|

Home >  Cultura >  2018 >  Notizia

Festival del cinema spagnolo: Ángela Molina protagonista della serata inaugurale

Il Dg Carlo Romeo e Ángela Molina
Serata inaugurale, ieri, al Concordia di Borgo Maggiore, del Festival del Cinema Spagnolo. Evento di grande spessore culturale che, per la prima volta, si tiene in Repubblica.

"Una bellissima giornata per i rapporti tra San Marino e Spagna"; così l'ha definita il Segretario di Stato alla Cultura. “Voglio ringraziare - ha detto marco Podeschi - l'Ambasciata di Spagna, il Dipartimento Affari Esteri, gli Istituti Culturali e la San Marino RTV, che ha dato pieno supporto come media partner all'evento, e questa sera il Direttore Generale intervisterà Angela Molina". Dopo la presentazione delle lettere credenziali alla Reggenza, l'Ambasciatore Alfonso Dastis ha dato il via – al Concordia di Borgo Maggiore – all'11esima edizione del Festival del Cinema Spagnolo. Ospite d'onore, della serata di inaugurazione, l'attrice Ángela Molina, musa di alcuni tra i più grandi registi di questa epoca: da Gillo Pontecorvo a Bigas Luna; da Ridley Scott a Giuseppe Tornatore. “Questo festival - ha dichiarato - ci unirà, ci farà conoscere”. "Il sorriso di Ángela – ha detto Carlo Romeo – ha fatto innamorare la mia generazione”. Una conversazione - quella con il DG di RTV - nella quale l'attrice madrilena ha restituito tutto il suo amore, la sua passione, per il cinema. Poi la proiezione della pellicola che in qualche modo ha lanciato la carriera della Molina: “Quell'oscuro oggetto del desiderio” - del 1977 -, l'ultimo film diretto dal grande maestro Luis Bunuel. Il Festival – curato da Federico Sartori e Iris Martin-Peralta, di Exit Media - è proseguito oggi con 3 proiezioni: nel pomeriggio “El Olivo”, vincitore del Premio Goya 2017 per l'attrice esordiente Anna Castillo. A seguire un'anteprima nazionale del pluripremiato film argentino “La educacion del Rey”, di Santiago Esteves. Alle 21, infine, la black comedy “La noche que mi madre matò a mi padre”, campione di incassi in Spagna.