sonia Tura, due vaticaniste, perfino una suora di clausura.

    1.3 La programmazione sul digitale terrestre e sul canale satellitare nel secondo semestre 2011

    La SMtv San Marino ha investito con convinzione nell’edizione 2011 del Meeting di Rimini. Quest’anno, in uno studio doppio rispetto a quello dell’anno precedente, direttamente negli spazi della Fiera di Rimini, è ritornata “Parole d’Agosto” con una programmazione più strutturata, che ha distribuito gli spazi della diretta quotidiana nelle edizioni del mattino, in quelle meridiane e serali, in corrispondenza delle News Room. Al mattino dunque i momenti culturali e di spettacolo, alle 13.00 la cronaca e i confronti in studio, la sera, gli approfondimenti sui fatti della politica e dell’economia del giorno. E’ stata potenziata la trasmissione “Terrazza Kursaal”, con rubriche sul verde, l’ambiente, la cucina, le compilation, i libri e una migliore offerta musicale. Per allargare il bacino di attenzione dell’emittente, è andato in onda il ciclo in sedici puntate “Check Point”, condiviso con “il Sole 24 ore”, dedicato all’economia sostenibile, condotto da Enzo Argante. Con Carlo Massarini, abbiamo fatto un viaggio nelle nuove tecnologie. In collaborazione con l’Osla, l’associazione dell’impresa e del commercio sammarinese, sul DDT viene trasmesso il ciclo “più Impresa”. Per lo Sport, gli Internazionali Cepu di Tennis, il Rally Legend, il Calcio Estate, la ripresa di “Lato B”. Sul DDT, il “Rigore del Lunedì”, la “Domenica sport”, “Tele Stadio”. Sono riprese le dirette del campionato di baseball. Sono stati confermati: “Carte Scoperte”, “”Palazzo Pubblico”, “Indaco”. Per la prima volta è stato affrontato apertamente in Repubblica il tema dell’infiltrazione mafiosa. Condotta dal Direttore è andata in onda la trasmissione di 90 minuti “ La Mafia e il Monte”. Il ciclo “la Tv racconta” e “quando vale Lei” hanno riproposto inchieste, personaggi e storie del nostro tempo, in una versione rieditata nell’ambito di una serie almeno cento puntate di un 15 minuti l’una, realizzata dal Direttore in precedenza in Rai. Il ciclo “CoRTiV”, sui cortometraggi, ha offerto anche produzioni inedite, con attori e registi e con la collaborazione del maestro Bozzetto. Lo speciale sulla Biennale di Salonicco. I concerti eseguiti in Repubblica. Il Concerto dei 150 anni al Prix Italia, condiviso con Rai 5. “Il Concorso Tebaldi”, seguito nelle prove e nella finale in teatro, ripreso in diretta e poi in differita da Rai 5.La Cerimonia d’insediamento dei Capitani Reggenti, il primo Ottobre. Il reportage: “Liberia- La Repubblica delle Donne”, realizzato dal Direttore, che ha intervistato il Premio Nobel per la Pace, Ellen Johnson Sirleaf e raccontato un paese dove venti anni di guerra e il fallimento della politica degli uomini, stanno portando le donne alla conquista del potere, caso raro anche in Occidente. Nel palinsesto natalizio non è mancata l’appuntamento abituale de “La Tombola di Natale”.

    2. L’attività radiofonica

    La radio continua a perseguire quella virtuosa complementarietà tra i due canali sotto il profilo editoriale, che ha dato fin qui eccellenti risultati e riscontri di gradimento da parte dell’utenza. La programmazione generalista del primo canale si completa con l’offerta di nicchia della seconda rete, prevalentemente musicale. Anche nel 2011 perciò si mantiene questo modello, migliorato nei format e nella novità dei contenuti, come già nel 2010, verificando, a seguire, le possibilità di implementazione del digitale anche per l'offerta radiofonica.

