|

Home >  Economia >  2018 >  Notizia

Centrale Rischi, Vivoli: "Non averne disposto per anni ha prodotto effetti sotto gli occhi di tutti"

Patrizio Ettore Cherubini e Andrea Vivoli

La Centrale Rischi: uno strumento per ottimizzare il sistema finanziario. L'argomento è stato al centro di un convegno organizzato dall'Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili a Domagnano in collaborazione con l'Università di San Marino.

E' stato spiegato perché utilizzare al meglio la Centrale Rischi, cioè quel sistema gestito da Banca Centrale nel quale arrivano informazioni sull'indebitamento della clientela fornite da banche, società finanziare e fondi comuni di investimento. E' uno strumento strategico soprattutto per gli intermediari finanziari.Tra le altre cose, il monitoraggio degli elementi legati alla CR può consentire di avere una 'fotografia' dei rapporti con il mondo bancario, conoscere gli eventi negativi e, quindi, di migliorare una struttura finanziaria. Ed è utile per attivare strumenti di tutela in situazioni di segnalazioni sbagliate o illegittime.

La Centrale è operativa da settembre 2017 ma, al momento, non scambia informazioni con altre centrali estere. "Non aver disposto per anni di questo potente strumento, ha prodotto effetti che sono sotto gli occhi di tutti - ha affermato Andrea Vivoli, in passato responsabile di vigilanza in Bcsm - soprattutto in termini di incidenza degli npl".

mt

Nel video, le interviste ai relatori del convegno Andrea Vivoli e Patrizio Ettore Cherubini