|

Home >  Cultura >  2018 >  Notizia

Una statua dedicata a Don Milani: la proposta dello scrittore Mazzarelli

 Don Lorenzo Milani, sacerdote di Dio – Profezie e politica 
Alessandro Mazzarelli ha presentato al Segretario di Stato per gli Affari Interni insieme a una delegazione della fondazione Don Milano la proposta di una statua dedicata al secerdote Don Lorenzo Milani

"Ci vorrebbero ventimila sammarini", queste le parole pronunciate da Don Milani nel 1966, riprese oggi da Alessandro Mazzarelli per spiegare l'importanza che il sacerdote attribuiva alla Repubblica. "San Marino veniva posta ai vertici mondiali – spiega Mazzarelli - sia per la rivendicazione della sovranità dei popoli sia per il modo di fare politica; un San Marino che crea un nuovo ordine morale e politico, che crea qualcosa di diverso rispetto all'attuale e da speranza ai giovani".
Nel corso dell'incontro Mazzerelli ha presentato il suo libro "Don Lorenzo Milani, sacerdote di Dio – Profezie e politica" al Segretario Guerrino Zanotti, insieme all'editore Giuseppe Morganti che ha ricordato: "La Repubblica si è già interessata a Don Milani per la celebre frase da lui pubblicata ricordando la necessità di essere comunità, dedicandogli un francobollo".
Ma oggi arriva la proposta di una statua dedicata al Priore di Barbiana.
La pubblicazione è patrocinata dalla comunità dei Templari Cattolici d'Italia, che nel corso dell'incontro ha proposto di impegnarsi nella sua diffusione.
Questa sera, inoltre, il libro verrà presentato al Tiberio di Rimini.

Nel video l'intervista al Segretario agli Affari Interni Guerrino Zanotti e all'autore del libro Alessandro Mazzarelli.

Silvia Sacchi