|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Caso Pierfelici: duro scontro in commissione Esteri tra maggioranza e opposizione

Commissione Esteri
Osvaldo Bevilacqua, Andrea Bocelli e Antonella Mularoni nuovi diplomatici a disposizione

La notizia della revoca dell'incarico al Magistrato dirigente, Valeria Pierfelici, monopolizza la Commissione Affari esteri. E dall'opposizione partono le prime critiche: Mussoni, Pdcs, definisce la revoca e la divulgazione dell'ordine del giorno finale del Consiglio giudiziario plenario “un atto che incide sulla reputazione e sulla credibilità del sistema Paese”. Critico anche Matteo Zeppa, Rete, che parla di un “vero colpo di stato”. Dalibor Riccardi, Psd, teme il rallentamento della giustizia mentre Denise Bronzetti, Ps, ribadisce il problema reputazionale verso l'esterno. Pedini Amati, Mdsi, chiede quale siano le responsabilità imputabili a Pierfelici denunciando le ingerenze della politica all'interno del Consiglio plenario.
La maggioranza con Margherita Amici, Rf, bacchetta Zeppa per il suo intervento: “Contumelie, accuse personali e linguaggio violento, oggi qui dentro si è passato il segno”. Mentre Giuseppe Maria Morganti, Ssd, replica alle accuse di ingerenza: “ E' ingiusto accusare la politica di volere interferire”. La decisione di rimuovere Pierfelici “è stata presa dalla stragrande maggioranza dei magistrati- assicura- da magistrati di seconda e terza istanza, le più alte sfere dei giudici”. Luca Santolini, C10, rafforza la replica dell'alleato: “Se la maggioranza di quelle persone, oltretutto quelle con più esperienza e di più alto grado, lanciano al Plenario una serie di messaggi e una richiesta così forte, il Plenario non può fare finta di niente”.
Il Segretario Renzi scansa definitivamente le accuse di ingerenza: “Tutti i membri laici, ovvero i consiglieri della commissione Affari di giustizia- chiarisce- anche votando l'Odg di ieri, hanno fatto proprie le posizioni espresse dalla maggioranza della parte togata, dei suoi 2/3”.
La seduta è proseguita con le nomine di Osvaldo Bevilacqua, Ministro a disposizione e di Andrea Bocelli, Ambasciatore a disposizione. Antonella Mularoni, anche lei nominata Ambasciatore a disposizione per seguire il progetto di internazionalizzazione.