|

Home >  Politica >  2017 >  Notizia

L'ambasciatore d'Italia a San Marino, Guido Cerboni, presenta le lettere credenziali

L'ambasciatore d'Italia   presenta le lettere credenziali

I temi prioritari dell'agenda bilaterale al centro dei colloqui a Palazzo Begni. Insieme ai Direttori del Dipartimento, il segretario agli Esteri Nicola Renzi accoglie Guido Cerboni, con l'auspicio di un mandato all'insegna della collaborazione, dopo l'impulso impresso negli ultimi anni.
Linee ribadite a Palazzo Pubblico, nel presentare, davanti anche ai segretari di stato e ad una rappresentanza dei consiglieri, il nuovo ambasciatore ai Capi di Stato, quando il segretario agli esteri ha sottolineato i legami tra due paesi vicini per identità e tradizioni, in un rapporto consolidato dopo aver superato fasi anche critiche, e che deve ora guardare al pieno rilancio.
Presenta le lettere credenziali l'ambasciatore Cerboni: l'accento sulla eredità positiva ricevuta, nella responsabilità di conservarla, inaugurando al contempo una fase di rinnovato slancio delle relazioni.
Cita, a proposito, i colloqui estivi tra Renzi e Alfano con la nascita di tavoli tecnici su temi di interesse comune. Ricorda l'apporto che viene dai tanti italiani residenti, nonché dai frontalieri, da leggere come risorsa per la crescita economica del Paese. Garantisce collaborazione in ambito diplomatico per iniziative di interesse comune, dalla promozione turistica all'ambito culturale.
“La grandezza di un paese - dice ancora - non si misura nelle sue dimensioni territoriali o produttive, ma nella qualità del suo popolo e delle sue istituzioni”. Esprime così ammirazione per i valori fondanti la Repubblica – libertà e democrazia – “gli stessi su cui si è costituita l'Unione Europea” – dice - e da qui parte per ribadire pieno appoggio dell'Italia, non solo nei rapporti bilaterali e nelle sedi multilaterali, ma anche nel processo di avvicinamento alla UE in cui San Marino è coinvolto.

Nel video, l'intervista all'ambasciatore d'Italia a San Marino, Guido Cerboni

AS