    2.1 Radio San Marino Fm 102.700 Mhz

    L’emittente ha confermato la sua vocazione di “radio di flusso”, miscelando il tappeto musicale, improntato ad un format adulto e contemporaneo, le rubriche sempre attente agli eventi e l’informazione. Entrando nella struttura del palinsesto, segnaliamo le principali rubriche ideate in occasione di eventi locali ed internazionali: M’illumino di meno, ovvero la Giornata Internazionale del Risparmio Energetico; il Festival di Sanremo, collegamenti quotidiani con uno dei maggiori esperti italiani sulla storia di questa gara canora, Eddy Anselmi; l’Eurovision Song Contest, tre serate di diretta radio-televisiva dal massimo concorso europeo della canzone, precedute da uno speciale in 40 puntate dedicato alla storia del festival; il viaggio delle 500 FIAT Marathon verso il Liechtenstein, e quello delle 600 da San Marino a Londra e ritorno. Altri appuntamenti di grande interesse: 62° Parallelo, abbiamo scoperto, insieme a Luisa Trojanis, come si vive ai confini del Polo Nord; la Via della Plata, in collaborazione con Rairadio 1, sull’antica strada romana verso Santiago de Compostela. Per le rubriche di servizio ricordiamo una serie di speciali (25 interviste) de La radio fuori dalla Radio dedicate alle etichette alimentari e le dirette ad ogni estrazione del concorso SMaC. Per lo sport, oltre alla consueta produzione Radiostadio, abbiamo seguito: i Giochi dei Piccoli Stati del Liechtenstein, il San Marino Rally e le principali partite di calcio: la finale del Campionato Nazionale Sammarinese e l’incontro tra San Marino e Finlandia per le qualificazioni agli europei del 2012. Per quanto riguarda l’informazione, la lettura dei notiziari è stata affidata al settore internet e le edizioni sono passate da quattro a sei nei seguenti orari: 7.15, 9.15, 11.15, 13.15, 17.15 e alle 19.15.

    Nel periodo estivo è proseguito il format musicale predefinito con accorgimenti connessi alla musica estiva e la struttura a flusso del palinsesto, arricchita da collegamenti live dal Centro Storico di San Marino per dare il benvenuto ai turisti in Repubblica, dalle interviste della Radio fuori dalla Radio, e dalle segnalazioni dell’Agenda, con il contributo di alcune testate giornalistiche del territorio. Una particolarità: in occasione dell’animazione del Centro Storico, sono state scattate delle foto “ricordo” con i turisti e i nostri conduttori, ed il giorno successivo, sono state pubblicate nella home page della radio, attuando una sinergia multimediale.

    2.2 Radio San Marino Classic Fm 103.200 Mhz

    Durante il primo semestre la programmazione della stazione, con una selezione musicale qualitativamente e tecnicamente sempre più attenta, insieme ai numerosi appuntamenti, ha confermato il “carattere” dell’emittente. Nel palinsesto hanno trovato spazio nuove rubriche come Storie di Note, la musica classica raccontata alla radio in modo originale con racconti legati all’autore e all’opera; Sanremo Story, la storia del Festival della Canzone Italiana; in occasione del ritorno di San Marino all’Eurovisione Song Contest; Eurofestival Countdown, gli aneddoti e la storia della manifestazione dal 1956 ad oggi; il Giorno della Memoria, il concerto commemorativo eseguito dall’orchestra Sinfonica della Repubblica ed infine, Concerto Rock, un’ampia sintesi del concerto, con le band emergenti sammarinesi, in occasione del 1° maggio a San Marino. Accanto alle novità le conferme, tra le quali vanno segnalate: On the road, la Beat Generation e la sua musica; Modi d’di, la popolarissima e seguita rubrica dedicata ai modi di dire e ai detti popolari della nostra terra e infine, come da tradizione, una programmazione tutta al femminile in occasione dell’8 marzo. Per quanto riguarda l’informazione, sono state diffuse le sedute del Consiglio Grande e Generale, seguitissime dalla popolazione sammarinese, e poi, anche quest’anno Castelli a Palazzo: i Capitani Reggenti hanno ascoltato i rappresentanti delle Giunte e i cittadini dei nove Castelli della Repubblica.
    Radio San Marino Classic resta anche la radio del calcio sammarinese con le trasmissioni in diretta delle finali del campionato interno, della Coppa Titano, della partita della nazionale, valida per le qualificazioni agli europei del 2012, contro l’Ungheria, e della Champions League, il primo turno preliminare tra il Tre Fiori e la squadra maltese della Valletta.
    Per l’estate, accanto alla struttura base, ormai collaudata, segnaliamo due nuovi appuntamenti: Festivalbar Story, dove sono state proposte le canzoni che hanno fatto la storia dell’estate e Dai, attacca il giradischi, brani degli anni 60 e 70, per ballare e cantare. In autunno abbiamo proposto nuove produzioni, tra le quali segnaliamo: La storia del ballo, da valzer alla samba, dal paso doble alla salsa e Tu sei Cantautore, 30 minuti dedicati agli autori più importanti, quelli che con i loro versi e la loro musica hanno appassionato diverse generazioni.

    3. Il sito internet

    E’ allo studio la totale ristrutturazione del sito per renderlo più idoneo all’offerta tv, intanto cambiata, ma anche per puntare su una dimensione web più identitaria, attraverso una lettura facile e diretta. L’obiettivo è creare una versione on line multitasking, con un mix più efficace testi-filmati e con più spazio alla web-tv. Il nuovo sito sarà pronto entro i primi mesi del 2012.


