|

Home >  Politica >  2013 >  Notizia

Patrimoniale all'esame delle forze di maggioranza

Patrimoniale all'esame delle forze di maggioranza
La bozza della patrimoniale all'esame delle forze di maggioranza, si ragiona sugli aspetti tecnici e sull'esenzione per la prima casa

La data fissata dalla Finanziaria scade oggi. Il 31 gennaio, infatti, è stato indicato come il termine per l'emanazione del decreto delegato che dovrà introdurre l'Imposta Straordinaria sugli immobili, meglio nota come “patrimoniale”. La bozza del disegno di legge è all'esame delle forze della coalizione, che stanno valutando la questione in tutte le sue sfaccettature. La questione è complessa e c'è chi non esclude che, alla fine, si possa arrivare a chiedere anche un piccolo slittamento, ma questa al momento è solo un'ipotesi. Da valutare ci sono aspetti tecnici, come l'aggiornamento del Catasto, gli allibramenti e le conseguenti rendite catastali, e poi la questioni squisitamente politiche. Tra queste anche l'esenzione per la prima casa, i criteri per fissare il diritto all'esclusione del pagamento. In un primo momento sembrava farsi strada l'ipotesi di un'esenzione per le dimore effettive inferiori a 75 metri quadri, poi, stando alle indiscrezioni, si pensava di innalzare la metratura o di prevedere una detrazione, con il pagamento della sola differenza per le abitazioni più grandi. Fra le ipotesi c'è anche quella di una possibile esenzione per tutte le prime case o la possibilità di valutare, oltre ai metri quadri, anche la composizione del nucleo famigliare. Tutte possibilità, nessuna conferma ufficiale dalla Segreteria alle Finanze, che rimanda a domani, quando scadrà il termine per il deposito della proposta legislativa. L'imposta si riferisce all'esercizio 12012 e il gettito previsto dovrà superare i 10 milioni di euro; l'articolo 36 della finanziaria non esclude la possibilità per il 2013 si possa pensare ad una riduzione della patrimoniale, in funzione del risultato della spending review e degli equilibri del bilancio.

Sergio Barducci