|

San Marino >  Comunità Sammarinesi >  Le Comunità >  FRANCIA - Associazione della RSM a Grenoble

Due feste per celebrare il Natale

Attività natalizie per la Comunità di Grenoble.
Il 12 dicembre si è celebrata la tradizionale festa del Natale, alla presenza del segretario di stato Pier Marino Mularoni. Agli anziani presenti, ben 160, è stata donata una confezione natalizia realizzata dal Consorzio vini con prodotti tipici. Una festa molto partecipata e che ha visto anche la presenza di rappresentanti dello stato francese e di sindaci delle città con presenzan di sammarinese. Tra tutte, Froges, città gemellata con il Catello di Acquaviva. Presenti ai festeggiamenti anche la dottoressa RASTELLI, console della circoscrizione, e Marino Guidi, console a disposizione. Nel discorso del presidente della Comunità Renè Rastelli è stato ribadito il forte attaccamento alla patria da parte dei residenti della sua comunità. A conclusione della festa, eseguiti gli inni nazionali sammarinese e francese.
Comunità ancora in festa, in vista del Natale, domenica 19. Si è celebrato il Natale dei piccoli, ben 52 bambini. Una festa dei sammarinesi: appesa al muro la bandiera e molti poster con i luoghi e gli eventi della Repubblica. Un gesto per ricordare ai più piccoli la loro appartenenza a San Marino, insegnandone i simboli. Dal direttivo è giunto l’apprezzamento per la presenza di un così alto numero di bambini. Un’occasione per rinsaldare il legame tra i membri della comunità – ben 4 le generazioni presenti - e la Repubblica.

Grenoble festeggia Sant'Agata - Visita dei Segretari Mularoni e Andreoli

La Comunità di Grenoble in festa il 5 e 6 marzo. Un momento conviviale e che ha coinciso per l’associazione con i festeggiamenti di Sant’Agata. Una occasione di incontro con i segretari di stato alle finanze e al turismo, Mularoni e Andreoli.

Oltre 150 sammarinesi di Grenoble riuniti a festeggiare Sant’Agata, per una comunità che conta oltre 470 concittadini. Ma soprattutto una occasione di dibattito sui temi cari ai sammarinesi all’estero. Come interlocutori i segretari di stato alle Finanze e al turismo, Mularoni e Andreoli che in visita a Grenoble hanno informato i concittadini all’estero sulla situazione in patria, in ogni campo del vivere, dai progressi in campo sociale a quelli istituzionale.
E’ il presidente della Comunità Rastelli a stilare l’agenda delle priorità per i cittadini oltreconfine: In primo piano leggi e riforme: apprezzamento espresso per il provvedimento approvata nel 2004 che abolisce la discriminazione tra uomo e donna (dando così a queste ultime uguali diritti di trasmissione della cittadinanza e del patrimonio). Non poteva poi mancare un riferimento all’art.7 della legge sulla cittadinanza e sul diritto di voto, con la richiesta di facilitare l’esercizio per gli elettori all’estero attraverso il voto telematico o per corrispondenza, utilizzando i consolati.
Ricordate poi tutte le iniziative in campo culturale e informativo messe in atto per avvicinare gli emigrati alla patria: dai soggiorni di studio estivi fino al Tg Comunità promosso dalla San Marino Rtv.
La parola ai segretari di stato: “I residenti all’estero – hanno detto Andreoli e Mularoni - costituiscono una ricchezza per la Repubblica, grazie alle competenze che hanno acquisito nelle più varie professioni. Sono – hanno detto – i primi ambasciatori del Paese”.
Sintetizzato poi il lavoro portato avanti in un anno di governo straordinario fornendo una fotografia del sistema paese San Marino. Dall’apertura agli scambi commerciali e turistici con molti paesi (citati gli accordi in corso con l’Austria, quelli appena nati con la Libia) e le più importanti iniziative di promozione della Repubblica nel mondo come il GP di San Marino e il progetto di portare una tappa del Motomondiale a Misano. Ribadita, ancora, la volontà di aprire accordi bilaterali con la Francia che ospita tanti sammarinesi, da tempo chiesti e ancora non attenuti.
Forniti dati sull’andamento dell’economia di San Marino: disoccupazione in calo, oltre 3 milioni di turisti l’anno. In discussione anche tematiche fiscali e finanziarie: dalla doppia imposizione e alla protezione degli investimenti bancari dei residenti all’estero, citando anche casi sui quali si sta tentando di fare chiarezza, come il crack Parmalat e Swissair. Affrontato anche il capitolo del diritto e dell’esercizio di voto dei residenti all’estero, sul quale sta lavorando la commissione per le riforme istituzionali, commissione alla quale anche la Consulta dei Sammarinesi residenti all’estero è stata invitata a partecipare.

Gemellaggio Froges-Acquaviva: il Capitano Semprini nella provincia di Grenoble

“La quercia rossa sta bene e continua a crescere”. E’ la rassicurazione fatta dal Capitano di Castello di Acquaviva, Silvano Semprini ai sammarinesi della provincia di Grenoble, durante la sua visita dello scorso 16 aprile a Froges. Un incontro organizzato per definire il programma della festa per il 21esimo anno di gemellaggio tra le due cittadine, Froges e Acquaviva. Ad unirle idealmente è proprio questo simbolo, la quercia rossa, l’albero che è stato trapiantata dalla città francese alla piazza della Casa del Castello: “Sono fiero di questo gemellaggio – ha detto il Capitano Semprini davanti ai consoli Eliane Rastelli e Marino Guidi e al presidente della Comunità di Grenoble Renè Rastelli – un gemellaggio che dura da oltre due decenni ed è l’unico a sopravvivere a San Marino”. La delegazione di Acquaviva è stata accompagnata in visita nella regione francese e in particolare sul fiume Rhone, per conoscere il bacino naturale del lago del Bourget, che contiene oltre 3 miliardi di metri cubi d’acqua. Durante l’incontro discusse anche ulteriori prospettive di incontro e collaborazione tra Froges e Acquaviva – accanto all’annuale ritrovo per la festa del gemellaggio – con progetti che coinvolgano soprattutto le giovani generazioni, dagli scambi di studio fino alle esperienze di carattere sportivo.

3 settembre: la festa della Comunità e del Consolato

Un programma speciale per la Comunità di Grenoble in occasione della festa del 3 settembre. La Fondazione viene festeggiata con due manifestazioni, organizzate in collaborazione con il Consolato. Si parte dallo sport con una gara di Karting (29 gli iscritti), che ha visto in campo anche diversi ragazzi e bambini. Alta la partecipazione e l'entusiasmo. Le premiazioni sono avvenute nell'ambito di un incontro nella Sede del Consolato, dove si è ricordata la storia di San Marino e si sono discussi eventi e manifestazioni in programma per la comunità e gli argomenti sul tavolo della prossima Consulta.

Giornate consolari a Lione

Lione

Lione in festa per le giornate consolari. 55 Paesi che hanno sede diplomatica nella Regione, dal 6 all’8 giugno, si sono dati appuntamento, in piazza Bellecour. San Marino partecipa alla manifestazione da 4 anni con uno stand della Segreteria di Stato al Turismo, visitato da oltre 7000 persone. Presente all’inaugurazione anche il Console di San Marino a Grenoble, Eliane Rastelli, insieme al presidente dell’associazione sammarinese dei residenti nella città francese, Marilyn Gasperoni e il Presidente Onorario della comunità, René Rastelli. Quest’anno, direttamente dal Titano, protagonista delle giornate consolari il Gruppo Storico “I fanciulli e la Corte di Olnano”: i figuranti, rigorosamente in costume medioevale, hanno sfilato per le vie della città destando la curiosità e l’ammirazione dei tanti visitatori giunti a Lione per l’occasione.

