|

Home >  Comunità >  Francia >  2017 >  Notizia

Il tradizionale pranzo di Natale della Comunità di Grenoble

Pranzo natalizio della Comunità di Grenoble

Il Console della circoscrizione consolare di Grenoble, Eliane Rastelli, ed il Presidente della Comunità, Christian Mazza hanno accolto più di 230 persone al pranzo di natale che, da più di 35 anni, perpetua la tradizione.
Questo pranzo si è svolto nel Comune di Froges, città gemellata con Acquaviva, addobbata dalle bandiere dei 2 amati paesi, San Marino e Francia. Appesi sui muri i poster della Repubblica di San Marino, perché, nonostante il passar degli anni, la nostalgia di essere lontani dalla terra di origine è sempre presente.
“San Marino Good Bye” e “Romagna Mia” sono le canzoni “d'obbligo” e vengono intonate anche dai più giovani che, quest’anno, hanno aderito in gran numero. Questa festa è l’occasione per le famiglie di ritrovarsi. Non si ha paura delle distanze, e alcuni fanno centinaia di chilometri, venendo da Lione, altri dalla frontiera Svizzera e anche dall’Ardèche per sentirsi di nuovo in famiglia, immersi nelle tradizioni di San Marino, per un pomeriggio intero.
Durante i loro interventi, sia il Console che il Presidente hanno sottolineato l’importante impegno dei volontari del direttivo della Comunità, ma anche quello dei soci non membri del Direttivo per potere presentare agli invitati una giornata veramente di Festa.
Il Console ha poi trasmesso il saluto del Segretario di Stato, Nicola RENZI e di altre personalità che non potevano essere presenti, ricordato il viaggio a San Marino delle autorità dell’Isère in occasione del 3 settembre e anche l’opportunità per i giovani di fare degli stage nelle diverse ambasciate, stage promossi dalla
Segreteria di Stato per gli Affari Esteri.
Le numerose personalità presenti hanno ricordato i legami stretti stabiliti, da anni, con i sammarinesi nel posto, hanno parlato del Nostro Paese in termini positivi, incoraggiando chi non ha ancora avuto l’occasione di recarsi a San Marino di metterlo in programma.
Dopo gli inni, tutti i presenti hanno brindato con il famoso “Riserva Titano” per poi proseguire con un buonissimo pranzo.


Comunicato stampa

René Rastelli
grenoble