|

Home >  Economia >  2017 >  Notizia

Accordo per il passaggio degli ex dipendenti Asset in Carisp

Carisp

La firma all'accordo di mobilità tra organizzazioni sindacali, Segreteria al Lavoro e Cassa di Risparmio è stata posta proprio poco fa. Sono circa 35 i lavoratori che passeranno in Cassa a tempo determinato, per tre mesi, a scaglioni e con salario di ingresso.
Esclusi dall'accordo una decina di ex dipendenti Asset, tra lavoratori frontalieri e dipendenti legati al precedente management.
Dal governo espressa la volontà di proseguire il confronto, per definire criteri di sostenibilità degli attuali livelli occupazionali in Cassa di Risparmio. Obiettivo dell'esecutivo è quello di garantire il mantenimento del più alto numero di dipendenti, senza così escludere l'adozione di contratti di solidarietà.
La firma dell'accordo rappresenta un epilogo favorevole, tenendo conto di tutte le complessità del momento, anticipano i sindacati, mentre è Cassa di Risparmio a parlare di un risultato ottenuto “grazie alla collaborazione delle segreterie al Lavoro e Finanze, l'ottimo lavoro delle categorie sindacali e l'assoluta proattività dei dipendenti Asset e Carisp. Con questa sigla, gli obiettivi posti da Governo e Carisp – scrive ancora l'Istituto – divengono progetto comune e le due realtà sono già vicine, al lavoro, al servizio dei correntisti e del nuovo progetto comune”