    COMMENTO AI DATI DI BILANCIO

    Come per i precedenti bilanci, si è ritenuto opportuno far precedere la nota integrativa da un breve riepilogo dei dati sulla gestione, attraverso una rappresentazione coerente ed essenziale delle componenti più significative del conto economico.
    Il bilancio 2011 chiude con una perdita di esercizio di 368 mila Euro. La differenza tra ricavi e costi operativi è di -267 mila Euro circa.
    Le componenti del conto economico si possono così sintetizzare:

I ricavi nel 2011, come già nel 2010, figurano al netto dell’adeguamento fondi.
Nella voce ‘Altri ricavi e proventi’ è riportato direttamente il saldo attivo netto della gestione del corso come differenza tra introiti e costi come nell’esercizio 2010.

RICAVI

Le entrate istituzionali sono aumentate di 100 mila euro, come previsto dalla Convenzione con l’Ecc.ma Camera sottoscritta in data 3 Agosto 2009, il Contributo, da parte dello Stato di San Marino, è così passato da 800 mila Euro nel 2010 a 900 mila Euro nel 2011.

RICAVI COMMERCIALI

I ricavi delle vendite e delle prestazioni mostrano variazioni rispetto all’anno precedente, dovute a vari fattori.
Il primo dato che emerge è che Il fatturato per pubblicità ha subito una contrazione rispetto all’anno precedente. Da rilevare che nel 2011 vi sono i ricavi pubblicitari relativi alle trasmissioni via satellite.

PUBBLICITA’

La raccolta pubblicitaria per la tv e la pubblicità radiofonica hanno subito un decremento abbastanza rilevante. Soprattutto ha subito una riduzione la raccolta televisiva per la pubblicità trasmessa sul digitale terrestre. Sulle difficoltà incontrate hanno influito, anche quest’anno, le normative introdotte dallo Stato Italiano con il decreto incentivi, in materia di obbligo per i clienti italiani di registrare on-line le fatture ricevute da aziende sammarinesi e più in generale il clima creatosi a seguito delle vicende che hanno posto la Repubblica al centro di articoli sia sulla stampa sammarinese che italiana.

RICAVI PER PRESTAZIONI A TERZI E CESSIONI DI DIRITTI

Il fatturato per prestazioni a terzi e cessioni si incrementa rispetto all’anno precedente grazie alla commercializzazione del DVD “Un giorno Benedetto” prodotto dalla San Marino RTV in occasione della visita del Santo Padre alla Repubblica di San Marino nel mese di Giugno 2011.

ALTRE VOCI DI RICAVI COMMERCIALI

La voce relativa al “Contributo Eurofestival 2011” riguarda il contributo che è stato dato da parte della casa di produzione della cantante per la partecipazione della San Marino RTV all’edizione 2011 dell’Eurofestival.
La voce relativa al “Contributo Eutelsat” riguarda il contributo relativa al lancio del canale satellitare della San Marino RTV.
Non vi è più nel 2011 il corrispettivo riscosso da Telelombardia per i contributi produttivi forniti dalla nostra emittente alla trasmissione “Qui studio a Voi stadio” (75 mila euro circa nel 2010). Questo tipo di entrata andava a compensazione quasi integrale, nel 2010, il costo dei diritti acquisiti da Telelombardia per detta trasmissione.
Le attività commissionateci dalle Segreterie di Stato preposte per la realizzazione dell’intera campagna di comunicazione relativa agli eventi “L’alba sul Monte”, “Driving” e “Opus Sacrum” hanno comportato entrate per 52 mila euro. Dedotte le varie spese per forniture esterne che sono occorse per lo svolgimento di detta attività, i proventi netti sono stati di 32 mila euro circa (erano stati 16 mila euro circa nel 2010 relativamente alla manifestazione “Alba sul Monte”).

COSTI OPERATIVI

SPESE PER IL PERSONALE

L’organico del personale al 31.12.2011 è rimasto invariato rispetto al 31.12.2010. L’organico consiste in 68 unità, di cui un dipendente in aspettativa non retribuita, uno in aspettativa per funzioni politiche, tre in part-time post partum. Sono inclusi quattro dipendenti con contratto a tempo determinato in sostituzione di unità in aspettativa ed in part-time. Rispetto al 31.12.2010 si segnala un nuovo contratto a t.d. presso il servizio internet e televideo ed un’uscita per dimissioni.

Le spese per il personale sono risultate superiori rispetto all’esercizio precedente soprattutto per la variazione in aumento del fondo ferie. Il costo ordinario del personale dipendente è leggermente aumentato per effetto della dinamica dell’organico (tre rientri a dall’aspettativa post-partum in regime di part-time).

GLI ALTRI COSTI OPERATIVI

La voce più consistente degli altri costi operativi è data dalle spese per servizi, prestazioni produttive, consulenze e compensi e per godimento di beni di terzi.

