|

Home >  Comunicati  >  2018 >  Notizia

Giornata della Donna, PSD: la parità dei diritti deve essere sempre al centro dell’agenda politica

PSD

Nella Giornata Internazionale della Donna il PSD ricorda tutte coloro che nella quotidianità, con determinazione e spesso silenziosamente, si battono nel lavoro e nella vita, per scardinare la visione di una società che le considera ancora una “questione femminile”, una riserva o un gruppo sociale svantaggiato. Il pensiero va a tutte le donne che con tenacia lottano contro un Mondo che continua a parlare di sesso debole o di quote rosa, che preferisce concedere -qualcosa e raramente- piuttosto che riconoscere a pieno, e nonostante ciò riescono ad essere il motore della nostra società.

Il PSD aderisce e sostiene le campagne promosse dal Partito Socialista Europeo, condividendone pienamene lo spirito e le finalità, perché prima che l’eguaglianza diventi una realtà quotidiana c’è ancora molto da fare. In Europa le donne sono pagate –statistiche alla mano- il 16% in meno degli uomini. Sempre in Europa si calcola che il divario tra le pensioni femminili e quelle maschili si attesta al 39%; la violenza di genere continua ad uccidere, la difficoltà di entrare nel mondo del lavoro (e di mantenerlo) è ancora altissima, le donne amministratori delegati di società sono senza dubbio una minoranza rispetto agli uomini e l’elenco potrebbe essere ancora lungo.

Le donne non dovrebbero aver bisogno di superare tutti questi ostacoli. Il nostro augurio è che in questo periodo storico di profonde trasformazioni politiche e sociali, non ci si dimentichi –in virtù di argomenti ritenuti “prioritari” - di porre le tematiche legate alla sfera della parità dei diritti, sempre al centro dell’agenda politica.

Ufficio Stampa Partito dei Socialisti e dei Democratici