|

Home >  Politica >  2018 >  Notizia

Blocco fondi per le periferie, Decaro (Anci): "Uno sgarbo istituzionale"

Antonio Decaro

Dopo i presidi scolastici anche i pediatri dei collegi dei professori universitari si schierano contro le decisione del ministro della Sanità Grillo di consentire l'autocertificazione per la vaccinazione dei bambini, ritenuta in contrasto con le attuali normative. Il ministro Di Maio prova a smorzare la polemica, dicendo “Crediamo nei vaccini, rinviamo solamente l'obbligo scolastico”. 

E un altro rinvio sarebbero i soldi destinati alle periferie delle città, che ha fatto infuriare i sindaci. Giuseppe Sala, a capo di Milano, se la prende anche col Pd che ha votato il decreto: “Ora bisogna rimediare – ha detto – perché in tema di riqualificazione delle periferie, come me molti altri sindaci ci hanno messo la faccia”. Più ottimista la sindaca di Roma a 5Stelle Virginia Raggi, che interpellata ha detto “rassicuriamo i romani, noi abbiamo e avremo i nostri 18 milioni per tre progetti importanti nelle periferie. È arrivata una sentenza della Corte Costituzionale che ha detto che il piano predisposto dal vecchio governo non era fatto bene”.

Nel video le dichiarazioni del Sindaco di Bari, e presidente dell'Associazione nazionale comuni italiani, Antonio Decaro