|

Home >  Comunicati  >  2018 >  Notizia

PS replica al comunicato di RF e attacca Alleanza Popolare

A tutto eravamo pronti tranne che a leggere titoli cubitali che additano il Partito Socialista quale causa della attuale crisi del sistema bancario e finanziario in virtù di passati governi a guida DC-PSS nei famigerati anni 90. Si mettano tranquilli, una volta per tutte i dirigenti di Alleanza Popolare, e sottolineiamo di Alleanza Popolare, perché per fortuna e qui concordiamo, il Tribunale "ha fatto emergere la verità sui protagonisti di una terribile stagione della ns. storia politica recente" compresa quindi la scelta sbagliata di pensare ad una piazza finanziaria incentrata su non addetti ai lavori bensì su imprenditori non esperti del settore.

Ci chiediamo invece se Alleanza Popolare avrà lo stesso interesse e volontà nel voler vedere appurate eventuali responsabilità emergenti dalle inchieste giudiziarie aperte nell'ultimo anno sui fatti riguardanti il sistema bancario e finanziario! , nonché sui vitalizi, che in luogo delle tangenti una tantum ha visto decine di famiglie (con la stessa tessera politica) interamente occupate, senza titolo e senza concorsi, sotto la PA, nonché di dirigenti collocati in posizioni apicali al fine di curarsi dei loro interessi particolari in luogo dell'interesse generale.

Le lotte intestine, gli sbagli commessi riferibili all’attuale maggioranza rendono ingovernabile il Paese e inibiscono la ripresa economica. A tal proposito, il Partito Socialista si chiede come farà una parte del governo a giustificare ai cittadini ed agli organismi internazionali, come ad esempio al Fondo Monetario Internazionale, le devastanti conseguenze di tale gestione politica. Il comunicato di Repubblica Futura sembra esserne una anticipazione.

Il tentativo di giustificare ai cittadini decisioni ingiustificabili che il governo dovrà assumere a breve (se non lo ha già fatto), avanzando la pezza giustificativa delle responsabilità politiche passate della Democrazia Cristiana e del Partito Socialista ai pesantissimi sbagli governativi odierni, dimenticando che proprio AP è al governo da oltre 10 anni in ruoli apicali a fianco di ex soggetti politici che quella storia che oggi criticano l'hanno scritta da protagonisti, è a dir poco ridicolo! Sarà anche carnevale ma il Partito Socialista non apprezza lo spirito carnevalesco in contesti così delicati per il futuro del Paese.

Il Partito Socialista ed i cittadini comprendono benissimo che non potendo oggi Alleanza Popolare scaricare le proprie responsabilità politiche, come d’abitudine negli ultimi 10 anni, a se stessi ed ad alcuni colleghi di governo e di maggioranza per evitare elezioni politiche anticipate, una parte della maggioranza continui a tentare la via del populismo e della mistificazione. Il Partito Socialista non ha mai rincorso la poltrona di governo: ciò è riscontrabile nei fatti avendo svolto un ruolo di opposizione responsabile nell’interesse del Paese. A leggere il comunicato di AP oggi Repubblica Futura, sembra che AP non abbia - o non abbia mai avuto - responsabilità politiche, ricordando a solo titolo esemplificativo le recenti questioni dei grandi debitori, le relative interconnessioni con Banca Centrale, i ritardi nell’attivazione della centrale rischi, la conversione del credito di imposta in debito pubblico, etc….

La vecchia politica (di cui AP ne fa parte a pieno titolo) ha creato danni immensi al Paese e pensa probabilmente di aver maturato il diritto di usufrutto su alcune poltrone, ma i cittadini assistono, capiscono e ricordano dei torti fatti al Paese e delle bugie costantemente propagandate.

comunicato stampa
Partito Socialista