|

Home >  Comunicati  >  2018 >  Notizia

Nel giorno della Festa della Donna, il Gruppo SGR pensa alle ragazze di San Patrignano

“Da donna, in un giorno così importante, non potevo restare indifferente alla richiesta d’aiuto di San Patrignano, agli ultimi allarmanti dati diffusi dalla comunità, e per questo Gruppo SGR ha scelto di sostenere le ragazze in percorso”. I dati a cui fa riferimento Micaela Dionigi, presidentessa di Gruppo SGR, sono quelli resi noti dalla comunità riguardo la tossicodipendenza al femminile, un problema che si sta trasformando in vera emergenza. Secondo i dati nazionali, sono sempre più le minorenni che sperimentano sostanze psicoattive illegali (30%), con un aumento considerevole del consumo di droghe sempre più dannose e pericolose, 18 le adolescenti tra i 13 ed i 18 anni entrate a San Patrignano lo scorso anno, il doppio del 2016. Una crescita molto preoccupante, con ben 80 donne e giovani donne accolte nel 2017, un numero senza precedenti.



Nel corso dei suoi 40 anni di vita la Comunità San Patrignano ha aiutato, in maniera completamente gratuita, oltre 3400 donne di tutte le età, dai 13 ai 52 anni. Storie che spesso nascondono povertà, famiglie disgregate, violenza e abusi. L’85% delle donne aiutate sono risultate poliassuntrici, cioè utilizzatrici di più di una sostanza. Dal 2012, inoltre, la comunità ha iniziato a registrare quante delle nuove arrivate fossero state vittime di abusi fisici e sessuali e, di queste, 1 su 3 ha subito violenze.



“Credo che debba essere un impegno comune per tutti noi non dimenticare le donne in difficoltà – continua Micaela Dionigi – rispondendo a questo appello favoriremo il recupero delle ragazze che chiedono aiuto alla comunità, contribuendo alla copertura delle spese per il sostegno psicologico e alla loro formazione professionale, fondamentale per il loro futuro reinserimento nella società. Ragazze che a San Patrignano rifioriscono, tornando ad appassionarsi alla vita, fiere e consapevoli del loro essere donne, forti della loro ritrovata dignità. Per questo mi sento di sostenere la campagna di raccolta fondi di San Patrignano “Io ho scelto la vita”, donando 5.000 euro e invitando tutti a contribuire con un sms o una chiamata da telefono fisso al 45590”.