|

Chi siamo >  Contatti >  Curriculum

Elia Gorini

Elia Gorini

Nato il 30 ottobre del 1981 a Sassocorvaro (PU), Elia Gorini ha iniziato a collaborare con San Marino RTV nel 1996 come commentatore sportivo per i campionati italiani di C/2 e D e per quello Sammarinese. Ha conseguito la laurea quadriennale in Economia Aziendale, indirizzo manageriale, all'Università “Carlo Bo” di Urbino con tesi su: “La struttura organizzativa delle Federazioni Sportive: il caso della Federazione Sammarinese Giuoco Calcio”. Iscritto all'albo dei Giornalisti Professionisti dal 2008, pubblicista dal 2005, ha anche collaborato con il Resto del Carlino e il Corriere Adriatico. Dal 2002 conduce Radio Stadio, il programma dedicato al calcio con collegamenti in diretta dai campi di gioco. Nel 2004 il debutto televisivo con Tele Stadio, dedicato al Campionato Sammarinese. Ha condotto Domenica Sport dal 2008 al 2012 e nella stagione 2013/2014 e Cpiace, trasmissione dedicata alla Lega Pro, nel 2012/2013. Insieme al collega Paolo Crescentini cura da settembre 2013 PassioneCalcio, programma dedicato a calcio giovanile e femminile. E' commentatore delle gare della Nazionale Sammarinese. Dal 2005 è corrispondente di UEFA.com, nel 2012 è stato designato come giurato di San Marino per il FIFA Pallone d’Oro. Dal 2007 è iscritto all’AIPS, Associazione Stampa Sportiva Internazionale, partecipando come delegato sammarinese al 76’ Congresso Elettivo tenuto a Sochi (Russia) nel 2013. E’ tra gli autori di tre dei libri dedicati alla storia del calcio sammarinese: “San Marino tra i giganti” (2004), “Un quadriennio da incorniciare” (2008), “Tutto il Calcio Sammarinese 2008-2012” (2012). Nel 2003 e 2006 ha ricevuto il “Pennino d’Oro”, premio dedicato ai giornalisti nell'ambito di Calcio Estate, rassegna sportiva e culturale promossa dalla Federazione Sammarinese Giuoco Calcio, curata dal collega Giorgio Betti. Dal febbraio del 2007 è redattore ordinario della Redazione Sportiva della San Marino RTV. Dal primo gennaio 2015 è nominato vice caporedattore allo sport.


