|

Home >  Cronaca >  2018 >  Notizia

Paura a Fiorentino: frana di terra e massi nella vecchia cava

La cava a Fiorentino
Non vi sarebbe alcun pericolo per le abitazioni e la strada nelle vicinanze. Il Capo della Protezione Civile non esclude ulteriori crolli di lieve entità

Non è la prima volta che accade: un evento analogo – proprio in via XXI Settembre, alla vecchia cava di pietra - si era verificato già qualche anno fa. All'origine di tutto – forse – le intense precipitazioni di questi giorni, e il rapido scioglimento della neve. Diversi i metri cubi di roccia precipitati, ma fortunatamente il piazzale sottostante, e i vecchi blocchi di pietra, hanno contenuto lo smottamento. Il fronte – tuttavia - resta attivo anche se il grosso della frana dovrebbe essersi esaurito. Il Capo della Protezione Civile Fabio Berardi - questa mattina sul posto per un sopralluogo - non esclude ulteriori crolli ma di piccola entità. Ma non vi sarebbe alcun pericolo per le abitazioni e la strada nelle vicinanze. Le rocce hanno iniziato a cadere intorno alle 19 di ieri, provocando i primi fragori che hanno spaventato i residenti. In seguito alle segnalazioni la Protezione Civile ha delimitato l'area ed effettuato un primo sopralluogo; ma neve, nebbia e buio hanno impedito di verificare l'estensione complessiva della frana. In serata e nella notte il materiale ha continuato a cadere; la Sezione Antincendio – dal canto suo - ha monitorato con continuità la cava.

Vai al comunicato stampa della protezione civile