COSTI PER GODIMENTO DI BENI DI TERZI

Sono stati sostenuti maggiori oneri per attività di produzione, nella considerazione che la produzione è pressoché raddoppiata (Si veda la voce servizi complementari alla produzione artistica, la voce fitti passivi e noleggi e i costi per prestazioni di lavoro autonomo). Ciò è da porre in relazione all’aumento dei costi unitari delle prestazioni degli operatori di ripresa in service e ad alcune iniziative particolarmente impegnative sul piano economico che hanno però prodotto ottimi risultati o in termini di raccolta pubblicitaria televisiva o in termini di promozione dell’immagine dell’emittente, come è stato per la diretta relativa alla visita del Santo Padre e la presenza per il secondo anno al Meeting di Rimini e le trasmissioni in diretta colà realizzate, cui si sommano i maggiori costi per le prestazioni di lavoro autonomo.

AMMORTAMENTI

Le quote di ammortamento sono aumentate per effetto delle spese in conto capitale che sono ammontate a 439 mila euro circa di cui 331 mila euro circa relativi a immobilizzazioni immateriali e 108 mila euro circa relativi a immobilizzazioni materiali. Tra le immobilizzazioni immateriali circa 139 mila hanno riguardato le spese inerente all’immobile sede della San Marino RTV (rinnovo ambienti di lavoro) e 60 mila euro il restyling della grafica di rete e del logo aziendale. Gli acquisti di programmi televisivi sono stati pari a 39 mila euro circa. In base alla Convenzione con l’Ecc.ma Camera, San Marino RTV ha potuto beneficiare, nel 2011, di ulteriori investimenti in attrezzature tecniche acquisite dall’ERAS e concesse in comodato d’uso gratuito, Lo stanziamento da parte dello Stato di San Marino è stato per il 2011 di 750 mila euro (era stato di 502 mila euro nel 2010).

PROVENTI ED ONERI FINANZIARI

L’aumento del saldo proventi/oneri finanziari, da 16 mila euro circa del 2010 a 30 mila euro circa nel 2011, è dovuta alla maggiore liquidità a disposizione nel corso dell’anno. Le rate semestrali relative al contributo dell’accordo italo-sammarinese per il primo semestre ed il secondo semestre 2010 sono state liquidate in un’unica soluzione il 20 Settembre 2011.

NOTA INTEGRATIVA AL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2011

La presente Nota Integrativa risulta essere parte integrante del Bilancio e costituisce, insieme allo schema di Stato Patrimoniale e di Conto Economico, un unico documento inscindibile, così come stabilito dall’art. 74 della legge 23 febbraio 2006 n. 47. In particolare essa ha la funzione di evidenziare informazioni utili a commentare, integrare, dettagliare i dati quantitativi esposti negli schemi di Bilancio, al fine di fornire al lettore dello stesso le notizie necessarie per avere una rappresentazione veritiera e corretta della situazione patrimoniale, economica e finanziaria della Società.

Tipo attività

La società opera nel settore radiotelevisivo ed in particolare la sua attività è diretta alla produzione (e/o commercializzazione) di informazione e trasmissioni radiotelevisive.

Appartenenza ad un gruppo

La società è partecipata al 50% dall’E.R.A.S. – Ente Radiotelevisivo Sammarinese ed al 50% dalla RAI Radiotelevisione Italiana S.p.A.
Il presente Bilancio è stato redatto in conformità alle disposizioni vigenti previste dalla legge 23 febbraio 2006 n. 47, in particolare gli schemi di Stato Patrimoniale e Conto Economico rispecchiano rispettivamente quelli previsti dagli art. 77 e 79, mentre la Nota Integrativa è conforme al contenuto minimale previsto dall’art. 82 e da tutte le altre disposizioni che ne richiedono evidenza.
Lo Stato Patrimoniale, il Conto Economico e le informazioni di natura contabile riportate in Nota Integrativa, che costituiscono il presente Bilancio, sono conformi alle scritture contabili, dalle quali sono direttamente ottenute.
I valori delle singole poste, espressi in unità di euro, sono stati ottenuti dall’arrotondamento del corrispondente valore espresso in decimali, ovvero per arrotondamento della somma delle sottovoci. Le differenze che si sono originate in tale processo sono da considerarsi extracontabili e sono state incorporate, nel bilancio stesso, tra “crediti e/o debiti diversi“ dello Stato Patrimoniale e tra i “proventi e/o oneri straordinari” del Conto Economico.

Principi di redazione

Il Bilancio è stato predisposto applicando i seguenti criteri di valutazione e nel rispetto delle disposizioni di cui agli articoli 74 e seguenti della legge 23 febbraio 2006 n.47.
La valutazione delle voci di Bilancio è stata fatta ispirandosi a criteri generali di prudenza e competenza, nella prospettiva della continuazione dell’attività della società, tenendo conto altresì della funzione economica dell’elemento dell’attivo o del passivo considerato.
Si è seguito scrupolosamente il principio della prudenza e a bilancio sono compresi solo utili realizzati alla data di chiusura dell’esercizio, mentre si è tenuto conto dei rischi e delle perdite di competenza anche se conosciuti successivamente alla chiusura.
In ottemperanza al principio di competenza, l’effetto delle operazioni e degli altri eventi è stato rilevato contabilmente ed attribuito all’esercizio al quale tali operazioni ed eventi si riferiscono, indipendentemente dalla data di incasso o pagamento.