Lorenzo Giardi

Lorenzo Giardi

Nato il 17 ottobre 1972 a San Marino (RSM). Voce e volto del giornalismo sportivo, lavora dal giugno del 2003, come Redattore ordinario per San Marino Rtv. Il 10 luglio 2008 supera brillantemente l'Esame di Stato a Roma diventando Giornalista Professionista iscritto all'albo italiano. Radiocronista per la trasmissione "Radio Stadio" dal 1995, conduce la trasmissione radiofonica nel 2001-2002. Dalla stagione 2000- 2001 è il telecronista delle partite interne ed esterne del San Marino Calcio (unico club professionista della Repubblica  di San Marino). Alternandosi con i colleghi, è telecronista, opinionista, delle sfide internazionali della Nazionale Maggiore di calcio sammarinese (qualificazioni alla coppa del Mondo, qualificazioni alla coppa d'Europa). Innumerevoli le sue trasferte come inviato al seguito della Nazionale e dei club sammarinesi qualificati alle Coppe Europee (Champions League, Europa League). Telecronista in esclusiva per San Marino Rtv della fase finale del Mondiale di calcio Germania 2006. Prima Voce, delle storiche partite della Nazionale sammarinese all'olimpico di Serravalle con Olanda e Inghilterra. Dal 2007 al 2010 è inviato sui campi del Romeo Neri di Rimini e Manuzzi di Cesena per la Trasmissione "Lato B". Opinionista fisso della trasmissione "Il Rigore del Lunedì" (2009-2010-2011). Dal 2012-2013 opinionista e conduttore della trasmissione "CPiace". Nel luglio del 2010 vince "il Pennino d'Oro" come miglior giornalista sportivo sammarinese. Inviato al seguito degli eventi sportivi più importanti, non limitando il suo ruolo solo alla specializzazione nel calcio. Il suo curriculum si arricchisce con i Giochi dei Piccoli Stati d'Europa da lui seguiti in ben quattro edizioni: San Marino 2001, Cipro 2009, Liechtenstein 2011 e Lussemburgo 2013. Poi ancora i Giochi del Mediterraneo di Almeria 2005 e gli Special Olympics World Game di Shanghai 2007. Prima del suo arrivo alla Televisione di Stato della Repubblica di San Marino, ha anche collaborato con i quotidiani "La Voce di Rimini " e "Corriere di Romagna".  E' stato Direttore, del Magazine" Team" edito dalla Guardigli Editore San Marino. È tra i giornalisti che hanno contribuito alla realizzazione di tre libri dedicati alla storia del calcio sammarinese: "San Marino tra i Giganti" (2004), "Un quadriennio da incorniciare" (2008), "Tutto il calcio sammarinese 2008-2012" (2012). Il 2010 è l'anno della sua consacrazione, corona infatti, un'intensa carriera con il suo primo libro "Le Strade della C 2000-2010 un decennio irripetibile per lo sport sammarinese". Il 13 giugno 2011 Lorenzo Giardi conduce la prima edizione del Tg sul Satellite (canale 520 di Sky). Dal 2 dicembre 2012, alternandosi con i colleghi, conduce le edizioni del Tg Sport in onda quotidianamente. 
Una sua "Istanza d'Arengo" che chiede al Governo sammarinese l'istituzione della Legge sulla Stampa, viene approvata all'unanimità. Istanza, che ha dato via al progetto di Legge, iter che dovrebbe concludersi entro dicembre 2013. 

Roberto Chiesa

Roberto Chiesa

Roberto Chiesa nasce nella romagnolissima Cesena il 14 marzo del 1973. Quindi ha già una certa età. In gioventù credeva di essere bravo a giocare a calcio, poi ha conosciuto quelli bravi e fortunatamente non ha smesso di andare a scuola. Per un certo periodo ha pure creduto di essere un buon giornalista, il tempo ha detto il contrario ma per ragioni di sopravvivenza ha tenuto duro. Ha cominciato presto ad annoiare i lettori scrivendo di calcio per il Corriere di Romagna e il mitico Guerino, di Tennis per Matchball, di Ciclismo per la Gazzetta e di Ippica per Trotto Sportsman. Parallelamente su Radio Base e Radio Mare curava programmi serali, leggeri, nei quali mischiava musica e sport un tanto al chilo. Radiocronista delle trasferte del Cesena Calcio per Radio Centrale, telecronista per Telepiù della prime partite pay del campionato di Serie B, è approdato a San Marino Rtv nel 1998. Ha condotto Agorà, Fuorigioco, ha partecipato ai programmi Tempi Supplementari, Eccoci. Da sette anni guida al sabato pomeriggio la truppa di LatoB.
Dal 2003 è Giornalista Professionista, ha raccontanto i Mondiali di Calcio, le Olimpiadi, e tutto quello che lo incuriosisce.
Ha aiutato un gruppo di giovani colleghi a realizzare il progetto del quotidiano Lo Sportivo.
Quando era giovane ha vinto qualche premio dedicato a penne brillanti, poi sbiadite dal tempo. Tra gli altri ricorda con piacere “Il Carlino d'Oro” ricevuto dalle mani di Italo Cucci e il sammarinese “Pennino d'Oro” grazie all'amico Giorgio Betti.
Pensa, come tutti, ad un futuro migliore. E' grato a chi lo sopporta sul lavoro e nella vita, conta di ricambiare la fiducia e l'affetto. E' intimamente convinto di dovere migliorare ancora moltissimo ma teme, ahi lui, siano finiti i maestri.

