|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

PDCS: presentata la 45esima edizione della "Festa dell'Amicizia"

Presentazione Festa dell'Amicizia
3 giorni di kermesse da venerdì 17 agosto. I vertici DC, in conferenza stampa, hanno espresso preoccupazione per l'attuale momento politico

3 giorni di eventi, dibattiti politici; ma soprattutto – come ha sottolineato Gianfranco Ugolini - di aggregazione per tutta la cittadinanza. Quest'anno la Festa dell'Amicizia ha una valenza particolare, poiché si celebrerà in occasione del 70esimo anniversario della fondazione del Partito. Dal Segretario DC Gian Franco Venturini un ringraziamento, innanzitutto, a coloro che si sono spesi nella realizzazione dell'evento. Grande rilievo, anche quest'anno, ai dibattiti politici. Venerdì 17 agosto ci si confronterà sulle ricette, che permettano la salvaguardia del sistema sociale sammarinese. Il giorno successivo tutti i rappresentanti delle Forze in Consiglio, saranno invitati a riflettere su quale assetto istituzionale possa garantire che “la democrazia non degeneri in una dittatura della maggioranza”. Domenica 18, infine, a Piazza Bertoldi, l'intervento del Segretario del PDCS. E poi le attrazioni: dalla lotteria agli spettacoli di ballo. Tutte di alto livello – ha assicurato il Segretario della Sezione di Serravalle – le orchestre che si alterneranno sul palco, come quella di Omar Lambertini. “Anche quest'anno i giovani – ha ricordato Lorenzo Bugli – saranno parte attiva della festa”; dedicato a loro il Live Festival, che si aprirà con una sfilata di moda, e che vedrà – nei giorni successivi – l'esibizione di numerose band; headliner i “Muse Italian Connection” e i “Necrofilia”. In conferenza stampa anche uno sguardo all'attuale situazione politica. Espressa preoccupazione per le voci di fusioni bancarie. “Il Governo – ha detto Stefano Canti – deve fare chiarezza sui dati dell'AQR, per capire se vi sia davvero necessità di ricapitalizzazioni o accorpamenti”. Dalla DC critiche alla Maggioranza anche per la recente approvazione – in Consiglio - della variazione al bilancio di previsione dello Stato, “che ha previsto – sottolinea Venturini – un ulteriore disavanzo di 8 milioni e 300.000 euro e interventi quali l'incremento dal 35 al 55% del secondo acconto del credito d'imposta per gli operatori economici”.