|

Home >  Politica >  2017 >  Notizia

Sammarinesi all'estero ricevuti dalla Reggenza: ora investire sui giovani connazionali

Sammarinesi all'estero ricevuti dalla Reggenza: ora investire sui giovani connazionali
Prima udienza per i nuovi Capitani Reggenti.

Dietro alle 25 comunità di cui è composta la Consulta dei sammarinesi all'estero ci sono migliaia di storie, migliaia di vissuti di generazioni che hanno cercato fortuna nel mondo senza mai dimenticarsi di San Marino. Con il tempo il testimone passerà ai giovani ed è proprio a loro che è stata dedicata parte dell'udienza con i Capitani Reggenti, Matteo Fiorini ed Enrico Carattoni.

Sarà grazie alle tecnologie che i ragazzi che vivono in America, Australia oppure in Europa potranno partecipare attivamente alla vita del Paese. Sulla comunicazione chiede di investire Iolanda Berno Macina, rappresentante della comunità argentina. “La Consulta è ormai diventata grande”, ha detto.

Tra le proposte del segretario di Stato agli Esteri, Nicola Renzi, c'è il censimento delle migliori professionalità fuori dal confini e potenziare i soggiorni culturali. Connazionali all'estero che rappresentano, quindi, una risorsa importante.

Nel suo discorso, la Reggenza ha fatto anche riferimento ai giovani che vivono sul Titano, perché la Repubblica si impegni a offrire loro nuove possibilità e scongiurare l'espatrio.

Mauro Torresi


Nel servizio, l'intervista a Nicola Renzi, segretario di Stato agli Esteri, e un estratto del discorso della Reggenza