Campionato di bocce: Clement Casali si impone nella categoria Petanque

Petanque

Clement Casali ha vinto il campionato di bocce della Provincia dell’Isere, nella categoria petanque under 18. Dopo i buoni risultati ottenuti, il giovane talento ha espresso il desiderio di far parte della nazionale sammarinese di bocce. La richiesta è stata inoltrata dal Console Eliane Rastelli e dal Presidente Onorario della comunità di Grenoble René Rastelli, direttamente alla Federazione Sammarinese Bocce che, insieme al CONS, dovrà dare un responso alla candidatura di Casali. Il ragazzo ha intanto incontrato una delegazione di giocatori sammarinesi in trasferta a Froges per partecipare ad un torneo e successivamente si è recato in Repubblica per incontrare altri membri della federazione.

Un torneo di bocce per la Festa della Repubblica

Più di 200 persone hanno partecipato il 3 settembre a Grenoble al torneo di bocce organizzato dal Consolato. Tra i partecipanti anche una delegazione di sammarinesi arrivati dal Titano e invitati dal Console Eliane Rastelli.
Il torneo è stato organizzato dalle società di bocce di Crolles, Froges e Villard Bonnot sotto il Patrocinio delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri e il Turismo, con la partecipazione della Società di Bocce di Montecereto e della Federazione Bocce di San Marino.
Vincitrice assoluta in entrambe le categorie la società di Crolles.

Questa la classifica:

Categoria lionese:
1° Crolles
2° Froges
3° Villard-Bonnot
4° San Marino

Categoria provinciale:
1° Crolles
2° San Marino
3° Froges
4° Villard-Bonnet

Molte le autorità presenti alla premiazione. Il Console Eliane Rastelli ha ringraziato il Presidente Onorario, Renè Rastelli, il Presidente dell’Associazione, i soci della Comunità e tutti i giocatori per il lavoro svolto in occasione della festa e della gara. Lo spirito d’amicizia ha superato la competizione dando così l’opportunità a tutti di trascorrere una splendida giornata in nome di San Marino. Un ringraziamento particolare è stato rivolto alle Segreterie di Stato per il Turismo e lo Sport e gli Affari Esteri per il patrocinio, i premi ed i prodotti sammarinesi offerti.

La bandiera di San Marino sul 'tetto d'Europa'

Ha portato la bandiera sammarinese sulla cima più alta del vecchio continente. Un vero sportivo, Jean Claude Burgagni, sammarinese residente nella Provincia di Grenoble, già partecipante alla maratona di San Marino e che questa estate ha compiuto una escursione fin sulla cima del cosiddetti 'tetto d'Europa', il Monte Bianco. Nella foto, mentre mostra la bandiera della Repubblica di San Marino.

Pic-nic estivo

L’associazione della Repubblica di San Marino a Grenoble ha organizzato il suo tradizionale pic-nic estivo, in collaborazzione con il Consolato della circoscrizione.
Quest’iniziativa, vecchia di olte 28 anni, permette come sottolinea il neo-presidente Etienne Giorgetti un incontro intergenerazionale e di gastronomia.
Novità quest’anno il corso di fabbricazione della piada (le nonne hanno insegnato a dei giovani come fare la piada a mano) questo fà parte anche del dovere di trasmissione della memoria, non solo spiegare l’emigrazione ai giovani ma anche trasmettere il sapere.
Il menu era composto da salsicce, piade (importate direttamente da San Marino il giorno prima) insalata e tagliatelle.
Erano presenti 155 persone tra le quali autorità locali e nazionali francesi (deputati, sindaci o rappresentanti) e sammarinesi, il console Eliane Rastelli (coorganizzatore), il Ministro Plenipotenziale presso la missione Permanente dell’UNO a Ginevra Marino Guidi, e i Presidenti onorari della Comunità Georges Lividini e René Rastelli.

La Photogallery

Renè Rastelli: un sammarinese con un cuore grande

Renè Rastelli, primo a sinistra, con la sua bella famiglia

Un Sammarinese che risiede nella regione di Grenoble si è appena visto assegnare il diploma per 100 donazioni di sangue, fra le quali 85 prelievi di piastrine.
La medaglia d’oro e le insegne gli saranno consegnate a gennaio 2010 dal Prefetto del Dipartimento dell’Isère in occasione di un ricevimento dei grandi donatori di sangue.
Il sig. Rastelli Renato (René), ben noto per le sue posizioni a favore della difesa dei diritti dei cittadini all'estero (é stato presidente della Comunità Sammarinese dal 1997 al 2007 e della Consulta dei Sammarinesi all'estero dal 2003 al 2006), è anche un grande volontario favorevole alla donazione di sé stessi poiché oltre che donatore di sangue è anche iscritto nel registro internazionale dei donatori potenziali di midollo osseo e volontario per il prelievo degli organi in caso di necessità in occasione del suo decesso.
Come sottolinea il Console Sammarinese di Grenoble dottoressa Eliane Rastelli “ … mio fratello rappresenta con le sue iniziative lo spirito di solidarietà dei sammarinesi”.
E Renato Rastelli sottolinea che preferisce donare piuttosto che ricevere e finché potrà continuerà a donare “Il mio grande desiderio sarebbe di potere una volta nella vita donare del midollo osseo, così avrei la tangibile certezza di avere salvato una vita umana”.
Il sig. Rastelli solleva il problema della donazione di organi e ritiene sia molto importante che la gente ne discuta in famiglia, assumendo una posizione favorevole o contraria.
Occorre discuterne ed esservi preparati poiché è molto duro trovarsi, al momento del decesso, di fronte a tale scelta, soprattutto quando si tratta di una persona molto vicino come un genitore o un figlio.

I sammarinesi di Grenoble festeggiano Sant’Agata

I sammarinesi di Grenoble festeggiano Sant’Agata

Il 7 febbraio scorso i cittadini della Circoscrizione Consolare di Grenoble hanno risposto numerosi all’invito del Consolato e dell’Associazione dei cittadini Sammarinesi di Grenoble per festeggiare la festa della liberazione di San Marino alla presenza del Segretario di Stato Fabio Berardi venuto appositamente a porgere il saluto del Governo.
C’era una bella assistenza nella sala tutta adornata ai colori di San Marino; bianco e blu suoi tavoli e sulle mura e immagini di Sant’Agata . 200 persone si sono riunite, tra le quale numerosi cittadini e famiglie con giovani e bambini che hanno potuto ascoltare il Segretario di Stato Berardi portare il saluto della Reggenza e ricordare lo spirito di questa bellissima festa della Sant’Agata.
Il Console dott.ssa Eliane Rastelli e il Presidente dell’Associazione Sig. Etienne Giorgetti hanno accolto i partecipanti e le personalità.
Il Console Rastelli ha ricordato anche lei l’attaccamento dei nostri cittadini al valore della Libertà e, a nome del Presidente e di tutti i cittadini, ha ringraziato le personalità presenti e particolarmente il Segretario di Stato Berardi, l’On. François Brottes, deputato, i membri del Corpo Consolare della alpi del Nord, i membri del Consiglio della Provincia, i sindaci delle città del circondario, il Ministro Plenipotenziario Guidi ed i Presidenti d’Onore Rastelli e Lividini. Da annotare anche la presenza eccezionale dei Presidenti delle Associazioni francofone venuti specialmente a Grenoble.
Durante il suo intervento l’On. François Brottes ha sviluppato il tema della libertà e insistito sull’importanza di questo valore per San Marino. E’ stata l’occasione per lui di offrire la medaglia di onore della città di Crolles al Segretario di Stato Berardi che ha contraccambiato con un omaggio.
Il pomeriggio si è poi svolto in un clima molto allegro. Gli organizzatori sono soddisfati del successo di questa giornata.
Da notare anche che la venuta a Grenoble dei Presidenti di altre comunità, è stata l’occasione di organizzare il coordinamento delle Associazioni francofone che si è tenuto il 6 febbraio, nella sede consolare alla presenza del Consiglio di Amministrazione. La riunione è stata l’occasione di preparare i prossimi lavori delle Associazioni ed è stata condotta da Maryse Mularoni, Presidente dell’Associazione dell’Est della Francia e dal Presidente d’Onore René Rastelli.

