|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Verso le elezioni del 4 marzo: voto per posta o nei Comuni di riferimento per gli italiani residenti a San Marino

Italia al voto
Sul sito dell'Ambasciata -www.ambsanmarino.esteri.it/ambasciata_sanmarino/it/ - tutte le informazioni utili

Sono circa 14mila gli italiani residenti sul Titano, suddivisi tra chi possiede un'unica oppure doppia cittadinanza. In attesa dei dati ufficiali, si stima che gli aventi diritto di voto nelle elezioni politiche italiane del 4 marzo prossimo siano sui 10mila. Si potrà votare per posta esprimendo la propria preferenza per i candidati alla Camera dei Deputati e al Senato che si presentano nella Circoscrizione Estero.
I plichi contenenti certificato elettorale, la scheda o le schede elettorali, arriveranno con ogni probabilità entro il 18 febbraio. Chi invece ha scelto di votare in Italia nel proprio Comune, ha assolto all'obbligo di comunicare per iscritto la propria opzione al Consolato entro i termini di legge, ovvero il 31 dicembre 2017.  
Da precisare che gli elettori che si recheranno alle urne nel Comune italiano di riferimento saranno chiamati ad esprimersi per i candidati delle circoscrizioni nazionali, quindi nomi diversi rispetto a quelli dei candidati in lizza nella Circoscrizione Estero. Il Vice Presidente del Comites San Marino (Comitato Italiani Residenti all'Estero) auspica che per il voto all'estero si arrivi presto all'utilizzo di una procedura più consona e trasparente, ad esempio il voto telematico (attraverso password individuale) oppure direttamente presso il seggio consolare. “In questo modo – spiega Alessandro Amadei - sarebbe tutto più tracciabile, controllando che il voto sia esercitato proprio dal titolare effettivo del certificato elettorale”. Circostanza che soprattutto il voto per posta, ora come ora, non può garantire. 

sp