CRITERI DI VALUTAZIONE

Immobilizzazioni immateriali

Le immobilizzazioni immateriali sono iscritte al costo di acquisto e sono ammortizzate secondo il procedimento diretto, in base al periodo del loro effettivo utilizzo; figurano, pertanto, nello stato patrimoniale al netto delle quote di ammortamento. Nel costo di acquisto delle immobilizzazioni non è stata imputata alcuna quota di interessi passivi.

Immobilizzazioni materiali

Le immobilizzazioni materiali, esposte fra le varie voci dell’attivo dello Stato Patrimoniale, sono iscritte al costo di acquisto o di costruzione, opportunamente rettificate dai relativi fondi di ammortamento.
Nel costo di acquisto delle immobilizzazioni sono computati anche i costi accessori; non è stata imputata alcuna quota di interessi passivi. Le spese di manutenzione ordinaria sono addebitate integralmente al conto economico. Le spese di manutenzione di natura incrementativa sono attribuite al cespite cui si riferiscono ed ammortizzate secondo l’aliquota applicabile al cespite.
Il loro valore è sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in base alla loro residua vita utile che trova riferimento con le aliquote ordinarie previste dalla normativa vigente. Non sono state eseguite svalutazioni e rivalutazioni di valore.

Disponibilità liquide

Sono valutate al valore nominale.

Crediti

I crediti sono iscritti secondo il presumibile valore di realizzazione. L’adeguamento del valore nominale dei crediti al valore presunto di realizzo è ottenuto mediante apposito fondo svalutazione crediti.

Rimanenze

Le giacenze di magazzino sono iscritte in bilancio al costo di acquisto.

Titoli del circolante

I titoli e le attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni sono iscritti al costo di acquisto, ovvero al valore desumibile dall’andamento del mercato, se minore: qualora, in futuro, venissero meno i motivi che hanno originato la svalutazione, si procederà alla ripresa di valore degli elementi dell’attivo in precedenza svalutati.

Azioni proprie

La società non detiene azioni proprie.

Ratei e risconti

In ottemperanza a quanto disposto dall’art. 78 della Legge 23 febbraio 2006 n.47, nella voce ratei attivi sono iscritti i crediti corrispondenti a proventi di competenza dell’esercizio esigibili in esercizi successivi, mentre nella voce ratei passivi vengono iscritti i debiti corrispondenti a costi di competenza dell’esercizio che saranno sostenuti negli esercizi successivi.
Nella voce risconti attivi e passivi sono iscritti rispettivamente i costi e i ricavi, da intendersi sospesi, in quanto sono stati sostenuti entro la chiusura dell’esercizio ma competono in tutto o in parte ad esercizi successivi.

Fondi rischi e oneri

Gli accantonamenti ai fondi per rischi ed oneri sono stati fatti per coprire perdite o debiti di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dell’esercizio non erano determinabili l’ammontare o la data di sopravvenienza.
Nella valutazione di tali fondi sono stati rispettati i criteri generali di prudenza e competenza mentre non sono stati costituiti fondi rischi generici privi di giustificazione economica.
Le passività potenziali sono state rilevate in bilancio e iscritte nei fondi in quanto ritenute probabili ed essendo stimabile con ragionevole certezza l’ammontare del relativo onere.

Debiti

I debiti sono stati valutati in base al loro valore nominale che coincide con il loro presunto valore di estinzione.

Trattamento fine rapporto di lavoro subordinato

Rappresenta l’effettivo debito maturato verso i dipendenti in conformità di legge e dei contratti collettivi di categoria vigenti, considerando ogni forma di remunerazione avente carattere continuativo e da corrispondere agli stessi nell’esercizio successivo. Il fondo corrisponde al totale delle singole indennità maturate a favore dei dipendenti alla data di chiusura del bilancio, al netto degli acconti erogati.

Riconoscimento ricavi e costi

I costi e i ricavi sono stati contabilizzati in base al principio di competenza indipendentemente dalla data di incasso e pagamento, al netto di resi, degli sconti, degli abbuoni e dei premi secondo quanto disposto dalla normativa vigente.

Garanzie, impegni, beni di terzi e rischi

Le garanzie prestate direttamente o indirettamente e distinte tra fideiussioni, avalli, altre garanzie personali e garanzie reali sono state indicate nei conti d’ordine, alla voce ‘Sistema improprio dei rischi’ e tenute opportunamente distinte dal Sistema improprio degli impegni e dal Sistema dei beni altrui presso di noi. Gli impegni e le garanzie sono indicati nei conti d’ordine al loro valore contrattuale.