Convegno Mondiale dei Donatori di Sangue: i residenti onorano un non residente

Convegno Mondiale dei Donatori di Sangue: i residenti onorano un non residente
Dalla Comunità di Grenoble, riceviamo e pubblichiamo:

All’occasione dell’Assemblea Mondiale dei Donatori del sangue ospitata dall’associazioone Volontari Sammarinese Sangue e Organi presieduta dal signore Renzo Ghiotti il quale ha voluto sottolineare al momento dell’Udienza dell.Ecc.ma Reggenza in presenza dell’Onorevole Segrettario di Stato alla Sanita e di tutti i delegati la generosita del concittadino René Rastelli residente a Grenoble dove é stato premiato dalle autorità locali per avere superato 100 donazioni di sangue , aggiungendo abbiamo ritenuto doveroso manifestargli publicamente, la nostra fierezza ed il nostro orgoglio per avere Egli, sammarinese emigrato all’estero, donato tanto sangue. Alla fine del loro discorso d’udienza gli Eccelentissimi Capitani reggenti hanno anche Loro consentito esprimere il Loro plauso per l’elevato merito acquisito.
Prima dell’udienza nella sala del centro congressi dell’hotel San Giuseppe di Valdragone, é stato consegnato al signore Rastelli, in presenza del Console della circoscrizione consolare di Grenoble Eliane Rastelli (sorella del premiato), una targa esprimendo la gratitudine dell’AVSSO.
“Non sono uno “superman” - ha detto René Rastelli - non merito tutte queste belle parole, sono soltanto alla base della piramide dei donatori del sangue e voi siete alla punta, il mio gesto di donare fa parte della generosita dei sammarinesi e vorrei solo prendere come esempio per dimostrare questa generosita più di 65 anni fà in Repubblica il popolo sammarinese non aveva niente da mangiare o quasi , non é per quello che non hanno ospitati tanti italiani donandogli quello che potevano dare, io ho trovato questo modo di dare e il mio moto é preferisco fare parte dei donatori che quella dei ricevatori”.

Giunta di Castello di Acquaviva in visita ufficiale a Froges

Lo scorso 20-23 maggio una delegazione della Giunta di Castello di Acquaviva si è recata a Froges, la cittadina nei pressi di Grenoble con la quale il Castello è gemellato sin dal 1984, per prendere parte alla tradizionale Festa della Pentecoste. Si è trattato della prima occasione di incontro ufficiale tra le due nuove Giunte: nel comune francese, infatti, l’attuale Giunta è entrata in carica nel 2008, mentre ad Acquaviva la nuova compagine è stata eletta lo scorso anno, in seguito alle elezioni amministrative del 7 giugno.
In rappresentanza del Castello di Acquaviva si sono recati a Froges il Segretario di Giunta, Valentina Rossi, e il membro Stellino Fabbri.
L’accoglienza che il sindaco, Claudie Malia, i vari consiglieri comunali e la stessa popolazione hanno riservato alla delegazione di Acquaviva è stata squisita e ha dimostrato che il gemellaggio, ormai giunto al suo 26° anno, è ancora profondamente radicato e sentito da ambo le parti.
Al soggiorno ha preso parte anche un gruppo di bocciatori acquavivesi della Federazione Sammarinese Bocce che, come tradizione, si sono confrontati in un torneo organizzato dagli amici francesi, grandi amanti di questa disciplina sportiva.
I membri di Giunta e il gruppo dei bocciatori, assieme agli amici di Froges, sono inoltre stati ricevuti al Consolato sammarinese di Grenoble e amabilmente accolti dal Console, Eliane Rastelli, dal presidente dell’Associazione dei cittadini sammarinesi di Grenoble, Etienne Giorgetti, e da alcuni rappresentanti della stessa comunità locale.
Il momento clou della visita si è tenuto nella mattinata di sabato 21 maggio, quando la delegazione di Acquaviva è stata accolta in Municipio per il tradizionale incontro di protocollo, durante il quale vi è stato uno scambio di doni. Per l’occasione gli amici di Froges hanno commissionato alla stimata pittrice Lisette Blanc un quadro che riproduce la fotografia di Gilbert Didot, l’assessore che lo scorso novembre ha scalato il Nevado de Cachi, in Argentina, e ha issato lassù, a 5.890 metri di altitudine, le due bandiere, quella di Froges e quella di Acquaviva. Prima della sua partenza il comune di Froges aveva addirittura fatto riprodurre il proprio stemma su una base biancoazzurra, per rimarcare ulteriormente il profondo legame con Acquaviva e la Repubblica di San Marino.
Nell’incontro ufficiale per parlare degli sviluppi del gemellaggio si è infine stabilito che il legame proseguirà con nuove iniziative culturali, cercando di coinvolgere scuole e associazioni, per rinforzare la conoscenza reciproca e attuare una vera crescita. Ben consapevoli che, con l’incombente crisi economica, saranno necessari maggiori sforzi, entrambe le Giunte intendono comportarsi come una vera famiglia, che nei momenti difficili sa rinsaldare i legami.
Ora una delegazione del Comune di Froges è attesa ad Acquaviva, per la tradizionale festa del Castello che si terrà dal 24 al 27 giugno prossimi; sarà l’occasione per ricambiare la splendida ospitalità ricevuta, per pianificare le attività per il prossimo anno e per avvicinare al gemellaggio anche i nuovi residenti nel Castello che ancora non conoscono questa splendida realtà.

Giunta di Castello di Acquaviva

Tradizionale pic-nic estivo

Tradizionale pic-nic estivo
L’associazione della Repubblica di San Marino a Grenoble ha organizzato il suo tradizionale pic-nic estivo, in collaborazzione con il Consolato della circoscrizione consolare.

Quest’iniziativa, vecchia da oltre 28 anni. Consente, come sottolineato dal presidente Etienne Giorgetti, di continuare con la presenza di 5 generazioni di cittadini sammarinesi a mantenere il legame intergenerazionale e di apprezzare la cucina tipica di San Marino con un menu composto di salsicce, piade torte (importate direttamente da San Marino il giorno prima).
Anche quest’anno è stato organizzato un corso di fabbricazione della piada. Le nonne insegnano ai giovani come fare la piada a mano. Siamo molti felici di riuscire a trasmettere queste esperienze della vita dei nostri antenati cosi come a spiegare l’emigrazione ai giovani.
Il direttivo dell’Associazione è stato molto soddisfatto di avere anche quest’anno compiuto questo dovere di memoria e soprattutto di vedere tanta gente.
Erano presenti 162 persone. Il Console Eliane Rastelli , ha ringrazziato per la loro presenza le autorità locali e nazionali francesi, (deputati, sindaci o rappresentanti), il Presidente Giorgetti, i membri del direttivo ed i Presidenti d’Onore della Comunità Georges Lividini e René Rastelli, i giovani che parteciperanno ai prossimi soggiorni cultural ed i cittadini presenti.
Nel pomeriggio si sono svolte diverse attività: torneo di bocce, gare tra bambini . Molti hanno ballato sulla musica romagnola e cantato San Marino good bye, Romagna mia … Altri ancora hanno dibattuto sulla preoccupante situazione del nostro paese cercando di vedere come dall’estero possiamo aiutare.
Il prossimo incontro della Comunità sarà il festeggiamento della Festa Nazionale del Santo Patrone che su invito del Console Rastelli(nonché decana dei consoli nella provincia dell’Isere, si svolgerà lo giorno stesso nel salone d’onore del Comune di Grenoble.

