|

Home >  Politica >  2019 >  Notizia

Accordo UE e Consulta residenti all'Estero: si torna in aula

Palazzo Pubblico
Consiglio Grande e Generale

Domani alle 13:30 la ripresa della seduta del Consiglio Grande e Generale. Ecco in dettaglio i principali punti dell'ordine del giorno dei lavori che proseguiranno fino a mercoledì.

Si comincia dalle relazioni del Comitato di Bioetica, sul triennio 2014-2017 e dell'Authority Sanitaria, sul biennio 2017-2018, poi una ratifica inerente la Banca Europea per la ricostruzione e lo sviluppo e a seguire i decreti: si starebbe valutando il possibile slittamento di quello sull'ICEE e sulle misure misure a sostegno del sistema finanziario.
All'ordine del giorno anche tre progetti di legge in seconda lettura per l'approvazione definitiva. Si tratta delle misure per contrastare il finanziamento del terrorismo e la proliferazione delle armi di distruzione di massa, la riforma della Consulta dei sammarinesi residenti all'estero e la modifica dell'articolo 4 della Dichiarazione dei Diritti del 1974. Un intervento, quest'ultimo, volto ad escludere distinzioni riferite all'orientamento sessuale, dopo l'approvazione della legge sulle Unioni Civili.

Altro tema caldo in agenda il riferimento del Segretario di Stato agli Esteri Renzi sull'accordo di associazione con l'Europa a pochi giorni dall'approvazione, ad ampia maggioranza, al Parlamento Europeo della relazione “Lopez Aguilar”. Anche se solo in prima lettura, inoltre, c'è da esaminare il progetto di riforma della legge elettorale. È stato presentato dalle opposizioni e ricalca il quesito referendario che attende solo la decisione della Reggenza sulla data. L'esame in aula è stato fissato dall'ufficio di presidenza non oltre mercoledì 20 – ultimo giorno di lavori consiliari - alle 8:30.

l.s.