|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Bilanci dei partiti: Rf il più 'ricco', per il Pdcs 120mila euro in meno di sovvenzioni

Aula consigliare
Tra un risultato positivo e uno negativo, molto dipende dal contributo pubblico ricevuto.

L'ultimo risultato elettorale ha avuto una forte influenza anche sulla situazione economica delle forze politiche, con partiti passati all'opposizione e altre formazioni in ascesa. La situazione è quella pubblicata dalla Segreteria Istituzionale e consultabile sul sito web del Consiglio Grande e Generale.

Il partito che naviga, per così dire, nelle acque migliori è Repubblica Futura, con un utile di 179.326 euro al 31 dicembre 2017. Un risultato col segno più ottenuto, si legge nei documenti, grazie al contributo statale e, “in particolar modo”, dalle donazioni ricevute dai due partiti fondatori Upr e Ap. Le disponibilità liquide ammontano a 122.871 euro.

Situazione rosea anche per gli alleati della maggioranza. Civico 10, fondato nel 2012, chiude l'anno con 49.603 euro di utile. Ssd con +10.860 euro.

Anche all'opposizione c'è chi ha giovato di un contributo statale rilevante per il bilancio. Rete spiega che, con otto consiglieri, ha ottenuto 148.128 euro e chiude i conti con un utile di 27.016 euro. Movimento Democratico San Marino Insieme finisce il 2017 con un avanzo di gestione di 10.614 euro.

Ad accusare il colpo più forte deve essere stato il Pdcs che, nella nota, parla di un bilancio negativo legato principalmente alla diminuzione del contributo statale. Meno consiglieri eletti hanno fatto scendere le sovvenzioni da 296.958 euro a 176.343 (-120.615 euro). Al termine dei conti, si arriva a un disavanzo di 56.578 euro. In perdita anche il Partito Socialista per 44.313 euro. Segno più, invece, nel Psd: per i socialisti e democratici l'utile a fine 2017 è di 5.935 euro.

Mauro Torresi