Seconda trasferta in Francia (Provincia dell’Isére) per il Rugby Club San Marino

Seconda trasferta in Francia (Provincia dell’Isére) per il Rugby Club San Marino

I sammarinesi erano andati in Francia nel 2007 nel periodo della coppa del mondo di rugby ed erano andati anche a Saint'Etienne a vedere la partita fra l’Italia e la Scozia incontrando anche il club della zona. Il viaggio fa parte del ritiro per la stagione 2010-2011. Il programma: Sabato 4 settembre allenamento nell’aerea universitaria.
Domenica: dopo l’allenamento e incontro con la squadra di Villard-Bonnot, buffet offerto dal Comune in presenza di autorità locali e del console di San Marino a Grenoble. Di fianco a dei giocatori di un club centenario abbiamo potuto costatare i notevoli miglioramenti dei biancoazzurri e come sottolineava Gilbert Celli, organizzatore di questo viaggio, come membro delle due federazioni di rugby (francese e sammarinese): “Spero di poter organizzare un incontro sul nostro campo a Chiesanuova e credo che vinceremmo…”.
Il risultato della partita importa poco per i giocatori, questi incontri servono per arricchirsi sia dal livello sportivo che umano.
Hanno festeggiato la Festa Nazionale del Santo Patrono con la Comunità dei sammarinesi del luogo; nel salone d’onore del Comune di Grenoble che ha organizzato quest’incontro per i numerosi sammarinesi ma sopratutto per il Console Eliane Rastelli, decana del corpo diplomatico della Provincia.
Oltre il canto sportivo molto proficuo, é stato anche un momento conviviale d’incontro e di dialogo sia con i concittadini emigrati che con il Presidente Onorario della Comunità René Rastelli residente nella città di svolgimento della partita che con i giocatori del Club di Villard-Bonnot e al momento degli scambi degli omaggi hanno ripetuto il loro invito di fare un’incontro San Marino per il 2011.

(da Renè Rastelli)

Rugby

  • Seconda trasferta in Francia (Provincia dell’Isere) per il Rugby-Club San Marino

Festività di Sant’Agata a Grenoble : successo crecente

Festività di Sant’Agata a Genoble : successo crecente

I concittadini delle circoscrizione consolare di Grenoble, accompagnati da amici hanno risposto numerosi all’invito del
Consolato e del Direttivo dell’associazione di Grenoble per la tradizionale Festa di sant’Agata che si è svolta a Crolles ( citta
vicina del circondario di Grenoble)
Il Console Eliane Rastelli e il Presidente Christian Mazza hanno accolto i convivi e le personalità.
Si notava tra le numerose personalità l’On.le François Brottes, Deputato, accompagnato da un Consigliere , Il vice-Presidente
del Consiglio Provinciale Bescher, sindaci dei comuni dove risiedono molti sammarinesi accompagnati da consiglieri e i 2 presidenti Onorari delal Comunità.
Altra presenza quella del console della circoscrizione d’Aquitania signore Michel Gianotti.
Erano presenti 175 persone tra le quali molti sammarinesi con figli e nipotini.
Al momento degli interventi il signore Brottes, in qualità di diputato ma sopratutto Sindaco della città ospite, ha sviluppato il
tema della Libertà e della Democrazia festeggiata a San Marino in occasione di Sant’Agata, festeggiata in altre parte del mondo per altre ragioni. Ha anche ringraziato i sammarinesi per il loro attacamento alla libertà e insistito sull’importanza di questo
valore per San Marino
Dopo il Console Eliane Rastelli ha scusato diverse personalità non presenti e ringraziato il Deputato e le altre personalità
presenti del rispetto testimoniato nel riguardo dei sammarinesi emigrati in questa zona e a tutti in generale . Ha anche ricordato lo spirito di questa festa cosi particolare per San marino.
Il Presidente Christian Mazza ha concluso ringraziando tutte le persone presenti e tutti quelli che hanno operato benevolmente
per il successo di questa festa .
Alcuni presenti hanno sottolineato , con rammarico, l’assenza di Membri del Goveno Sammarinese.
Gli interventi si sono conclusi con un momento solane tradizionale , quello degli inni nazionali Sammarinese e Francese.
La giornata si é svolta in un clima molto sereno e amichevole fino a tardi nella sera. imembri del direttivo stanchi ma soddisfati del successo di questa Festa per il numero crescendo dei partecipanti e anche con la presenza di nuove famiglie .
Prossimo incontro previsto per il tradizionale raduno estivo il 21 giugno

René Rastelli Grenoble

La Comunità di Grenoble ha iniziato le sue festività Natalizie

La Comunità di Grenoble ha iniziato le sue festività Natalizie

Le tradizionale festività organizzate dalla Comunità per Natale si svolgono in 2 manifestazioni. Quest’anno la prima era il natale per i bambini e si è svolto ieri con un affluenza in crescita di 14%. Per il numero dei bambini presenti sono passati da 52 a 61 e questi bimbi erano accompagnati dai genitori ma alcuni anche dei nonni e dei bisnonni.
In totale sono oltre 130 persone che si sono radunati in questo pomeriggio. L’aumento dei partecipanti è un segno significativo per diversi motivi:
- il primo è che quest’iniziativa (iniziata nel 1998) e proseguita dai diversi Direttivi è sempre di moda e piace molto ai bambini e anche ai genitori
Lascia un buon sentimento agli organizzatori e augura per l’associazione un futuro sereno e un cambio possibile nei prossimi anni se alcuni dei componenti del Direttivo sentirà un giorno o l’altro il bisogno di riposarsi.
- permette di presentare una prima vista del panorama sammarinese attraverso i poster sospesi ai muri cosi come la bandiera.
- permettere di presentare ai giovani le prossime manifestazioni proposte dall’associazione.
- questa mescolanza intergenerazionale è importantissimo per il mantenimento del legame con la patria d’origine dei antenati e permette un avvicinamento dei giovani alle loro radici.

Al momento del rinfresco si è parlato della situazione attuale della Repubblica, o di diverse leggi applicate ai non residenti.
Si è notata la presenza di quasi la totalità dei membri del Direttivo dell’associazione che si sono impegnati per il successo di questa giornata. Il passaggio di Babbo Natale ha meravigliato i bambini e questo personaggio di favola gli ha offerto un bel libro.

Festa della Fondazione della Repubblica a Grenoble 12 settembre

Festa della Fondazione della Repubblica a Grenoble 12 settembre

Su invito del Console Eliane Rastelli e dell’Onorevole Deputato e sindaco di Grenoble, la Festa della Fondazione della Repubblica è stata festeggiata il 12 settembre negli antichi saloni della Maison de l’International di Grenoble.
Erano presenti oltre 250 persone, molte personalità tra le quali tutti i membri del Corpo Consolare di Grenoble , membri del Consiglio della Provincia dell’Isère, alcuni membri del Consiglio Municipale di Grenoble e dei Consiglieri della Provincia dell’Isera, i Sindaci delle città con le quali collaboriamo, rappresentanti delle comunità italiane e del Panatlon Club di Grenoble Alpi e tante altre persone.
La comunità dei cittadini residenti nella Circoscrizione Consolare ha risposto con molto entusiasmo all’invito con la presenza del Presidente Mazza, dei Presidenti Onorari Lividini e Rastelli cosi come numerosi membri del direttivo e soci.
A introdurre la cerimonia fu l’aggiunto alle relazioni internazionali del comune di Grenoble che nel suo discorso ha ringraziato i sammarinesi per la parte significativa che hanno nella vita della città e ha sottolineato il nostro attaccamento Libertà .
Nel rispondere e ringraziando, il Console ha portato il saluto dell'Eccellentissima Reggenza, dei Segretari di Stato Morganti e Valentini che avevano dato il loro Patrocinio alla manifestazione ed anche degli altri membri di Governo e personalità sammarinesi, ha aggiornato le persone presenti sulla nostra situazione internazionale, ricordando il nostro ruolo negli organismi internazionali, presentato alcuni dati statistici sulla situazione economica del paese e presentato i punti chiavi delle attività del Consolato ed i prossimi appuntamenti tra i quali la venuta a Grenoble del Segretario di Stato Morganti.
Questa festa è stata l’occasione di inaugurare la mostra dell’artista Gabriele Gambuti, "le Parfum du Grand Jardin" che con i suoi colori, la sua gioia ed il suo entusiasma ha saputo interessare ed affascinare il pubblico, mostra che rimarrà fino all’ultima settimana di settembre.
Fu una bellissima opera di promozione della nostra realtà, la nostra cultura ed i nostri prodotti (vini e torte). Fu un bel momento pieno di umanità e di sincerità.