Imposte

In base all’art. 6 della Legge 27 aprile 1989 n. 41 – Istituzione dell’ente di Radiodiffusione Sammarinese – la Società concessionaria (San Marino RTV S.p.A.) è esente da qualsiasi imposta o tassa presente o futura in considerazione della finalità di interesse pubblico del servizio radiofonico e televisivo.
Di seguito vengono illustrate la composizione di alcune voci dell’Attivo, del Passivo e del Conto Economico e le variazioni maggiormente rilevanti riscontrate.
Le altre voci dello Stato Patrimoniale e del Conto Economico, risultano analiticamente esposte in bilancio e non necessitano, a nostro avviso, di particolari considerazioni.

ATTIVITA'

Immobilizzazioni immateriali

Le movimentazioni delle immobilizzazioni immateriali sono fornite dalla tabella 1, ai sensi del punto 1.5 dell’articolo 82 della legge 23 febbraio 2006 n.47.
Si precisa che nel corso dell’esercizio non sono state effettuate né rivalutazioni, né svalutazioni delle immobilizzazioni immateriali.
La voce “Diritti di Brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell’ingegno”, di 13.838 euro, si riferisce interamente a diritti di utilizzo software. I diritti di utilizzo software si sono incrementati per 7.074 euro.
La voce “Altre immobilizzazioni”, di 295.594 euro, comprende oneri per ristrutturazione ambienti di lavoro per 147.551, programmi e diritti televisivi per 1.500 euro ed altre immobilizzazioni immateriali per 146.543.
L’ammortamento dei diritti e programmi televisivi è effettuato secondo il periodo di disponibilità e comunque per un periodo non superiore a tre esercizi.
L’ammortamento del software e delle altre immobilizzazioni immateriali è effettuato all’aliquota del 20% (venti), mentre quello degli oneri per ristrutturazione immobile è effettuato all’aliquota del 16% (sedici).

Immobilizzazioni materiali

Le movimentazioni delle immobilizzazioni materiali sono fornite dalla tabella 2, ai sensi del punto 1.5 dell’articolo 82 della legge 23 febbraio 2006 n.47.
Si precisa che nel corso dell’esercizio in esame non sono state effettuate né rivalutazioni, né svalutazioni delle immobilizzazioni materiali.
Gli investimenti in immobilizzazioni materiali, acquistati da San Marino RTV nel corso dell’esercizio 2011, sono stati complessivamente di 108.589 euro e riguardano soprattutto il mantenimento delle apparecchiature in buono stato di funzionamento. Sono così suddivisi: impianti e macchinari per 38.436 euro, attrezzature varie per 18.983 euro, mobili e arredi per 23.101 euro, macchine elettriche per 5.629 euro e macchine elettroniche per 22.440 euro.
La voce ‘impianti e macchinari’ iscritta in questo gruppo per un costo storico di 5.461.884 euro è suddivisibile nelle seguenti voci e valori:

  • impianti tecnici generici per 40.883 euro;
  • impianti di sincronizzazione e centri di controllo per 193.465 euro;
  • impianti di bassa frequenza televisivi per 3.353.077 euro;
  • impianti di alta frequenza televisivi e radiofonici per 770.448 euro;
  • impianti di bassa frequenza radiofonici per 471.598 euro;
  • altri impianti tecnici specifici per 632.413 euro.


Immobilizzazioni finanziarie

Per i criteri di valutazione delle rimanenze si fa riferimento a quanto indicato nella parte iniziale della Nota integrativa.

Il saldo della voce “Crediti dell’attivo circolante ” comprende:

  • Crediti verso clienti di 329.112 euro, relativi a “Crediti verso clienti” per 300.081 euro, “Crediti dubbi” per 52.856 euro, effetti presentati con la clausola “dopo incasso” per 30.905 euro. I crediti verso clienti sono iscritti secondo il presunto valore di realizzo determinato dalla differenza tra il loro valore nominale e le quote accantonate a titolo di svalutazione. L’ammontare alla data di chiusura dell’esercizio dell’apposito fondo svalutazione crediti è pari a 55.000 euro;
  • Crediti verso controllanti di 3.106.120 euro, relativi al credito vantato verso la RAI per le due rate semestrali del contributo, da parte dello Stato Italiano, relative all’anno 2011, al credito verso la RAI per interessi attivi di 6.379 euro, a fatture da emettere verso RAI per euro 400 e a crediti commerciali verso RAI per euro 600;
  • Crediti tributari esigibili entro l’esercizio di 5.829 euro relativi al credito I.V.A;
  • Crediti tributari esigibili oltre l’esercizio di 8.041 euro, relativi a ritenute d’acconto che ci sono state operate sugli interessi attivi di conto corrente, intrattenuti presso banche sammarinesi, maturati al 31/12/2008, 31/12/2009, 31/12/2010 e 31/12/2011, a ritenute d’acconto operate negli esercizi 2008, 2009, 2010 e 2011 sulle operazioni di pronti contro termine effettuate presso istituti bancari sammarinesi.
  • Altri crediti di 59.759 euro, relativi ad acconti corrisposti ai dipendenti per euro 13.470, anticipi a fornitori per acquisti di beni e servizi vari per 4.469 euro, crediti relativi al saldo di una carta bancaria prepagata da utilizzare per acquisti e trasferte per euro 1.113, anticipi per investimenti da ERAs per euro 38.925, e crediti diversi per 1.782 euro.