Francesca Biliotti

Francesca Biliotti

Francesca Biliotti è nata a Roma l'1 ottobre 1971, dove frequenta le scuole fino al terzo anno di liceo classico, che poi termina a Rimini, dove si trasferisce nel 1988. Al giornalismo si appassiona presto, anche e soprattutto grazie al papà Luciano, per una vita a Il Resto del Carlino, che la portava con sé alla sede centrale di Bologna, a veder nascere il giornale, quando si usavano ancora i taglierini e la mitica rotativa. Inizia svariate collaborazioni, tra cui Agi e Panorama, poi approda sul Titano, per un anno lavora a San Marino Rtv, poi collabora con alcune testate sammarinesi e non, a La Voce per qualche tempo e, soprattutto, al Corriere Romagna, dove resta ben 12 anni e grazie al quale diventa giornalista professionista, nel 2006. La carta stampata è il suo primo amore che, si sa, non si dimentica mai, ma poi decide di dedicarsi solo alla tv. Dal 2003 torna a San Marino Rtv come collaboratrice part time, dal marzo 2011 vi resta a tempo pieno e le chiedono perfino di condurre il Tg. Di tempo per altro ne ha sempre avuto poco, ma adora i gatti, il cinema, dove va minimo una volta alla settimana (spesso da sola), la musica (beatlesiana convinta, anzi lennoniana, anche se ama il rock deciso fino al metal, dai Led Zeppelin ai Black Sabbath ai mitici Rammstein) e viaggiare, viaggiare, viaggiare. Non nasconde il suo sogno di tornare nell'amata natia capitale, magari anche per andare a vedere più spesso dal vivo la sua squadra del cuore, la Lazio, ma soprattutto per riunire la sua neonata famiglia.

Gianmarco Morosini

Gianmarco Morosini

Gianmarco Morosini, nato a Pesaro il 3 settembre 1972. Dottore in Legge, ma ben presto - ai codici e alla toga - preferisce il giornalismo televisivo: mestiere che lo affascina ed incuriosisce. Professionista dal 2003; un interesse particolare verso le subculture giovanili, tematiche di politica internazionale e sociali. Vincitore dell'edizione 2013 del "Premio Ilaria Alpi", sezione "Miglior inchiesta TV locali e regionali", con un reportage sul boss mafioso Matteo Messina Denaro. Nel 2004 si era piazzato secondo nella sezione giovani dello stesso Concorso. Presso la TV di Stato di San Marino è conduttore del telegiornale, redattore e – all'occorrenza – inviato.

Valentina Antonioli

Valentina Antonioli

Sono nata a Pesaro il 18 febbraio del 1982. Madre insegnante e padre ristoratore, da sempre sono in mezzo alla gente. Maturità classica e poi sulla strada del diritto. La mia tesi è stata sulla diffamazione tramite i mass media ma, alle formalità degli studi legali, ho sempre preferito il casino delle redazioni. Ho iniziato nella mia città al Corriere Adriatico, nel 2002. Ho preso una pausa dal giornale per andare a Madrid in Erasmus. Lo rifarei subito. Una capatina anche a Bologna, nella redazione de L'Unità. Sono entrata nella scuola di giornalismo dell'Università Tor Vergata di Roma. Ho amato la città e l'inganno di farne parte, anche solo per due anni. Ho passato quelle estati alla cronaca nazionale del Tg3. Bello. Poi è arrivata la Tv di Stato di San Marino, ho iniziato con uno stage legato alla mia scuola, sono qui da 4 anni ed il Titano mi è ormai familiare. Sono professionista dal 2010.