Festeggiamento di Sant’Agata a Grenoble

Festeggiamento di Sant’Agata a Grenoble

Domenica 10 febbraio i sammarinesi della circoscrizione consolare di Grenoble si sono riuniti per commemorare la tradizionale Festa della Sant’Agata e ricordare il valore della Libertà. Come consuetudine, l’incontro era organizzato congiuntamente dal Consolato e dall’Associazione dei sammarinesi di Grenoble. Quest’anno era il Segretario di Stato all’Istruzione e Cultura, Giuseppe Maria Morganti a portare il saluto da parte del Governo . Durante il suo intervento il Segretario ha sottolineato l’intenso attività della comunità ma ha soprattutto indicato che San Marino nelle sue nuove prospettive di sviluppo dovrà approfittare della presenza di numerosi concittadini sparsi nel mondo. In modo particolare, a seguito di una veloce visita della città di Grenoble e del circondario ha potuto intravedere le immense ricchezze che ci sono nel vicinato, specialmente nell’ambito scientifico e culturale e con tantissimi connazionali totalmente integrati ma avendo sempre un legame forte con la Madre Patria. L’assemblea era composta di 130 convivi tra le quali autorità locali come i sindaci delle città di Villard-Bonnot di Froges (città gemellata con Acquaviva) accompagnati da alcuni membri del loro consiglio municipale, ed il Deputato e sindaco della città di Crolles dove si svolgeva la festa. E stato per il Segretario l’occasione di dialogare con diversi sammarinesi e di ascoltare con piacimento tutte le iniziative intraprese dalla Comunità o da venire per riunire i concittadini del posto ma anche alcune con quelli dell’interno, i lori amici e per fare conoscere la Repubblica . Il pomeriggio era dedicato alla musica con molti brani della musica romagnola. La gente era cosi allegra che alcuni di loro hanno anche cantato diverse canzone del folklore romagnolo - come “San Marino good bye “Romagna mia” - ma anche italiano “Quel mazzolin di fiori” “Bella ciao”. Nel suo saluto di partenza al direttivo e al console il Segretario ha congratulato per questa festa e per il mantenimento delle tradizione. Sicuramente che ha anche apprezzato di vedere appoggiati al muro numerosi poster che dipingono la Repubblica cosi come le bandiere bianche azzurre.

Favola di Natale

Favola di Natale

Stéphane Gemmani si occupa dei dimenticati della vita da 20 anni.
In questo periodo di Natale, nel quale pensiamo tutti ad offrire regali, a preparare un buono cenone, conosco qualcuno che ha molte altre preoccupazioni. In effetti egli è alla testa di un'associazione tipo SAMU sociale: VINCI (veicolo intervento contro l'indifferenza) e CODEX (Centro Aperto ai disagiati ed agli esclusi).
Quest'associazione, da lui creata nel 1990 all'età di 19 anni, si occupa di dare un po'di calore ai senza tetto con l'aiuto di 40 volontari che circolano tutte le notti per le vie di Grenoble, per andare ad incontrare i senza tetto e gli emarginati. Per portar loro un po' di calore materiale (minestra, coperte e abiti caldi) ma anche calore umano, poiché l'indifferenza è realmente il grande handicap. Per questi disgraziati, le persone che incontrano per discutere ed aiutarli nelle formalità amministrative, Stéphane è una personalità, per alcuni forse il Babbo Natale; uno di loro un giorno ha detto “Stéphane per me è un fratello ….”.Per aiutare al meglio questi abbandonati Stéphane ha creato anche un locale dove questi possono recarsi la sera per 3 volte alla settimana per mangiare, ottenere dei prodotti sanitari (sapone, rasoi, schiuma da barba ...), incontrare infermiere e persone benevoli disponibili a compilare con loro i documenti necessari per provare a reintegrasi nella “vita normale”
Quando si parla con Stéphane si comprendono rapidamente le difficoltà incontrate dalla propria associazione: in passato ci sono stati fino a 180 volontari, ora sono poco più di 40.
Questa “diserzione” di volontari è un problema che tocca tutte le associazioni: la maggior parte della gente è diventata insensibile, quasi inumana, sicuramente indifferente.
Stéphane ha questo sacro fuoco poiché occorre essere realmente motivati per creare una tale struttura quando si hanno soli 19 anni: e ciò dura da 20 anni (più della metà della sua vita...). “Da bambino aiutavo i miei genitori al mercato coperto: alla fine della giornata si gettava nel bidone il pollame scaduto e vedevo la gente frugare in queste pattumiere e mi sono detto che avrei fatto tante cose per loro quando sarei stato grande. Anche ricordare la generosità e la solidarietà fa parte delle nostre radici sammarinesi: durante la guerra la gente che abitava a San Marino viveva nella miseria (pertanto per sopravvivere numerosi sono emigrati), ma questo non gli ha impedito di raccogliere e nutrire più di 100.000 profughi italiani.
Il quotidiano di Stéphane è fatto così: tra la sua professione, i suoi impegni al comune di Grenoble dove è eletto con l’incarico, insieme ad altri, di occuparsi delle accessibilità per i disabili, oltre alle numerose riunioni alle quali partecipa in tutta l'Europa per combattere queste disuguaglianze e per la sua associazione.
Prova anche di passare un po' di tempo vicino alla sua famiglia, a sua moglie ed ai suoi 2 bambini come pure con il suo papà, poiché star con loro è una forza per proseguire.
Senza dubbio la notte del 24 dicembre, i bambini guarderanno il cielo per vedere l'arrivo di Babbo Natale e per avere i regali, a volte anche troppi, ma altri, più anziani, nelle vie di Grenoble spieranno l'arrivo dell’auto del “fratello Stéphane” per avere un po' di conforto.

René Rastelli, sammarinese residente vicino a Grenoble

La Comunità dei sammarinesi di Grenoble presente alla 103esima Fiera di Brignoud

La Comunità presente alla 103esima Fiera di Brignoud

Ogni secondo sabato di ottobre si svolge la tradizionale Fiera di Brignoud quest’anno era la 103esima edizione.
La comunità dei sammarinesi di Grenoble, molto legata a questo villaggio di Brignoud, ricordiamo che la maggior parte degli emigranti della zona sbarcavano alla stazione ferroviaria di Brignoud prima di stabilirsi nelle città limitrofe dove trovavano lavoro nelle fabbriche (cartiere, metallurgia, chimica, con i muratori...)e alloggio.
Comi gli anni precedenti i membri del direttivo hanno allestito uno stand proponendo ai 2000 visitatori dépliant su San Marino e dove si poteva acquistare piadine e torte. Il successo é così importante che alle ore 11 al momento del passaggio degli ufficiali (sindaci della città e delle città circondarie con i parecchi dei membri dei consigli comunali) le 2700 piadine e le 70 torte erano già tutte vendute, visto che per il 90% erano state prenotate prima. Molti volevano già prenotare per il 2013, se l’entusiasmo per acquistare le piadina continua cosi l’anno prossimo il numero di 3000 piadine e 100 torte non sara un’utopia.
Allo stand oltre erano presenti una maggior parte del Direttivo della Comunità ed hanno colto l’occasione per incontrare e dialogare con i numerosi soci e dare informazioni a chi le lo chiedeva informazioni sulla Repubblica.

