RTV | |
Home >  Economia >  2012 >  Notizia

Ritenuta di solidarietà: i pensionati si allarmano, ma le cifre sono veramente basse

San Marino - Ritenuta di solidarietà: i pensionati si allarmano, ma le cifre sono veramente basse
San Marino - Ritenuta di solidarietà: i pensionati si allarmano, ma le cifre sono veramente basse

Questa mattina tra le mani dei pensionati è arrivata una comunicazione. Sono gli effetti della riforma pensionistica entrata in vigore ad ottobre del 2011 con la legge 158. Di nuovo c'è il "contributo di solidarietà" e sull'entità del contributo, i pensionati non devono allarmarsi, le cifre sono basse. Si parte da chi percepisce una pensione oltre i 1.500 euro lordi al mese ed è calcolata sulla parte eccedente. Per esempio: se la pensione è di 1600 euro il contributo è di due euro al mese. Gli scaglioni sono definiti così dai 1.500 euro ai 2mila l'aliquota sulla parte eccedente è del 2% dai 2mila ai 2.500 euro l'aliquota è del 2,5% dai 2.500 ai 3mila l'aliquota è del 3,5%. Ogni 500 euro il prelievo fiscale cresce di un punto percentuale. Per le pensioni d'oro che superano i 6mila euro si arriva al 10,5%. Il contributo non scade, a meno che, non si cambi la legge. Tutto sarà scritto nella cedola del 27 gennaio: i pensionati leggeranno con i loro occhi a quanto ammonta, caso per caso, la ritenuta applicata. Mettiamola così, i pensionati tendono la mano ai lavoratori attivi, soprattutto giovani e precari.

Valentina Antonioli

mercoledì 25 gennaio 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

90 articoli correlati

29/08/2013 - Secondo pilastro: anche la Csu contro la riforma

Il decreto che modifica la riforma della previdenza complementare non piace neanche alla Csu. A pochi giorni dall'allarme lanciato da Civico 10, Rete e Su, sul rischio che il fondo del secondo pilastro finisca "privatizzato", la Csu ha chiesto un incontro...

15/10/2012 - Palermo: riscuotevano pensioni dei morti, 41 denunciati

Dopo l'operazione del 2011 "Carissimo estinto", che aveva portato alla denuncia di 441 persone, la Guardia di finanza di Palermo ha deferito all'autorità giudiziaria altri 41 soggetti che nella loro veste di delegati alla riscossione o cointestatari di co...

12/10/2012 - San Marino. Pensionati: "Esclusi dai programmi elettorali"

Delusione nel direttivo FUPS della CSdL: “Siamo una risorsa per il paese e abbiamo la forza numerica per contare”

09/10/2012 - FondIss: a giorni la circolare per aderire a previdenza complementare

Gli ultracinquantenni potranno scegliere: a giorni arriverà la circolare di FondIss che permetterà di aderire alla previdenza complementare sammarinese

26/09/2012 - Pensioni: il secondo pilastro volontario per gli ultracinquantenni

Dal 1° luglio scorso le retribuzioni dei lavoratori dipendenti registrano una nuova trattenuta: è quella della previdenza complementare. L'ente di gestione affronta il tema degli ultracinquantenni

24/09/2012 - CSdL. Previdenza complementare: un vantaggio per tutti i lavoratori

Con l’attivazione di FONDISS, sono partiti dal 1° luglio scorso gli effetti della legge sul secondo pilastro previdenziale (previdenza complementare), che è andato ad aggiungersi al sistema pensionistico pubblico che tutti conosciamo. La scelta di adottar...

14/06/2012 - Cdls: Congresso Pensionati. Lascia Marino Casadei

6° congresso della Federazione Pensionati della Confederazione Democratica a tema: “Oltre la crisi, pensionati indispensabili per famiglie e società”. Dopo 17 anni da segretario lascia Marino Casadei, soddisfatto di un sindacato che oggi vanta 3500 iscrit...

24/04/2012 - Siamo al paradosso: si abbassano le stipendi e si alzano le pensioni

Stipendi sempre bassi, pensioni sempre più alte. Sembra un paradosso ma è così. Con i contratti scaduti, e dunque con i salari bloccati, i lavoratori vedono cambiare la loro busta paga soltanto in negativo attraverso le ritenute e i prelievi diretti in bu...

28/03/2012 - La Federazione pensionati sulla situazione economico-sociale

Nuova riunione del Comitato Direttivo della FUPS-CSdL. La Federazione pensionati è tornata a confrontarsi sull’attuale situazione economico sociale di San Marino nel suo complesso. All’ordine del giorno, naturalmente, le problematiche dei pensionati che s...

21/03/2012 - Referendum riforma previdenziale: il comitato promotore replica alla Csdl

Sul referendum abrogativo della legge di riforma previdenziale sammarinese il comitato promotore replica alla Csdl e ribadisce che la legge varata nel 2011 penalizza fortemente i lavoratori, soprattutto i più giovani, perché il sistema non si regge. E’ fe...

19/03/2012 - Riforma pensionistica del 2011: la sua cancellazione non risolve il problema

In una nota la CSdL prende posizione nei confronti della legge che un gruppo di professionisti vorrebbe abrogare attraverso il referendum, ricorda che la legge in questione ha potenziato la sostenibilità del sistema pensionistico e alleggerito il carico s...

12/03/2012 - Osla a favore dell’abrogazione della legge di riforma previdenziale

Osla sostiene il quesito referendario per l’abrogazione della legge di riforma previdenziale, depositato in Segreteria Istituzionale lo scorso 28 febbraio. L’Organizzazione degli Imprenditori mette a disposizione del Comitato promotore anche la propria se...

13/02/2012 - Alberto Mino (Federpensionati): "Naturalizzazione, progetti discriminatori"

“I progetti di legge sulla naturalizzazione sono discriminatori”. Lo afferma Alberto Mino, segretario Federpensionati CSdL, ma anche cittadino naturalizzato nel 1984, dopo 47 anni. Richiama il Consiglio Grande e Generale a rivedere i due progetti di legge...

23/12/2011 - Federpensionati Csdl: serve una nuova classe dirigente

Serve una nuova classe dirigente per portare il Paese fuori dalla crisi. Lo dice Alberto Mino, segretario della federpensionati Csdl, che si sofferma sul bilancio previsionale 2012 che prevede un preoccupante indebitamento pubblico: il piano di sviluppo, ...

09/12/2011 - Pensioni. Ora gli anziani si dovranno abituare all’utilizzo della moneta elettronica

Per effetto della manovra italiana, è arrivato il divieto di pagamento in contanti delle pensioni del settore pubblico sopra i 500 euro. Un colpo per moltissimi anziani che percepiscono poco più della minima, e solitamente la ritirano alle Poste

1 2 3 4 5