|

Home >  Cronaca >  2013 >  Notizia

Calcioscommesse: arrestato manager Riccione calcio

Calcioscommesse: arrestato manager Riccione calcio
Rimini e Bologna colpite dal calcio scommesse. Bliz e arresti nella notte

Il terremoto del calcio scommesse ha colpito anche l’Emilia-Romagna. L’operazione della squadra mobile di Cremona e del Servizio centrale operativo della polizia è sbarcata anche a Rimini. Gli uomini della Questura hanno arrestato nella notte Cosimo Rinci, manager del Riccione calcio, in un hotel. Anche lui è indagato per associazione a delinquere finalizzata alla frode sportiva, entro 5 giorni verrà interrogato a Cremona. I provvedimenti di arresto e perquisizione richiesti dalla procura di Cremona, sono relativi all’ultima fase dell’inchiesta ‘Last Bet’, partita a giugno del 2010, che ha già portato a provvedimenti restrittivi per giocatori ed ex giocatori anche di serie A, incluso l’ex rossoblu Beppe Signori.
Arresti anche a Milano, Bologna e Messina. In particolare, agli arresti sono finiti Salvatore Spadaro e Francesco Bazzani, soggetti che i calciatori coinvolti nel corso delle precedenti fasi dell’inchiesta avevano identificato come ‘Mister X e Y’. I due, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, erano il ponte tra il mondo delle scommesse clandestine e i giocatori e le società di calcio. Spadaro, secondo l’accusa, sarebbe legato al giro dei ‘bolognesi’ di Giuseppe Signori mentre Francesco Bazzani avrebbe avuto collegamenti sia con i commercialisti dell’ex bomber della Nazionale, Bruni e Giannone , sia con Almir Gegic, uno dei leader del cosiddetto gruppo degli zingari. Anche Gennaro Gattuso, e Cristian Brocchi sono indagati nell’ambito del nuovo filone d’inchiesta. Secondo quanto si apprende, l’accusa ipotizzata nei loro confronti dalla procura di Cremona è associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode sportiva.