|

Home >  Politica >  2015 >  Notizia

Il deputato Pd Arlotti traccia il bilancio del 2015 alla Camera con le ricadute sul territorio riminese

Il deputato Pd Arlotti traccia il bilancio del 2015 alla Camera con le ricadute sul territorio riminese

Dal 15 marzo 2013, quando ha cominciato la sua prima legislatura alla Camera, Tiziano Arlotti, è stato protagonista di una intensa attività a Montecitorio e nella classifica dell'indice di produttività parlamentare è risultato 106esimo, su 630 deputati. Su 14.254 votazioni elettroniche in 31 casi - lo 0,22% del totale - non ha seguito gli ordini di partito, ma – precisa – è stato quasi sempre per errori tecnici che non hanno determinato conseguenze politiche. Ma il deputato Pd riminese, al di la delle fredde statistiche fornite da “Openpolis”, rimarca l'attività concreta sviluppata nel 2015 e le ricadute sul territorio. Il Jobs act, per esempio, nel riminese ha piu' che raddoppiato le assunzioni a tempo indeterminato passate dal 4,5% del 2014 al 10,1% dei primi nove mesi 2015. Altra fronte su cui Arlotti ha profuso il suo impegno è stato quello dell'estensione della riduzione del 70% dell'Irap a tutte le imprese che assumeranno lo stesso lavoratore stagionale, con vantaggi importanti per le attività turistiche. Il deputato Pd ha ricordato inoltre le ricadute positive per la nautica con l'abbassamento dell'Iva dal 22 al 10% e l'abolizione della tassa “Monti” ma anche il provvedimento di “sospensione” dei procedimenti amministrativi, a tutela delle attuali concessioni demaniali marittime. Tanti i dossier aperti sulle infrastrutture: il trc va avanti, la nuova statale 16 è stata inserita tra le priorità strategiche regionali, i lavori della messa in sicurezza della superstrada rimini san marino sono in corso (e nella seconda fase spariranno tutti i semafori) mentre sull'aeroporto si attende la sentenza della cassazione ed Arlotti spera in una soluzione positiva. Sempre in prima linea, inoltre, il deputato riminese – che ha un passato da frontaliere sul Titano dal 1996 al 2005 – sulle questioni inerenti San Marino. Recentissima, a settembre, la chiusura della partita degli accordi strategici tra i due paesi, con la ratifica a settembre dell'accordo radiotelevisivo. Ma la collaborazione italo - sammarinese prosegue su molti altri fronti tra cui il parco scientifico, l'aeroporto, i collegamenti viari. Arlotti ha fatto riferimento anche ad un collegamento alternativo alla ss72, lungo il vecchio tracciato della ferrovia.

l.s.