Quinto gran premio di bocce di San Marino a Grenoble

Quinto gran premio di bocce di San Marino a Grenoble

Giovedì 13 settembre si é svolto nel bocciodromo di Villard-Bonnot (provincia dell’Isére) il quinto gran premio di San Marino organnizzato dal consolato di San Marino a Grenoble in collaborazione con l’Associazione dei Sammarinesi di Grenoble
Questa manifestazione sportiva coinvolge annualmente le soccieta bocciofile(categorie petanque e lionnese) della citta di Acquaviva e dei comuni di Crolles Froges e Villard-Bonnot (queste ultime 3 fanno parto del triangolo dove abitano molti concittadini ).
Tutta la giornata nel bocciodromo la competizione é stata garegiata con un garn serio ma il clima fraterno e conviviale ha sempre supertao il clima di competizione.
Al momento della premazione il Console Eliane Rastelli insieme al presidente della Comunità Christian Mazza hanno sottolineato il successo di questo Gran premio con più di 80 competitori, ma sopratutto il simbolo di quest’inconro che si é svolto in un posto dove prima i sammarinesi e i lavoratori del posto hanno sudato lavorato uin questa cartiera prima di essere trasformato un bocciodromo (doppo la chiusura della fabbrica) ringraziando la societa sportiva Monteceretto per la sua trasferta velocce per partecipare a questo garn premio, un’altro simbolo uno dei passatempi domenicali dei sammarinesi del posto negli anni 50 60 era di gioccare a boccie con i lori amici francesi era un modo di integrarsi gli interventi si sono conclusi con gli imni nazionali sammarinesi e francesi.
Si é notata al momento della premazione di più di 300 presenti tra le qualli il vice-presidente provinciale il Presidente dell’intercomunalità e i sindaci delle città dei competitori e del circondario con alcuni eletti dei Presidente d’onore Lividini e Rastelli tutti hanno apprezzato il buffet composto da numerosi prodotti sammarinesi (piadina, vino spumante e torte) offerti per alcuni dalle Segretterie di Stato al turismo e agli esteri e congratulato il Consiglio dell’associazione per la splendida organizzazione della giornata e prima di partire si sono datto appuntamento per il sesto gran premio che dovrebbe svolgersi ad acquaviva in giugno o settembre 2013.
Risultato delle gare:
Categoria lionnese 1 villard-bonnot 2 Froges 3 Acquaviva 4 Crolles
Categoria petanque 1 Villard-Bonnot 2 Acquavva 3 Crolles e Froges.

Festa della Fondazione della Repubblica a Grenoble
11 settembre

Su invito del Console Eliane Rastelli e dell’Onorevole Deputato e sindaco di Grenoble, la Festa della Fondazione della Repubblica è stata festeggiata l’11 settembre negli antichi saloni della Maison de l’International di Grenoble.
La manifestazione è stata un successo. Erano presenti oltre 230 persone, molte personalità tra le quali tutti i membri del Corpo Consolare di Grenoble, il Generale dell’esercito dell’Isère, il Rettore dell’Università, membri del Consiglio della Provincia dell’Isère, i Sindaci delle città con le quali collaboriamo, rappresentanti della comunità italiana e del Panathlon.
La comunità ha risposto con molto entusiasmo all’invito con la presenza del Presidente Mazza, dei Presidenti Onorari Lividini e Rastelli cosi come numerosi membri del direttivo.
Nel suo discorso il Sindaco di Grenoble ha ritracciato, con molta sensibilità, i momenti più significativi della storia della Repubblica e sviluppato il tema della Libertà.
Nel rispondere e ringraziando, il Console ha aggiornato le persone presenti sulla situazione internazionale ed economica di San Marino e presentato i punti chiavi dell’attività del Consolato .
In uno dei saloni, nei quali si faceva il ricevimento con prodotti sammarinesi , era allestita una esposizione realizzata con il materiale messo a disposizione dalla Segreteria di Stato per il Turismo (quadri, poster, depliants promozionali…) ed è stata una bella operazione di promozione di San Marino.
Il rinfresco, composto da prodotti sammarinesi, è stato molto apprezzato. Approfittiamo di quest’articolo per ringraziare la Segreteria di Stato agli Affari Esteri e la Segreteria di Stato per il Turismo per il loro sostegno.

La comunità Sammarinese di Grenoble incontra un gruppo del Titan Bats Rugby San Marino

La comunità Sammarinese di Grenoble incontra un gruppo del  Titan Bats Rugby San Marino

In occasione della trasferta nei pressi di Grenoble delle due squadre Titan Bats Rugby venute a partecipare al Torneo Internazionale di minirugby a 7, con i lori genitori ed accompagnatori, la comunità sammarinese di Grenoble è stata molto felice di portare un saluto di benvenuto con lo scopo di facilitare il soggiorno dei cittadini che viaggiano fuori territorio e di farli sentire parte di un grande paese, rafforzando i legami tra i sammarinesi residenti e non residenti come stipolato negli statuti dell’Associazione.
Il rinfresco, offerto dall’Associazione, è stato l’occasione di scambi conviviali ma ha anche dato la possibilità ai presenti d’informarsi sulle realtà della Provincia dell’Isère e di San Marino. Attorno al Presidente del Titan Bats Rugby, Franceso MANDOLESI, degli accompagnatori e dei genitori, si notava la presenza del Console, Eliane RASTELLLI, del Presidente dell’Associazione, Christian MAZZA e dei Presidenti onorari Georges LIVIDINI e René RASTELLI. E stato sottolineato l’impiego di Gilbert CELLI, socio dell’Associazione e membro della Federazione sammarinese di rugby, che ha contribuito alla trasferta. I piccoli bats erano già nelle famiglie che gli ospitavano per viver l’esperienza indimenticabile dello scambio.
La comunità ringrazia sentitamente tutti perché, al di là dei confronti sportivi ed umani tramite gli incontri con tanti altri club e ragazzi , i nostri piccoli atleti hanno ricoperto, in queste giornate la veste di ambasciatori. Il Titan Bats Rugby rappresentava San Marino a questo torneo e molti Club presenti non conoscevano la Repubblica.

Scambio gastronomico fra Francia e San Marino

La Repubblica sarà rappresentata dallo chef Luigi Sartini, del ristorante La Taverna, membro dell'Eurotoque, la prestigiosa associazione dei cuochi europei. Una settimana per proporre ai francesi i sapori della cucina sammarinese, e gli aromi dei suoi vini. L'iniziativa, voluta dal console di San Marino a Grenoble, Eliane Rastelli, si propone di promuovere il territorio della Repubblica e di affermare, in terra di francia, la tradizione enogastronomica del Titano. Lo chef Luigi Sartini curerà il menù del Ristorante “Les terrasses de Lyon” Villa Florentine, mentre in settembre sarà lo chef Davy Tissot a ricambiare la visita e a proporre le sue ricette. Sabato 31 marzo, alla Halle di Lione, si terrà invece un corso di cucina di altissimo livello.

Feste natalizie della Comunità di Grenoble

Feste natalizie della Comunità di Grenoble

Dopo il Natale dei piccoli che si é svolto l’11 dicembre l’Associazione ed il Consolato di San Marino a Grenoble hanno organizzato la seconda fase delle lore Feste Natalizie con il pranzo di Natale. Il console Eliane Rastelli, il signor Christian Mazza Presidente della Comunità e la numerosa assistenza, erano lieti e onorati d’accogliere il signor Romeo Morri,Segretario di Stato per la Pubblica Istruzione, la Cultura e le Politiche Giovanile che rappresentava il del governo della Repubblica di San Marino e portava il saluto alla Comunità radunata attorno al Direttivo e i presidenti d’onore Sig.ri Georges Lividini e René Rastelli. Si notava la presenza della signora Annie David senatrice dei signori François Brottes Deputato e sindaco di Crolles, M Bescher Vice Presidente del Consiglio generale della Provincia , Daniel Chavand Sindaco di Villard-Bonnot, Claude Malia sindaco di Froges (città gemellata con Acquaviva) accompagnati da molti consiglieri dei comuni limitrofi e M. Kocsis console di Slovacchia.
Le 285 persone presenti hanno ascoltato con molto interesse i discorsi. Si é ricordato il 18 dicembre, la giornata mondiale degli emigrati. Dei passaggi della lettera del segretario di Stato Mularoni, sono stati letti. Alcune personalità hanno sottolineato il piaccere di venire incontrare la comunità di vedere cosi tanta gente e l’immense impegno dei membri del direttivo per dare un così bello stimolo alle loro attività e questo da più di 30 anni. Il Segretario Morri ha espresso il Suo piacere a condividere questa bella festa con cittadini emigrati , ha ricordata che anche la Sua famigli ha conosciuto un’esperienza migratoria per poi presentare brevemente la situazione nella quale si trova il paese attualmente e formulare parole di speranza per il futuro puntando sui giovani , l’istruzione e la sanità.
Durante questo bel pomeriggio, dove la gente si é divertito molto dove la convivialità fra i connazionali e lori amici ballando e cantando, dimenticando per un momento i lori problemi personali. Dopo il bel pranzo di Natale, il direttivo aveva organizzato una bella tombola e offerto a tutti gli anziani sammarinesi, un bel regalo con prodotti sammarinesi. I nostri anziani si sono detti contentissimi di potere assaggiare dei prodotti del loro paese d’origine.
Il sabato pomeriggio il Console aveva organizzato per il Segretario di Stato una visita del Museo di pittura di Grenoble dove ha potuto ammirare una delle più belle collezioni francesi di pittura dell'800 e 900. La visita al Museo è stata seguita da un incontro nelle sede Consolare con i membri del direttivo per dibattere più lungamente sulla situazione a San Marino, le preoccupazioni dei nostri cittadini ed anche di iniziative future (quest’incontro sarà l’oggetto di un articolo specifico).

