|

Home >  Economia >  2018 >  Notizia

Tlc: la RSA di TIM San Marino chiede vengano resi noti i dettagli del business plan

TIM San Marino
Dopo l'accordo con ZTE prosegue il botta e risposta tra la Rappresentanza sindacale aziendale di Tim San Marino e la Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni.

“In qualità di cittadini sammarinesi e di operatori del settore chiediamo vengano resi pubblici i dettagli del business plan”. Così – in un nuovo comunicato – la RSA di TIM San Marino si rivolge alla Segreteria di Stato alle Telecomunicazioni, in merito alla realizzazione della nuova rete per la telefonia mobile e della fibra in Repubblica. Secondo i lavoratori, la stima prudenziale di 135 milioni di ricavi - indicata da Zafferani -, “non trova alcun riscontro con le dimensioni del mercato, anche considerando la presenza di frontalieri e turisti”; specie in un contesto – si puntualizza - “in cui il roaming internazionale sta sparendo”. “Invece sono certi i costi – affermano -, stimati in 90 milioni di euro”. La Rappresentanza Sindacale Aziendale chiede, tra le altre cose, se tali numeri siano stati convalidati da un advisor di rilevanza internazionale, e quali saranno le quote di mercato tra gli operatori. Si sostiene inoltre che nuovi servizi – come il 5G – “di norma non portano ad un incremento dei ricavi”. La Segreteria, dal canto suo, nel comunicato precedente, aveva precisato come l'AASS avesse già accantonato le necessarie risorse per avviare il progetto, e che non sarebbe stato chiesto nulla ai cittadini. Ma anche su questo la RSA nutre riserve, e si domanda quale copertura pubblica sia prevista qualora negli anni sia necessario sostenere economicamente il progetto. “Si spieghi perché – recita la nota – si è scelto di utilizzare risorse pubbliche per finanziare acquisti da ZTE, realizzando nel frattempo tagli lineari alla spesa sociale e introducendo l'ennesima tassa patrimoniale”. Da qui la richiesta, alla Segreteria di Stato, di esporre dettagliatamente numeri ed ipotesi fatte nella definizione del business plan.