|

Chi siamo >  Il Direttore Generale

Curriculum Carlo Romeo

Carlo Romeo è nato a Roma nel 1954. Manager Rai.
Il 9 novembre 2012 è stato nominato Direttore Generale della San Marino Rtv di cui è anche responsabile della Testata giornalistica
Dal 21 giugno 2000, ha ricoperto l'incarico di responsabile del Segretariato Sociale della Rai.

In Rai dal maggio 1995, ha diretto la Sede Regionale Rai della Valle d'Aosta, con l'interim di capostruttura per i Programmi radiotelevisivi.

Nel 1998 è stato nominato direttore della Sede Rai per l'Emilia-Romagna.

Nel 1998, ha avuto incarichi aziendali nelle Relazioni Istituzionali e nella Commissione interna sull'Handicap.

Ha fatto parte della delegazione Rai per il rinnovo del Contratto di Servizio 2003-2005 con il Ministero delle Comunicazioni.

Dal giugno 2003 al novembre 2012 è stato coordinatore per la Rai della Sede Permanente di confronto sulla programmazione sociale.
Consigliere di amministrazione di Pubblicitá Progresso.

Nel settembre 2008 Carlo Romeo è stato candidato al Consiglio di Amministrazione della Rai da Don Luigi Ciotti, Guido Bertolaso, Luca Pancalli e Sergio Marelli con un appello pubblico cui hanno poi aderito fra gli altri Wwf, Save the children, Ens, Cesvi, Agesci, Cngei, Federazione scoutismo, Fish, Focsiv, Uisp, Legambiente, Uic, Nessuno tocchi Caino, Casa Oz.

A suo favore si sono espressi pubblicamente anche i Garanti dei Detenuti di Firenze e Torino e, per l'impegno dimostrato sul territorio, i parlamentari valdostani sen. Antonio Fosson, on. Roberto Nicco e il Presidente del Consiglio della Valle d'Aosta Albert Cerise.

Dal 2000, nell’ambito delle attività del Segretariato Sociale, posto alle dirette dipendenze del Direttore Generale della Rai, ha realizzato una serie di iniziative straordinarie legate alla comunicazione sociale in ambito internazionale, su richiesta del Governo Italiano, tramite MAE e MD - SMD, fra l’altro in Darfur, Sarajevo, Libano, Repubblica Democratica del Congo, Burkina Faso, Afghanistan.

Ha insegnato alla Scuola Superiore di Giornalismo dell'Università di Bologna e alla LUISS - Guido Carli di Roma (Giornalismo televisivo). Nel 2000 è stato tra i fondatori del Settore Telecomunicazioni dell'Associazione Industriali di Bologna, di cui è stato vicepresidente.

Dal 1976 al 1995, si è dedicato alla professione giornalistica.

Dal 1980 al 1995 ha curato i programmi di informazione della storica emittente romana Teleroma 56 .

Nel '94 il Tg di Teleroma da lui diretto è stato premiato al Quirinale dal Presidente della Repubblica Italiana per la qualità dell'informazione, su proposta dell'Unci.

Ha realizzato reportage televisivi fra l'altro in zone di guerra (Libano 1983, Tel Aviv 1991, Ex Jugoslavia 1991-92) e nei territori subsaheliani.

Per le sue attività giornalistiche, negli anni Ottanta, è stato arrestato ed espulso da Turchia, Polonia e Cecoslovacchia mentre stava documentando manifestazioni per i diritti civili.

Per Rai e Mediaset, dal 1980, ha collaborato a diversi programmi televisivi, fra i quali Voltapagina, settimanale del Tg3, e Scherzi a parte di Canale 5. Ha curato per Odeon Tv, nel 1993, la serie Dossier.

Dal '91 al '95 è stato una delle voci della Rassegna Stampa di Radio Radicale, emittente di cui era già redattore nella prima redazione nazionale nel 1979.

Laureato in Lettere con indirizzo specialistico in Paleografia e Diplomatica, con il massimo dei voti, presso l'Università di Roma La Sapienza, è autore di saggi sulla storia dell'alfabetismo e della cultura scritta medievale. Nel 1992 ha pubblicato per Il Mulino di Bologna, con Armando Petrucci, Scriptores in urbibus - Alfabetismo e cultura scritta nell'Italia altomedievale.

Nel 2002 ha pubblicato per le edizioni La Buona Stampa di Courmayeur Ombre lunghe - Appunti valdostani 1998 - 2002.

Apprezzato scrittore di cose di mare, dal 2006, con il libro Boatpeople è entrato a far parte degli autori Longanesi.
Nel maggio 2010, sempre per Longanesi, ha pubblicato "Mollare gli ormeggi". E' autore, fra l'altro, dell'Agenda del Mare 2013 e 2014.

A settembre 2015 pubblica "Di mare, barche e marinai", edito da Mursia.



Retribuzione DG 2015


Reddito lordoReddito imponibileImposta
210.464,00  158.848,00 34.686,78 

La retribuzione resta a carico della Radiotelevisione Italiana in quanto si tratta di regime di distacco presso una Consociata di un top manager alle dirette dipendenze Rai con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato. Alla Rai viene rimborsata, tramite la San Marino RTV, una quota parte tratta dal finanziamento italiano assegnato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in assenza del quale, l'intero contributo ritornerebbe a intero carico Rai. La busta paga viene elaborata dalla Rai e le ritenute previdenziali e assistenziali obbligatorie per legge vengono trattenute al l'interessato e regolarmente versate ai relativi Istituti competenti. In quanto residente all'estero, il dipendente versa le sue imposte fiscali presso lo Stato di residenza.