|

Home >  Economia >  2017 >  Notizia

Sanità: sindaci Romagna, presto grossi investimenti su ospedali

sindaci Romagna, presto grossi investimenti su ospedali

Una lettera aperta agli operatori dell'Ausl Romagna per "riconoscere le esperienze positive della sanita' romagnola, che si distingue per elevata professionalita', tempi di attesa limitati e un alto livello di fiducia tra i cittadini", e per "anticipare un corposissimo piano di investimenti che migliorera' la struttura fisica e le condizioni di lavoro dei presidi ospedalieri del territorio". L'hanno scritta il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, quello di Forli' Davide Drei, quello di Ravenna Michele De Pascale e quello di Rimini Andrea Gnassi.
Nella lettera, i sindaci sottolineano "l'elevata qualita' assistenziale" della sanita' romagnola, dimostrata "da molti indicatori, ad esempio il fatto che, su 100 ricoveri, i cittadini romagnoli ne effettuano ben 91 negli ospedali dell'Ausl Romagna".
Inoltre, proseguono i quattro, "i tempi d'attesa per gli interventi chirurgici per patologia oncologica registrano i risultati migliori a livello regionale", e l'Ausl Romagna "e' tra le poche realta', negli ultimi due anni, ad avere incrementato il proprio personale di 600 unita'". Tutto questo e' stato fatto "senza creare disavanzi, il che- annunciano i sindaci- ci consentira' di intervenire con un corposissimo piano di investimenti". Infine, i primi cittadini pongono l'accento sulla "nuova fase di confronto (interna, con i sindaci e con i sindacati) che pone al centro la valorizzazione professionale dell'Azienda, con l'obiettivo di un ulteriore rafforzamento del governo clinico e di una maggiore autonomia delle capacita' decisionali di tutta la rete".