|

Home >  Cultura >  2018 >  Notizia

La DONNA-BALENA di PORTO PIM porta TABUCCHI-PESSOA a San Marino

La DONNA-BALENA di PORTO PIM porta TABUCCHI-PESSOA a San Marino
Per la rassegna “Sperimental(a)mente” Giovedì 15 febbraio al Titano (ore 21) il TEATRO GIOCO VITA presenta LA DONNA DI PORTO PIM tratto dal racconto di Antonio Tabucchi

Lo spettacolo è un arabesco fatto di “luce d'ombra” nella migliore tradizione pluridecennale della compagnia teatrale di figura, che fa del gioco luci-ombre, un espediente non solo scenico ma narrativo e squisitamente creativo. PORTO PIM è donna e balena, amore e sangue: lo scrittore è il marinaio. Legno consumato dal tempo e sbiadito dall'acqua salata: ombre umide nell'ombra, macchia...
Sullo sfondo le AZZORRE, anzi la cartina delle isole e una carta da gioco che cade a terra e sfida il destino. LUCAS, Il baleniere diventa musicista per passione e cacciatore innamorato...
La caccia, il sangue, il canto della passione s'intrecciano nella lotta di vita e morte sulla donna, Yeborath, confondendola con il cetaceo: femmine...
Nella trasposizione scenica di Fabrizio Montecchi oltre al testo fedele di Tabucchi, al momento della scatenante e cocente delusione amorosa, inserisce la cruda poesia di Pessoa della pesca con l'arpione strumento di morte per un pesce e, infine, la viola strumento dell'amore... che muore.
fz