|

Home >  Politica >  2005 >  Notizia

In Congresso le deleghe a Lonfernini

Il congresso ricompatta i ranghi con la definizione delle deleghe e prepara la visita di stato in Libia. Domani la partenza dei Capitani Reggenti e la delegazione di governo, per una serie di colloqui sul possibile accordo contro le doppie imposizioni e sulla fornitura di gas metano. Conferite le deleghe a Giovanni Lonfernini, segretario di stato all’informazione, agli istituti culturali, alla protezione civile e per i rapporti con l’azienda di stato dei servizi e con le giunte di castello. Avra’ inoltre la funzione di coordinamento per il progetto delle riforme istituzionali. In proposito annuncia, come primo atto, l’incontro tra maggioranza, opposizioni e rappresentanti consiliari sulla riforma del congresso di stato. Ridefinite le deleghe a Rosa Zafferani, cui competerà la segreteria agli affari interni, alla pubblica istruzione e università. Nella segreteria finanze e bilancio restano le deleghe ai trasporti, e i rapporti con l’azienda filatelica e numismatica; si aggiunge la ricerca. Proposta inoltre la nomina di due dei componenti l’organo di direzione dell’ufficio rapporti economici internazionali: Luciano Bollini e Antonio Carattoni. Il segretario Berardi ha riferito dell’incontro a Roma con il ministro Fini, e della disponibilità ad arrivare a breve agli accordi per la restituzione dei fondi Sisde, l’accordo di cooperazione e quello sui frontalieri. Ma si e’ parlato anche di casinò, in congresso. L’impegno e’ di sviluppare un dibattito, prima in consiglio con un apposito comma gia’ a metà marzo, e piu’ in generale nel paese anche attraverso iniziative popolari. 'Vogliamo la massima trasparenza sull’argomento – ha ribadito Mularoni – pur nella necessità di dover dare una risposta alla proposta austriaca'. Il governo ha affrontato anche la questione Casa san Giuseppe. 'Non siamo titolati a rispondere all’esposto di Ap. Ma abbiamo già posto la rinegoziazione della convenzione del’99 che vede lo Stato quale garante del pagamento del mutuo'. La commissione per il controllo della finanza pubblica e’ in attesa dell’atto integrativo sui tempi di restituzione delle somme anticipate dallo stato. Con delibera e’ stata poi autorizzata la riduzione della tassa ambientale sui consumi eccedenti d’acqua, il caso delle bollette gonfiate, nei casi di comprovata perdita nelle condutture. Provvedimento che interessa una ottantina di casi. In chiusura l’emissione del bando di concorso per dirigente dell’ufficio marchi e brevetti, e del secondo bando di gara per secondo operatore nella revisione dei veicoli.