|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Caso Titoli: Dim invita la maggioranza al confronto, i sindacati chiedono tutela ai fondi pensione

Bcsm

Sfida a distanza fra Dim e Governo su titoli e patrimoniale. Stessa sera, stesso tema. Le sale sono piene, il pubblico attento.

Due serate, quindi, due letture opposte. E mentre Dim invita la maggioranza ad un confronto pubblico, la Csu interviene su Fondiss. Il Governo – dice - deve tutelare il risparmio previdenziale di migliaia di lavoratori senza alcuna incertezza. Sia fatta massima chiarezza a tutti i livelli riguardo ai possibili rischi cui sono sottoposti i fondi pensionistici”. Il sindacato è preoccupato, “vengono i brividi – scrive - nel leggere l’ordinanza del Tribunale: sembra la trama di un romanzo, ma quanto emerge potrebbe essere la realtà. Lascia esterrefatti – continua - la facilità con cui soggetti esterni alla Repubblica pare siano stati in grado di influenzare le Istituzioni e di perseguire i propri interessi.

Tanti gli interrogativi della Csu sugli obiettivi di alcuni decreti emessi dal Governo. "Vi furono pressioni fortissime – si legge - per vincolare il deposito presso BCSM fino al 30 giugno 2018, anziché fino al 31 dicembre 2017, come richiesto unicamente dai rappresentanti di CSdL e CDLS. Di certo sono state fortissime le pressioni degli ex vertici di Banca Centrale verso il Governo che non è esente da responsabilità politiche rispetto a quanto succedeva in Banca Centrale, sia nei rapporti interni che nelle relazioni con soggetti esterni”.