Annamaria Sirotti

Annamaria Sirotti

Classe 1974, giornalista professionista dal 2001. A 16 anni decido di fare l’inviata di guerra. Il tempo mi porta a rivedere obiettivi e stile di vita, ma entusiasmo e passione sono quelli di allora. Dopo una intensa gavetta nelle redazioni locali del “Corriere Romagna” e de “Il Resto del Carlino”, arrivo a San Marino RTV nel 2000.
TITOLI e FORMAZIONE: laureata, con lode, in Scienze della Comunicazione (1998, Unibo). Conseguo, con il massimo dei voti, la specializzazione post-laurea alla Scuola Superiore di Giornalismo (2001, Unibo). Nello studio, incontro i miei maestri: Umberto Eco, che mi svela i meccanismi del linguaggio e della scrittura; Carlo Romeo, che mi insegna che la televisione è immagine, ma anche parola. Proseguo a collaborare con l’Università di Bologna, curando un progetto per la certificazione della qualità della didattica nei Corsi di Laurea dell’Ateneo (2002-2004).
ALTRE ESPERIENZE: sempre alla ricerca, cambio strada. Assunta come responsabile delle Relazioni Esterne del gruppo Unibanca (2001), ben presto torno al giornalismo (2002). Periodicamente, tengo corsi di comunicazione per le Associazioni di Volontariato di Forlì-Cesena. Curo stabilmente i rapporti con i media per alcune Associazioni di Volontariato indirizzate, in particolare, al bisogno alimentare e alla difesa della vita.
PASSIONI: il mio lavoro. Insieme, naturalmente, a mio marito Alessio e ai miei tre bambini – Adele, Lucia e Pietro – che mi aiutano a guardare la realtà come fanno loro: senza filtri e con una domanda sempre aperta.

Eleonora Pozzi

Eleonora Pozzi

Eleonora Pozzi, nata nel 1985 a Lima, Perù, passa la maggior parte della sua vita in Italia, sognando di diventare naturalista. La madre insegnante la contagia con il suo amore per i libri, il padre ragioniere le trasmette la passione dei motori e della natura.
Il richiamo energetico del Sud America però è irresistibile, così, grazie a delle borse di studio, vive alcuni anni tra Cile, Argentina, Brasile e Messico. Laureata con lode in Scienze Politiche, si avvicina al mondo della psicologia e della comunicazione in Messico, dove, cura un progetto della FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura) in Chiapas.
Ritornata in Italia si dedica per qualche mese alle sue grandi passioni, fotografia e pittura, facendo alcune mostre, poi inizia la collaborazione con San Marino RTV.
In TV dal dicembre 2011, ha avuto l'opportunità di dedicarsi a compiti diversi; questo le ha permesso di conoscere meglio l'azienda e le persone che ne fanno parte.
Inserita nella Redazione Programmi, ha curato la rubrica “Mondo” e il programma “Oltre il Titano”. Ha avuto anche la fortuna di “fare l'inviata” e realizzare alcuni speciali. Inoltre collabora con la Redazione Web, per quanto riguarda la gestione del sito internet di San Marino RTV.

Luca Salvatori

Luca Salvatori

Nato nella Repubblica di San Marino il 25 febbraio 1968

Cittadinanza: sammarinese e italiana

Istruzione e formazione:
Diploma di maturità nel 1988
Corso di specializzazione biennale in giornalismo alla Luiss (Roma) - 1989/1990
Durante il corso di specializzazione stage alle redazioni esteri e interni del TG3 Rai.
Appena terminato il corso di giornalismo ho cominciato a lavorare come giornalista in maniera continuativa e nel 1995 sono diventato professionista, iscritto all’Albo di Bologna.

Esperienza professionale:

Dal 1991 al 1993 ho collaborato con quotidiani locali di Rimini/San Marino, l’Ags (Agenzia Giornalistica Sammarinese) e ho lavorato come ufficio stampa per il Ppds.

Dal 1993 al 1995 sono stato redattore del Corriere di San Marino.

