|

Home >  Politica >  2017 >  Notizia

Commissione giustizia: dimissioni ufficiali per i tre commissari, Ciavatta presenta denuncia

Commissione Giustizia
L'esponente di Rete si è presentato in Gendarmeria: fatti che “a mio avviso – ha detto - hanno rilevanza penale” e che chiamano in causa la stessa commissione nonché parte dell'esecutivo

Indirizzata alla Reggenza, hanno depositato la lettera in segreteria istituzionale questa mattina, ufficializzando così quanto anticipato ieri in Aula.
Dimissioni per i 3 consiglieri di minoranza in Commissione Affari di Giustizia: il Presidente Massimo Andrea Ugolini del Pdcs, Denise Brozetti del Partito Socialista e Roberto Ciavatta di Rete.
Nulla trapela sulle circostanze scatenanti – i lavori della commissione sono coperti da segreto – ma di certo un punto di rottura insanabile e che è divenuto subito oggetto di un dibattito acceso in Aula, proprio all'apertura della seduta consiliare.
Sono rimbalzate le accuse tra i banchi, con i tre commissari che hanno denunciato ingerenze tra poteri dello stato – della politica sulla magistratura - e i rappresentanti della maggioranza nella stessa commissione, che hanno accusato di strumentalizzazione e ribadito - di contro - l'esigenza di fare piena chiarezza, proprio in virtù del pieno rispetto dell'autonomia e dell'agire del Tribunale.
Una posizione particolarmente forte quella del commissario di Rete, Roberto Ciavatta che, come anticipato, si è presentato questa mattina in Gendarmeria per denunciare, da cittadino e da ex membro della commissione, fatti che “a mio avviso – ha detto - hanno rilevanza penale”, chiamando in causa a vario titolo la stessa commissione nonché parte dell'esecutivo.

AS