|

Home >  Cronaca >  2017 >  Notizia

San Marino: chiazza colorata nel torrente Ausa, attesa per i risultati delle analisi

La chiazza incriminata
Ora si attendono i risultati delle analisi sulla sostanza.

Questa volta non è la schiuma a galleggiare sulle acque dell'Ausa, ma una chiazza colorata intrappolata tra alcune rocce ai lati del torrente, nel parco a Dogana. Proprio a pochi metri dai bambini che si divertono a giocare con l'acqua e dagli animali. Dopo la segnalazione, i tecnici dell'ISS si sono attivati per le verifiche e hanno eseguito i prelievi. Non si sa ancora di quale materiale sia composta la macchia, da quanto tempo sia lì e da dove sia venuta.

In base alle prime ipotesi, si potrebbe trattare di vernice sversata abusivamente tramite una tubazione delle acque bianche, cioè quelle piovane. E' stato invece appurato - spiegano dal Dipartimento Prevenzione - che i precedenti fenomeni della schiuma derivano dai tensioattivi, sostanze contenute nei detersivi. In questo caso, ad esempio, l'inquinamento arriva dalle case che hanno lavatrici o docce nei garage allacciate alle tubazioni di scarico dell'acqua piovana anziché alle fognature delle acque nere

Una situazione che porta danni all'ambiente e che gli organi competenti stanno cercando di risolvere con una mappatura delle tubature. Dall'AASS anticipano che entro l'anno sarà predisposto un regolamento, da approvare a livello politico, per far mettere i cittadini in regola una volta per tutte.

Mauro Torresi