|

Home >  Cultura >  2012 >  Notizia

La personale del maestro Giorgio Orefice presso lo Studio Antao

La personale di Orefice presso lo Studio Antao
Nella mostra “Quando la matematica diventa arte”

La prima, il numero zero della serie, vernice d’autore apre INconTRA la ‘congiunzione’ dei modi complementari di trattare l’arte. Lo Studio ANTAO sarà la bottega e il centro sperimentale delle proposte dell’intera stagione artistica sammarinese mettendo in interrelazione professionisti e artisti con la mediazione delle istituzioni. Comincia lo sperimentatore per eccezione, Orefice, proveniente da esperienze creative estreme e “ribelli” del Novecento italiano approda al FRATTALISMO con un suo manifesto così riassumibile: creo immagini che trovo, riproducendo, reinventando in fine ricreando. Dal battito del cuore al crescere di un fiore tutto e traducibile in modelli matematici e informatici: anche le immagini tradizionali diventano frattali algebrici; l’arte sta negli algoritmi e sprigiona bellezza un po’ come la Particella di Dio spiega la massa dando peso alla Creazione… o la Sezione Aurea nella Successione di Fibonacci: 1,2,3,5,8 numeri della Natura.
Nel video le interviste a Luigi Moretti Architeto Studio ANTAO, Giorgio Orefice Capofila FRATTALISMO autore mostra.

fz