Il Fondo svalutazioni crediti è stato utilizzato nel 2011 per crediti non più esigibili per 8.567 Euro.

Il gruppo Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni si riferisce al conto ‘altri titoli negoziabili’. Si riferisce a operazioni di pronto contro presso banche della Repubblica di San Marino.

La consistenza delle disponibilità liquide al 31 Dicembre 2011, rispetto al 31 Dicembre dell’anno precedente, si è ridotta, principalmente per la decisione di destinare parte delle stesse a investimenti con un tasso di remunerazione più elevata quali i pronti contro termine. I Depositi bancari in C/C, di 666.276 euro, sono al 31 Dicembre 2011 per 5.128 euro presso il Credito di Romagna e per 661.148 euro presso Istituti bancari della Repubblica di San Marino.

PASSIVITA’

** Ripianamento perdita d’esercizio così come deliberato da Assemblea dei Soci del 27 Aprile 2011.
Il Capitale Sociale di 516.460 euro è rappresentato da n. 1.000 azioni di 516,46 euro.

Il Fondo rischi per vertenze è stato adeguato nell’anno 2011 con la ripresa a ricavo dell’importo di 55 mila euro relativi al fondo rischi relativo ai rapporti con collaboratori e dipendenti in quanto ad oggi non risultano querele e non è in atto nessun contenzioso in relazione a tale attività.
Il saldo al 31/12/2011 del Fondo rischi per vertenze, di 27.500 euro, riguarda il margine di rischio relativo ad una causa in corso.

La voce comprende gli accantonamenti per indennità di fine rapporto maturate nell’esercizio che, sulla base di quanto previsto dalla legge, devono essere corrisposte ai dipendenti nell’esercizio successivo. Pertanto l’importo del fondo a fine anno corrisponde all’accantonamento effettuato nell’esercizio.

La voce Acconti riguarda gli anticipi e le caparre ricevuti dai clienti per la fornitura di beni e servizi ancora da effettuarsi.
Nella voce Debiti verso fornitori sono stati iscritti i debiti in essere nei confronti di soggetti non appartenenti al proprio gruppo (controllate, collegate e controllanti) derivanti dall’acquisizione di beni e servizi, al netto di eventuali note di credito ricevute o da ricevere. Tale voce è comprensiva di fatture da ricevere per 110.365 euro di cui euro 12.741 relative a provvigioni passive.
La voce Debiti tributari è comprensiva delle ritenute operate dall’azienda in qualità di sostituto d’imposta sui compensi corrisposti per il lavoro autonomo, per servizi a carattere tecnico professionale, e per il lavoro dipendente nonché dell’imposta di bollo operata sulle provvigioni e sui servizi di pubblicità ed elaborazione dati. L’ammontare del debito risultante a fine anno corrisponde all’importo delle ritenute e dell’imposta di bollo con scadenza di versamento successiva al 31/12/2011.

- Debiti relativi agli acconti ricevuti per gli investimenti da parte dell’ERAS a favore della San Marino RTV: in base alle Convenzioni sottoscritte tra l’Ecc.ma Camera e la San Marino RTV, l’ultima in data 3 Agosto 2009, l’Ente per la Radiodiffusione Sammarinese e per Essa la stessa Ecc.ma Camera hanno provveduto ad acquisire apparecchiature per l’evoluzione tecnologica della San Marino RTV da cedere in comodato d’uso alla nostra emittente radiotelevisiva. Gli importi inscritti al 31/12/2011 sono relativi alle somme ricevute e non ancora utilizzate, nell’ambito di tale operazione, per il pagamento delle apparecchiature in comodato d’uso presso la San Marino RTV.