Festività Natalizie dell’Associazione dei Sammarinesi di Grenoble

Festività Natalizie dell’Associazione dei Sammarinesi di Grenoble

Ogni anno il direttivo dell’Associazione di Grenoble, assieme con il Consolato, organizza due manifestazioni per i suoi Socci per le feste di Natale
La prima indirizzata verso i bambini si é svolta l’11 dicembre con l’albero di natale ed ha conosciuto un gran successo con la partecipazione di 60 bambini più i lori genitori e nonni.
Durante il pomeriggio i bambini hanno apprezzato l’animazione proposta da un gruppo di giovani artisti e sopratutto la presenza di babbo natale con i lori regalo. In fatti ognuno di loro ha ricevuto un libro e un pins con la bandiera di San Marino.
Il rinfresco é stato l’occasione per il Presidente Mazza Christian, i membri del Direttivo dell’Associazione ed il Console della Circoscrizione Consolare di Grenoble dott.ssa Rastelli Eliane, di dialogare con i genitori ed i bambini . Era un vero piacere vedere la gioia di questi bambini e lo sguardo commosso dei loro genitori e nonni.
I presidenti d’onore Lividini Georges e Rastelli René erano soddisfati di vedere tale affluenza vedendo questa partecipazione intergenerazionale (a volte 4 generazioni presente) sorridendo quando un anziano spiegava ai suoi pro nipotini il luogo rappresentato dai poster attaccati ai muri il significato della bandiera (lo stemma e i 2 rami). E stato un bel pomeriggio pieno di condivise emozioni che rimarrà nelle memorie di tutti. La prossima attività sarà il pranzo di Natale in presenza di autorità locali e di un rappresentante del Governo che si terrà il 18 dicembre.

Festa della Fondazione della Repubblica a Grenoble. Quarta Edizione del Gran Premio di San Marino di Bocce

Clicca sulla foto per ingrandirla

Quest’anno la Festa del Santo e della Fondazione della si è festeggiata un po tardi per consentire al Console di partecipare all’incontro del Corpo Diplomatico e Consolare il 2 settembre scorso a San Marino e di fare coincidere l’evento con la Quarta edizione del Gran Premio di Bocce di Dan Marino.
Con il Patrocinio delle Segreterie di Stato per gli Affari Esteri ed il Turismo con la partecipazione attiva della Società di Bocce di Monteceretto e del sostegno del Cons, Il Console della Circoscrizione Consolare di Grenoble, dott.ssa Eliane Rastelli,in collaborazzione con l’associazione dei sammarinesi residenti nella zona, in occasione della Festa Nazionale del Santo Patrono ha organizzato diversi momenti d’incontro.
Si è svolto nel pomeriggio del 15 settembre, la quarta edizione del trofeo di bocce categorie lionese e boccia provinciale con la partecipazione delle società di bocce della zona di Crolles, Froges e Villard Bonnot e sammarinesi venuti specialmente per partecipare. Questa gara è stata organizzata con la volontà di fare incontrare sammarinesi dell’interno e dell’estero per rinforzare i legami fra di loro.
Le società locali invitate non sono state avvicinate a caso ma perché sono le città dove si sono fermati poi inseriti i nostri cittadini quando hanno preso la difficile decisione di emigrare in questa provincia. Oggi sulle 800 persone della circoscrizione consolare più della meta risiedono nel triangolo costituito da quelle 3 citta.
I cittadini sammarinesi residenti in zona e giocatori di bocce hanno fato squadre con quelli venuti da San Marino e hanno giocato sotto i colori della bandiera bianca ed azzurra come simbolo dell’unità del popolo sammarinese e che ovunque i cittadini risiedono fanno parte dello stesso popolo.
Al momento della premiazione con presenza di numerose alte autorità locali (sindaci e giunte delle 3 città), provinciale (consiglieri della Provincia), Nazionali (On.le Brottes membro del Parlamento Francese e amico di numerosi cittadini) e diversi Consoli di altri paesi, membri del Direttivo della Comunità, il Console Eliane Rastelli ha ringraziato il Presidente della Società Bocciofila Monteceretto, Ezio Francioni per la partecipazione ed il continuo sostegno fin dal primo Gran Premio, ed il Sig. André Giorgetti (responsabile delle manifestazioni dell’Associazione) per l’importante impegno nell’organizzazione di questo trofeo, il Presidente dell’Associazione della Repubblica di San Marino a Grenoble Christian Mazza e tutti i soci della Comunità per l’aiuto dato per permettere lo svolgimento della giornata, i giocatori per lo svolgimento delle partite superando l’aspetto competizione e donando cosi uno spirito d’amicizia, gli sportivi sammarinesi per la loro adesione entusiasta a questo progetto e ha ringraziato anche i numerosi sammarinesi presenti per commemorare questa Festa Nazionale sottolineando il contributo delle Segreterie di Stato per il Turismo e lo Sport e gli Affari Esteri e del sponsor di San Marino nell’offrire le coppe ed i trofei per i giocatori.
I presidenti Onorari dell’Associazione Sig.ri. Lividini e Rastelli, si sono detti molti soddisfati di vedere rendersi concreto, a secondo degli statuti dell’Associazione, legami di amicizia tra cittadini residenti e non residenti.
L’incontro si è concluso dopo avere ascoltato con devozione l’inno nazionale, con un aperitivo con prodotti esclusivamente sammarinesi (piade, salumerie, torte, spumante vino bianco e rosso) per tutti i partecipanti. Oltre i trofei e le coppe distribuite alle società ogni giocatore ha ricevuto un omaggio.

Classifica per società sportive
Lyonnaise ; 1er Froges 2émes Crolles 3éme Villard-Bonnot 4éme Saint Marin
Pétanque ; 1er Crolles 2éme Villard-Bonnot 3éme Saint Marin 4éme Froges

Gli organizzatori sono soddisfati del successo di questa giornata e della numerosa presenza di cittadini.

