|

Home >  Cronaca >  2017 >  Notizia

San Marino, neve e tuoni: un fulmine colpisce e manda in tilt la Prima Torre

Prima Torre o Guaita

La Buriana della Befana sarà ricordata per via del fulmine che ha mandato in tilt la prima Torre. Tanto che la direzione degli Istituti Culturali, su disposizione della Protezione Civile, ne ha comunicato la chiusura per i danni legati alla scarica elettrica caduta in tarda mattinata che ha colpito in pieno la Guaita mandando fuori uso l'impianto elettrico. Al momento non si sa quando verrà riaperta al pubblico. Stesso problema nella zona della Cerbaiola, tra Fiorentino e Montegiardino, dove è stato colpito un ripetitore della nostra emittente e dei Vigili del Fuoco della Provincia di Rimini: il fulmine in questo caso ha completamente distrutto i locali del ponte radio, causando anche problemi alle utenze nelle abitazioni intorno.
Insolitamente i fulmini ed i tuoni hanno accompagnato i primi fiocchi di neve, che hanno imbiancato il Monte Titano nella tarda mattinata di oggi, provocando il fuggi fuggi dal mercato di Borgo e causando qualche disagio alla viabilità, anche nei Castelli più bassi come nella zona di Dogana. Qualche disagio per gli automobilisti soprattutto per via del manto stradale leggermente ghiacciato, divenuto particolarmente scivoloso una volta ricoperto dal sottile velo bianco. Ma a parte qualche rallentamento, sul fronte viabilità la Polizia Civile non ha rilevato nulla di particolare.
Se non piccoli tamponamenti senza conseguenze o auto fuori strada per via dell'asfalto viscido. E' il caso della donna che nel primo pomeriggio a Fiorentino, ha perso il controllo della sua BMW X3 che è finita fuori strada, contro un albero. Per fortuna, per l'autista, solo qualche escoriazione e tanta paura. Oltre a San Marino imbiancate anche Valmarecchia e Valconca. Il peggioramento delle condizioni atteso, ovunque, tra la serata di oggi e la mattinata di domani; le temperature sono previste in rapida diminuzione fino a scendere sotto lo zero.