|

Home >  Politica >  2011 >  Notizia

Giunte di Castello. Con l’arrivo del 2012, priorità e speranze di Borgo Maggiore, Acquaviva e Serravalle

Giunte di Castello. Con l’arrivo del 2012, priorità e speranze di Borgo Maggiore, Acquaviva e Serravalle

Anno nuovo, esigenze vecchie? Pare di sì. A Serravalle – puntualizza il Capitano, Leandro Maiani – le priorità per il 2012 sono quelle di sempre: la viabilità, l’impegno a rendere sempre più vivibili i centri urbani. C’è poi la volontà, tutta nostra – aggiunge – di creare le condizioni per una maggiore visibilità all’esterno delle specificità che il territorio offre. Non solo centri commerciali, dunque, ma è la capacità di servizio di realtà più piccole, commerciali e no, a dover essere valorizzata. Ovviamente, senza entrare in contrasto con i grandi. La Giunta si ripromette inoltre di continuare sulla strada degli eventi, ad esempio la sfilata estiva di moda a Dogana, in grado richiamare l’attenzione generale. Solo un rammarico: in Giunta aleggia una certa delusione per la bassa considerazione da parte della politica. “Un senso di stanchezza – sostiene Maiani – che si riflette sui cittadini, di conseguenza poco motivati a seguire le attività della Giunta stessa”. Pensiero, questo, condiviso da Acquaviva. Il Capitano Loretta Mazza ha innanzitutto le idee chiare sui problemi di natura finanziaria. “Lo stanziamento per il fondo delle Giunte – dice – si assottiglia sempre di più ed è ormai ridotto al minimo. Stessa sorte al ribasso – sottolinea – per il contributo concesso dalla Segreteria competente per l’organizzazione di eventi e gemellaggi, passato da 25mila a 20mila euro”. L’equivalente di poco più di 2mila euro per Castello. Se si pensa poi che i contributi richiesti ad altre segreterie vengono sistematicamente negati! Ora si spera che le cose cambino con la riforma delle giunte di castello, che dovrebbe finalmente approdare in Consiglio, in prima lettura, a gennaio. Gli interventi infrastrutturali invece stanno a cuore al Capitano di Borgo, Sergio Nanni: dal completamento della rotatoria sulla Sottomontana – compreso il piazzale adiacente da adibire in parte a parcheggio, in parte a parco – alla realizzazione del secondo parcheggio dell’ospedale entro la fine dell’autunno. Non ultimo il rifacimento della pavimentazione nel centro storico, patrimonio Unesco, e nuovi marciapiedi.

Silvia Pelliccioni