|

Home >  Economia >  2017 >  Notizia

Destinazione turistica Romagna, per Confindustria opportunità per lo sviluppo del territorio

la presentazione di Destinazione turistica

Per Confindustria Romagna, Destinazione Turistica Romagna rappresenta un’occasione importante per tutti i settori: per il turismo, ma anche per il manifatturiero: "insieme - scrive - sono i pilastri della nostra economia".

“La Romagna è fortemente attrattiva da vari punti di vista – spiega Paolo Maggioli Presidente Confindustria Romagna - Contiamo su un'ampia rete d'infrastrutture in grado di integrarsi fra loro proponendo un'offerta altamente differenziata. Abbiamo fatto del concetto di ospitalità a 360° una delle nostre punte di diamante. Da noi è nata l'impresa turistica balneare e si sono sviluppate molte altre proposte, come l'offerta congressuale e quella enogastronomica, quella per il turismo culturale, l'edutainment e l'intrattenimento, il termale, quelle della Wellness Valley e della Motor Valley (nella declinazione romagnola The Riders Land). Forme che abbiamo ideato ed esportato, che rappresentano per il turista l’occasione di vivere più esperienze nella stessa vacanza e che oggi siamo pronti a potenziare con uno spirito di evoluzione e trasformazione, alla continua ricerca di nuove idee”.
Per essere sempre più competitivi occorre lavorare insieme, con le giuste sinergie fra pubblico e privato, per garantire un'offerta di tipo internazionale e strutturata su diverse proposte innovative, verso un'industria 4.0.
“Come imprenditori – commentano Giuseppe Costa Presidente Sezione Turismo Confindustria Romagna e Andrea Albani Invitato permanente Confindustria Romagna nella cabina di regia di Destinazione Turistica Romagna - siamo pronti a fare la nostra parte e nel settore turismo saremo impegnati in prima linea sia con la sezione della nostra Associazione dedicata sia con l’intero Sistema Confindustria perseguendo un’idea di area vasta indispensabile per lo sviluppo della nostra realtà.
Destinazione Romagna è sinonimo quindi della volontà di rendere il sistema Romagna sempre più reale e concreto e in grado di essere competitivo. Solo insieme potremo valorizzarne le eccellenze per fare di tante proposte un’unica offerta vincente”.