Grenoble: Gran Premio di karting dell’associazione della Repubblica di San Marino

Clicca sulla foto per ingrandirla

Riceviamo e pubblichiamo:
Il Consiglio di amministrazione dell'associazione della Repubblica di San Marino,, per la terza edizione di questo gran premio ha fatto alcuni cambiamenti. Prima di tutto il posto: hanno scelto come quadro il bellissimo circuito di Crolles che è all'aperto, poi l’orario in quanto ha avuto luogo in semi notturno le prove in serata e le gare di notte infine la configurazione di una vera e propria gara con prove cronometrate e finale con griglia di partenza secondo il risultato nelle prove.
Questa formula è stata gradita visto che nella categoria 7 a 14 anni hanno gareggiato 16 giovani tra le quali 3 ragazzine. E nella categoria over 14 anni c'erano 26 concorrenti tra cui una dona.
Al momento della premiazione in presenza di Eliane Rastelli console onorario della Repubblica di San Marino a Grenoble, il presidente Christian Mazza a nome del Consiglio di amministrazione ha espresso la grande soddisfazione di vedere cosi tante giovani partecipare a questa attività (aumento del 40% dei partecipanti dall’ultimo gran premio). Egli ha colto l'occasione per ringraziare i due principali organizzatori della serata, René Rastelli, che ha avuto il merito di organizzare, ma anche di competere nonostante qualche handicap dovuti all’età (58 anni) in paragone alla foga e l'ardore di alcuni. Si nota che non era il più anziano in quanto un concorrente aveva 61 anni, ma soprattutto le congratulazioni al Segretario dell'associazione Laurent Mazza che con le sue conoscenze ha trovato uno sponsor che con il suo sostegno finanziario ha aiutato tutti questi concorrenti di partecipare a quest’attività e di effettuare un vero Gran Premio ad un costo minore.
Nel rinfresco seguendo i 2 presidenti d’onore René Rastelli e Georges Lividini ci hanno sottolineato la loro soddisfazione, perché per loro il più importante non era il risultato dal lato sportivo , ma soprattutto essere in grado di riunire diverse generazioni nella stessa attività, che ci permette di spiegare di commentare ai giovani la Repubblica di San Marino, sua storia, sua situazione economica attuale, ma anche l'associazione che ha sempre come principale obiettivo quello di riunire tra di loro i sammarinesi della regione e i loro amici. A vedere lo lo spirito di convivialità e d’amicizia di questa serata l'obiettivo viene raggiunto. Tutti si separano dandoci appuntamento per le prossime attività.

Studenti francesi in visita a San Marino

Studenti francesi in visita a San Marino
Per conoscere da vicino la realtà della Repubblica, dalle istituzioni alle bellezze naturali

La immaginavano più grande e ignoravano l’importante ruolo rivestito in tempo di guerra, in termini di solidarietà e accoglienza. Per i 57 studenti di Millau, nella Francia meridionale, San Marino è stato una scoperta. Una tappa inserita dal loro insegnante di storia, per il secondo anno consecutivo, in un viaggio didattico che comprende Nizza, Firenze, Urbino, Ravenna, Ferrara, Bologna e Modena. La Repubblica è stata scelta per i valori che rappresenta, di pace, libertà e soprattutto ospitalità. Quella offerta durante la seconda guerra mondiale a migliaia di sfollati in fuga dalla guerra. A colpire i ragazzi il paesaggio e l’architettura. Visibili durante il loro percorso nelle vie tortuose, per raggiungere il Museo di Stato, dell’emigrante, Palazzo Pubblico e le tre Torri. Per il console di San Marino a Grenoble Eliane Rastelli, che ha fatto da trait d’union tra l’insegnante di Millau e San Marino, la dimostrazione dell’interesse che esercita la Repubblica. Il riconoscimento di valori di cui ogni sammarinese dovrebbe andare fiero. Nel video l'intervista ad Eliane Rastelli (Console di San Marino a Grenoble)

ASSOCIAZIONE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO A GRENOBLE

468 soci
(Riconoscimento Consiglio dei XII: 23 settembre 1980)
50, Impasse de la Melusine – 38140 Rives sur Fures
Telefono: +33-476-938879
Cellulare: +33-621-497804
E-mail: association-rsm@club-internet.fr

PRESIDENTE: Marilyn Gasperoni Poiré

Vice Presidente: Eliane Taddei Gaget
Segretario: Claudine Guidi Vivet
Tesoriere: Marie-Claude Vibert Guidi
Sindaci revisori: Pier Luigi Beleffi, Gilbert Celli
Responsabile manifestazioni: Jean Rossi
Consiglieri: Agnès Burgagni, Claire Herve, Gilbert Guidi, Sergio Gasperoni, Fernando Lividini, Pier Giorgio Lividini, Riccardo Lividini, Veronique Gasperoni Mellouli

PRINCIPALI RICORRENZE ANNUALI:
- Festività di Sant’Agata: il 13 e 14 febbraio abbiamo organizzato oltre la festa un dibattito con i segretari di stato Berardi e Mularoni sui temi della situazione politica ed economica del Paese, apertura con l’Europa e cittadinanza con 90 persone composte per il 40% da emigrati, 40% da figli di emigrati e 20% dai nipoti
- organizzazione di corsi d’italiano (17 iscritti)
- Pentecoste: aiutiamo, in collaborazione col Consolato, il comune di Froges per l’accoglienza dei sammarinesi in occasione dei 20 anni del gemellaggio: 85 persone vengono da Acquaviva città gemellata con Froges. Froges è una piccola città di circa 2000 persone, ma ha la particolarità di aver accolto la maggior parte di emigrati che venivano per lavorare nella cartiera, in fabbriche di prodotti chimici e dei metalli speciali e la fabbrica di trasformazione dell’alluminio. Oltre diversi incontri sportivi è previsto una gita la domenica verso Chamonix (Monte Bianco) col trenino fino al mare di ghiaccio. Saranno presenti anche 50 membri dell’associazione balestrieri con porta bandiere. Venerdì sera sfilata nel centro di Grenoble e dimostrazione di tiro alla balestra, sabato sfilata a Froges. Presenza anche di 15 ragazzi calciatori per partecipare a un torneo internazionale di calcio under 14 anni (erano venuti già 2 anni fa) con squadre italiane, svizzere, marocchesi, ongriese, sammarinese e della Corsica. Aprofittiamo della presenza di tutti questi concittadini per rifare la nostra Mostra sull’Emigrazione composta di 32 pannelli dove attraverso foto e testimonianze si vede l’arrivo in queste provincie, ma anche l’intera emigrazione. Hanno dato la loro adesione i Segretari di stato Andreoli e Francini.
Dopo il 20 giugno nostro tradizionale pic-nic d’estate con piada e salsiccie alla griglia (circa 200 persone presenti ogni volta) e viaggio di un giorno quest’anno al Salone dell’automobile di Ginevra.

I sammarinesi di Grenoble festeggiano Sant’Agata

Clicca sulla foto per ingrandirla - Foto di gruppo con il segretario Berardi

Il 6 febbraio scorso i cittadini della Circoscrizione Consolare di Grenoble hanno risposto numerosi all’invito del Consolato e dell’Associazione dei cittadini Sammarinesi di Grenoble per la tradizionale festa della liberazione di San Marino in presenza del Segretario di Stato Fabio Berardi venuto appositamente.
C’era una bella assistenza nella sala tutta adornata ai colori di San Marino; bianco e blu suoi tavoli e sulle mura immagini della Repubblica . 150 persone si sono riunite, tra le quale numerosi cittadini e famiglie con giovani e bambini che hanno potuto ascoltare il segretario di Stato Berardi portare il saluto della Reggenza e ricordare lo spirito di questa bellissima festa della Sant’Agata. Il Console dott.ssa Eliane Rastelli e il Presidente dell’Associazione Sig. Christian Mazza hanno accolto i partecipanti e le personalità presenti e particolarmente il segretario di Stato Berardi, l'On. François Brottes, deputato, i membri del Corpo Consolare della alpi del Nord, i sindaci delle città del circondario, ed i Presidenti d’Onore Rastelli René e Lividini Giorgio. Durante il suo intervento l’On. François Brottes ha sviluppato il tema della liberta e insistito su l’importanza di questo valore per San Marino e ricordato momenti belli all’occasione della sua visita in Repubblica in ottobre scorso.Il pomeriggio si è poi svolto in un clima molto allegro. Gli organizzatori sono soddisfati del successo di questa giornata soprattutto per il rinnovamento dei presenti e il ringiovanimento dei presenti, raccordando pero una riduzione dei partecipanti dovuto alla non presenza di famiglie colpite da un lutto ultimamente. Il giorno prima il segretario Berardi aveva incontrato i membri del direttivo per presentare la situazione attuale a San Marino.