|

Home >  Cronaca >  2012 >  Notizia

Montalcini: la rete la saluta come una rock star

Montalcini: la rete la saluta come una rock star

CCome una rock star. La Rete ha accolto la notizia della morte di Rita Levi Montalcini con lo stesso affetto e la stessa pioggia di messaggi che avrebbe accompagnato la scomparsa di un idolo della musica o del cinema. Twitter è stato da subito sommerso di "cinguettii", in tanti le hanno rivolto un ultimo saluto via Facebook. Anzi, la notizia della morte aveva cominciato a circolare proprio attraverso alcuni tweet, accompagnata dall'incredulità e soprattutto dalla prudenza di molti, visto che in un primo momento non c'era una conferma ufficiale. Poi, una volta che ogni dubbio è caduto, è stato un susseguirsi di messaggi. Di personaggi noti - da Fabio Fazio a Giuliano Pisapia, da Matteo Renzi a Gad Lerner, da Ignazio Marino a Enrico Mentana, da Lorella Cuccarini a Emma Marrone -, ma soprattutto di tanta gente comune. In molti hanno rilanciato alcune frasi e pensieri della scienziata e senatrice a vita che, evidentemente, hanno centrato il segno e sono rimasti impressi nelle persone. In cima alla lista c'è: "Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo. Io sono la mente". E poi: "Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza". "Rare sono le persone che usano la mente, poche coloro che usano il cuore, uniche coloro che le usano entrambe". Ancora: "Nella vita non bisogna mai rassegnarsi, arrendersi alla mediocrità, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi". "Meglio aggiungere vita ai giorni che giorni alla vita". E poi i suoi appelli a non cancellare il futuro dei giovani e dei ricercatori. Sulla rete scorrono in continuazione messaggi di addio: "Per te Miss, finisce qui". "Finisce una vita inizia una leggenda". C'è chi la definisce "simbolo di una donna perbene in un'Italia in cui a governare e guadagnare sono Olgettine e simili"; chi la saluta come "una magnifica vita contro l'ignoranza", chi come "103 anni di orgoglio nazionale". Ma il messaggio più delicatamente irriverente dedicato alla grande donna - che certamente avrebbe apprezzato l'ironia, anche in questo caso - arriva dal profilo denominato Il Triste Mietitore, che nell'icona si rappresenta con un'immagine della morte con la falce, e recita "E' morta Rita Levi Montalcini. Erano 103 anni che provava a fregarmi". (ANSA)