|

Home >  Cronaca >  2013 >  Notizia

Stecca interrogato: "Non volevo uccidere"

Loris Stecca interrogato:  Non volevo uccidere 
Si è detto pentito e consapevole della gravità del gesto. Su sua richiesta i legali non chiederanno misure alternative al carcere

Interrogatorio a Rimini davanti al giudice Pasini per l'ex pugile Loris Stecca, che deve rispondere del tentato omicidio di Roberta Cester, dopo averla colpito con un'arma da taglio, venerdì scorso. “Ha risposto con lucidità – spiega Luca Ventaloro, che difende Stecca insieme a Piero Ippoliti – si è detto pentito e consapevole della gravità del gesto, ma in maniera netta ha dichiarato che non aveva alcuna volontà di uccidere e proprio per questo il colpo è stato indirizzato ad un punto del corpo non vitale. Ha raccontato la natura del legame con la donna, dicendosi esasperato dalle vessazioni subite dalla fine del loro rapporto, in ottobre”. Stecca resta in carcere in custodia cautelare e per sua stessa volontà i legali non presenteranno richiesta di misura alternativa.