|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Imposta sui consumi, Santi (Mdsi) sulla legge: "Perplessità sul metodo"

La legge quadro sull'Iva, frutto del lavoro di consulenti della Scuola europea di alti studi tributari incaricati dalla Segreteria Finanze, incassa i primi commenti delle opposizioni dopo l'incontro preliminare di ieri: “Una impostazione molto semplice, ma già preconfezionata”. “Abbiamo espresso ancora una volta perplessità sul metodo – afferma Emanuele Santi (Mdsi) –, l'impianto della norma, infatti, risulta già in fase avanzata, senza il necessario confronto preventivo sulle linee guida con le parti sociali e le categorie economiche”. Dettata intanto dal Governo la road map per la legge: a marzo gli incontri tecnici; tra aprile e giugno il confronto pubblico con la cittadinanza; a luglio la prima lettura in Consiglio; tra settembre e ottobre l'ultimo passaggio in Aula per l'approvazione. “La legge conterrà i principi, mentre avrà carattere dispositivo con i decreti in un secondo tempo, ma al di là della forma dobbiamo capire – aggiunge Santi – dove vogliamo andare come Paese. Come DiM e come opposizioni – conclude – abbiamo anche chiesto di poter conoscere, per compiere una analisi politica, gli studi e le proiezioni su cui il lavoro dei tecnici si è basato, ovvero quelle che sono le marginalità che dà la monofase; in altre parole sapere chi contribuisce a cosa. Dati fondamentali da cui partire per un ragionamento più puntuale sulla materia”.