|

Programmi >  Sport >  L'Antologia dello Sport >  Destro e Sinistro

Destro e Sinistro

Storie di pugni e di uomini dentro e fuori dal ring. Nino Benvenuti ammise in lacrime dopo il titolo mondiale: “Ho cominciato con la boxe perchè in palestra c'era la doccia calda”. Muhammad Alì soffriva in allenamento e si ripeteva ossessivamente: “Soffri ora e vivrai da campione”. C'era una volta il pugilato, e picchiare più forte della vita era un modo come un altro per migliorare la propria condizione. C'è oggi il pugilato come scelta, gesto tecnico, disciplina sportiva. I pugni sono meno disperati, ma non fanno meno male. Destro e Sinistro vuole raccontare le storie di sport e vita attraverso i momenti e gli uomini che hanno fatto grande la boxe o che la boxe ha fatto grandi.
Trasmissione condotta da Roberto Chiesa. In studio l'ex pugile Armando Bellotti

GLI ANNI '60-'70

Destro e Sinistro: GLI ANNI '60-'70

Sarà la storia di quattro pugili e delle loro battaglie dentro e fuori dal ring ad aiutarci a contestualizzare quello che questa disciplina rappresentava per quell'epoca. E precisamente Muhammad Alì, Nino Benvenuti, George Foreman e Joe FrazieR.

Ospite in studio: SIMONA GALASSI (Campionessa Europea pesi Mosca in carica)

GLI ANNI '80-'90

Destro e Sinistro: GLI ANNI '80-'90

La seconda giovinezza di uno sport che cambia qualche regola, prende i soldi delle televisioni e riempie i palazzetti. Tirare di boxe diventa un affare, un modo per investire il talento e farlo rendere economicamente. Riunioni dappertutto, serate con palazzetti strabocchevoli. Eroi miliardari che inchiodano al divano appassionati e nottambuli che mettono la sveglia per non perdere i match che arrivano live dall'america. Roberto Duran, Marvin Hagler, Sugar Ray Leonard, Thomas Hearns e Mike Tyson. Pugni, dollari, fama. E tutte le difficoltà di una vita esagerata.

Ospite in studio: ALBERTO SERVIDEI (Campione Europeo Super Piuma 2007)

I NOSTRI GIORNI

Destro Sinistro: I NOSTRI GIORNI

La crisi economica, la fuga degli sponsor, le palestre che chiudono. Non bastano stelle della grandezza di Oscar De La Hoya, Floyd Maywether, Giovanni Parisi o Julio Cesar Chavez per spingere i giovani verso uno sport durissimo che non garantisce più di ripagare i sacrifici fatti. Rino Tommasi ne “La Grande Boxe” scrive: “sono stato 30 anni nel pugilato senza aver preso, né tirato un solo pugno”. Abbiamo pensato di rubargli il segreto.

Ospite in studio: MATTEO SIGNANI (Campione Italiano pesi Medi in carica)