Dal 1995 al 1996 vice-direttore del quotidiano fax “Si-San Marino Italia”.

Nel 1995 ho collaborato con San Marino Rtv per un rotocalco televisivo estivo.

Nel giugno del 1996 ho seguito il Giro d’Italia per la radio di San Marino Rtv e nel mese di novembre sono stato assunto come redattore della redazione giornalistica. Da allora ho sempre lavorato per l’emittente di Stato della Repubblica di San Marino e da circa 8 anni sono un conduttore del telegiornale, con responsabilità di vice-caposervizio. Mi occupo prevalentemente di cronaca, politica, economia.

Nel 2007 ho realizzato un documentario/dvd sul periodo 1920-1960 a San Marino con immagini dell’Istituto Luce (Titolo: C’era una volta a San Marino). (Edito dalla Fondazione San Marino).

Nel 2008, con il documentario/dvd “C’era una volta a San Marino” ho vinto il primo premio al Concorso Internazionale di giornalismo della Repubblica di San Marino “Piccola Europa” indetto dalla Segreteria di Stato per l’Informazione.

Nel 2009 ho curato l’edizione e la pubblicazione di un libro intitolato “Perché mi hanno ucciso” (Aiep) sulla vicenda dell’ex spia russa Alexandr Litvinenko, in collaborazione con Maxim Litvinenko.

Nel periodo 2009/2010 ho collaborato con il mensile “Sorpresa”.

Nel 2010 ho realizzato un secondo dvd documentario sul passaggio del fronte bellico a San Marino (Titolo: San Marino 1944: ai tempi del fronte) durante la seconda guerra mondiale, con immagini dell’Imperial War Museum di Londra. (Edito dalla Fondazione San Marino).

Luca Pelliccioni

Nasce il 29 novembre del 1988 e divora sport di ogni tipo fin dalla giovane età. Li prova tutti, strizza l'occhio al tennis salvo prendere in seconde nozze il pallone. È però evidente che gli risulta meglio raccontarlo che proporlo e dal 2004 collabora con le trasmissioni RadioStadio e TeleStadio in qualità di radiocronista e redattore sportivo per gli incontri del Campionato Sammarinese di calcio.
A questo – l'anno successivo – si somma l'esperienza col quotidiano Lo Sportivo, dove vive la prima vera esperienza redazionale all day long grazie ad uno stage di un paio di mesi.
Prosegue parallelamente la carriera da banco, che lo porta al diploma al Liceo Classico di San Marino con votazione di 100/100. Il proseguo accademico si declina in Relazioni Diplomatiche ed Internazionali presso l'Università di Bologna, dove consegue Laurea Triennale nel dicembre 2010.
Nel 2009 l'occasione di collaborare con UEFA: un volo per Ginevra, un workshop di tre giorni nella sala conferenze di Nyon – quella dei sorteggi di Champions ed Europa League, per intenderci – e il ritorno a San Marino è condito della qualifica di Venue Data Coordinator per la Repubblica ed il centro Italia.
Il flirt con San Marino RTV si trasforma in relazione quasi stabile nel luglio del 2011, dove ad uno stage estivo di tre mesi segue la collaborazione per successivi tre anni abbondanti. Dal 1° gennaio 2015 è assunto come redattore ordinario della redazione sportiva. Tra i due passaggi si iscrive all'Ordine dei Pubblicisti.
Dal 2012 è membro attivo dall'Associazione Sammarinese Stampa Sportiva che ha rappresentato in due Congressi Internazionali dell'AIPS tenutisi a Sochi e Baku. Nel 2015 è eletto Segretario Generale dell'ASSS.
Nel 2015 è eletto nel Consiglio Direttivo della neo-costituita Consulta per l'Informazione della Repubblica di San Marino, divenendone Presidente nel marzo del 2016.
Lavora divertendosi. Due parole che rendono superfluo quel che precede e quel che seguirà.