RTV | |
Home >  Politica >  2008 >  Notizia

Congresso di Stato: San Marino riconosce il Kosovo

Palazzo Pubblico
Palazzo Pubblico

San Marino riconosce la neonata Repubblica balcanica del Kosovo. Una richiesta da parte delle autorità kosovare, inviata al governo sammarinese nel febbraio scorso, poco dopo la proclamazione di indipendenza dalla Serbia. Il Titano ha voluto espletare una serie di valutazioni politiche prima di pronunciarsi e oggi, con una delibera del Congresso di Stato, ha proceduto al riconoscimento ufficiale del Kosovo, il 50° stato indipendente europeo. Un atto politico – spiega il Segretario agli Esteri, Fiorenzo Stolfi – che arriva in un momento particolarmente opportuno, proprio all’indomani della celebrazione delle elezioni politiche in Serbia, paese con il quale San Marino ha una proficua collaborazione in campo internazionale. In linea con le decisioni delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea, con le sole riserve di Spagna e Grecia, che temono ripercussioni nel rapporto con i movimenti indipendentisti di casa loro, i Baschi nella penisola iberica e la Macedonia in quella ellenica. Deciso dall’esecutivo anche lo stanziamento di fondi da destinare agli interventi di solidarietà in favore dello Myanmar, dove sale costantemente il numero delle vittime del ciclone che ha colpito la ex Birmania 9 giorni fa. Secondo le nuove stime dell’Agenzia Umanitaria delle Nazioni Unite sarebbero oggi circa 2 milioni le persone che lottano per sopravvivere ai danni. L’80 per cento delle case sono state distrutte e le autorità sono in grado di distribuire solo una tazza di riso al giorno per ogni famiglia. Il Governo sammarinese ha stanziato 30 mila euro e lanciato un appello ai cittadini, le organizzazioni, gli Enti e le imprese, per dare vita al più presto alla rete di solidarietà in favore delle popolazioni colpite. Conti correnti saranno aperti nelle diverse banche della Repubblica per consentire di devolvere i contributi necessari agli aiuti. Infine, sempre sul fronte internazionale, San Marino ha deciso di aderire alla Convenzione dell’Unesco contro il doping nello sport. Una pratica in crescita che le autorità sportive stanno cercando di combattere con ogni mezzo. Alle Segreterie di Stato alla Sanità e allo Sport il Congresso di Stato ha conferito l’incarico di predisporre una normativa specifica per adeguare la legislazione sammarinese a quella di altri paesi, sia in vista della prossima competizione olimpica, sia per le numerose manifestazioni sportive ospitate dal Titano. Una normativa adeguata per assicurare la necessaria azione di prevenzione.

domenica 11 maggio 2008
© RIPRODUZIONE RISERVATA