CONTI D’ORDINE

Le altre partite di giro ed i conti d’ordine riguardano:

  • gli impianti e le attrezzature acquistati nel corso del 2008, 2009, 2010 e 2011 dall’Ente di Radiodiffusione Sammarinese e per essa l’Ecc.ma Camera della Repubblica di San Marino in base alle Convenzioni sottoscritte in data 20 Aprile 2006 e 3 Agosto 2009 ed utilizzati dalla San Marino RTV in comodato d’uso;
  • le garanzie altrui prestate per finanziamenti ed aperture di credito a favore di San Marino RTV. In particolare si riferiscono alla lettera di patronage del 10 dicembre 1999 rilasciata alla RAI Radiotelevisione Italiana da parte dell’ERAS nell’interesse di San Marino RTV. Il patronage garantisce l’apertura di una linea di credito alla San Marino RTV concessa da parte delle stessa RAI con lettera del 30 novembre 1999, per un importo massimo utilizzabile d 1.032. 914 euro. L’apertura di credito è tacitamente rinnovata di anno in anno salvo revoca con preavviso trimestrale. L’Importo della garanzia di 516.457 euro, è pari al 50% dell’importo massimo dell’apertura di credito.

    CONTO ECONOMICO

La voce “Contributo accordo italo sammarinese” per 3.098.741 Euro si riferisce alle rate del contributo dello Stato Italiano, per l’esercizio 2011, previsto dall’articolo 1 del Decreto Legge 31 Dicembre 2008, n. 207, cosiddetto decreto milleproroghe, convertito in legge il 24 Febbraio 2009 e riconosciuto dall’accordo italo-sammarinese sottoscritto in data 5 marzo 2008.
Il Contributo dello Stato di San Marino per 900.000 euro riguarda la convenzione sottoscritta in data 3 Agosto 2009 con l’Ecc.ma Camera della Repubblica di San Marino. La durata della convenzione è fissata in 3 anni e riguarda gli anni 2009, 2010 e 2011.
La voce Altri ricavi e proventi è così composta

La voce “Servizi complementari alla produzione artistica” rileva i costi tecnici per i servizi complementari alla produzione artistica, relativi a collaborazioni tecniche per le riprese e gli allestimenti scenografici. Comprende, come nell’esercizio 2010, le attività di ripresa necessarie alla manifestazione “Alba sul Monte” per 280 euro.

La voce “Servizi generali” rileva principalmente costi relativi a servizi di documentazione ed informazione, consumi per energia elettrica e riscaldamento, servizi di pulizie, servizi amministrativi vari, provvigioni passive per la pubblicità radio e tv, servizi internet, rilevazioni audience ed i costi dei servizi internet del sito www.sanmarinortv.sm. E’ così composta:

La voce “Altri costi per servizi esterni” rileva principalmente costi relativi a pubblicità e propaganda, organizzazione fiere e congressi, partecipazione a fiere e congressi, spese postali e telefoniche, servizi internet, quote associative. E’ così composta:

La voce “Costi per prestazioni di lavoro autonomo” comprende prestazioni per attività di produzione, per assistenza legale, amministrativa, commerciale e direzionale, per consulenza ed assistenza tecnica ed assicurativa, gli emolumenti agli amministratori e gli emolumenti ai sindaci. E’ così composta:

Tra i costi relativi alle prestazioni professionali diverse, nel 2011:
- 1.290 euro riguardano le collaborazioni commerciali relative alla manifestazione “Alba sul Monte”;
- 3.000 euro riguardano le spese sostenute per un corso di dizione.

Questo gruppo del conto economico, nella parte riguardante gli ammortamenti, è stato già illustrato nel commento alle voci “immobilizzazioni immateriali”, “immobilizzazioni materiali” e “fondo ammortamento”.

Gli interessi attivi derivanti da titoli che non costituiscono partecipazioni si riferiscono a investimenti in PCT.
Gli interessi attivi derivanti da controllanti sono relativi agli interessi maturati sul conto corrente intrattenuto con la RAI.
Gli altri proventi finanziari sono relativi principalmente a interessi maturati su c/c presso banche sammarinesi per 5.398 e su c/c presso il Credito di Romagna per 2.434.

Gli altri oneri finanziari sono costituiti da oneri bancari per 4.360 e perdite su cambi per euro 43.

Signori Azionisti,
il bilancio che viene sottoposto alla Vostra approvazione mostra una perdita di 367.721 euro per l’esercizio chiuso al 31.12.2011. Esso è stato calcolato con rigore e secondo le norme di legge ed i principi contabili comunemente seguiti al fine di rappresentare in maniera veritiera e corretta la situazione patrimoniale ed economica della Società.
I punti più significativi di questo Bilancio Vi sono stati illustrati nei vari paragrafi di questa relazione.
Vi invitiamo pertanto:
a) ad approvare il progetto di bilancio chiuso al 31.12.2011, la relazione accompagnatoria e la nota integrativa;
b) a deliberare il ripianamento della perdita di 367.720,54 euro, che il Vostro Consiglio di Amministrazione Vi propone di ripianare mediante l’utilizzo delle riserve patrimoniali.
San Marino,
Il Presidente del Consiglio di Amministrazione

Stefano Valentino Piva