|

San Marino >  Elezioni >  Elezioni 2016 >  News >  2016 >  Notizia

Pdcs: "Adesso...basta!"

Pdcs

A pochi giorni dal voto, e solo per qualche ora, ci vediamo costretti ad abbandonare la linea del fair-play che abbiamo cercato di mantenere come Partito e come Coalizione. La nostra campagna elettorale è stata sempre caratterizzata dalla promozione e dall’informazione dei nostri contenuti, frutto della consapevolezza delle priorità per il Paese e coerenti con i valori e lo spirito di iniziativa che come singoli partiti abbiamo sempre dimostrato.

I nostri avversari hanno invece deciso dal primo momento di affrontare la campagna elettorale, anche per il ballottaggio, con una strategia diversa. Non avendo argomenti concreti e fattibili per il futuro di San Marino, non riuscendo a convincere l’opinione pubblica hanno deciso di puntare tutto sull’attacco personale e generalizzato su Partiti e Coalizione, attraverso metodi infantili e una comunicazione gratuitamente denigratoria.
Mentre noi, mettendo Prima di Tutto San Marino, facciamo politica riempiendo le sale con le nostre iniziative, parlando con la gente, spiegando gli obiettivi delle nostre proposte, le liste dell’ultim’ora di ADESSO.sm hanno deciso di non avere MAI PIU’ la possibilità di riscattarsi da quella disinformazione funzionale a distruggere, non solo la DC e i partiti di SMPDT, ma soprattutto il buonsenso popolare.

Alcuni esempi:
• E’ di poche ore la falsa notizia dell’assegnazione di un appalto da parte di RTV per la realizzazione della nuova sede. Partendo da una notizia vera, ovvero il bando emesso dall’emittente per raccogliere offerte dal mercato sammarinese è stata confezionata una finta notizia su decisioni che non sono state prese e valutazioni che non sono state fatte. Si è arrivati perfino a ipotizzare l’assunzione di delibere da parte del Congresso di Stato nella giornata di ieri, seduta nella quale l’argomento non è stato minimamente discusso. Inoltre si omette di dire che nella commissione tecnica volta a giudicare le offerte è presente Vladimiro Selva (Ssd - ADESSO.sm);
• E’ di ieri la notizia dell’impegno di ADESSO.sm di rimuovere i vertici ISS immediatamente in caso di vittoria. I vertici ISS, per la cronaca, sono già dimissionari e cesseranno definitivamente e senza alcun dubbio l’incarico il 7 gennaio 2017 in base alle decisioni già assunte da tempo;
• Dopo 8 anni consecutivi di delega alla TLC, Alleanza Popolare, camuffata sotto la sigla di Repubblica Futura, cerca di riversare le colpe di un’incapacità operativa e gestionale sull’attuale Segreteria ad interim, pretendendo dei risultati in soli 2 mesi di lavoro. Omettendo ovviamente di palesare che il proprio progetto per le TLC prevedeva pali alti 35 metri, di cui uno da posizionare sul tetto della piscina di Borgo, dimostrando non solo la ben che minima idea di cosa sia l’impatto ambientale ma anche incompetenza rispetto alle soluzioni che oggi le moderne tecnologie possono offrire. Tutto ciò ci stupisce relativamente visto l’altro grande progetto proposto sempre da AP: una centrale termoelettrica a Faetano (il “grande boiler”).
• Si continua a speculare sul rinnovamento: questo da parte di politici di lungo corso con alle spalle esperienze politiche in partiti o movimenti diversi che si sono riciclati in progetti politici apparentemente nuovi cercando vanamente di offrire un’immagine incontaminata. Come potrà definirsi “nuovo” chi è in consiglio da oltre 10 anni avendo militato in almeno tre forze politiche diverse? Come potrà definirsi competente chi non può neppure vantare un minimo curriculum lavorativo?

Se il nuovo è questo, se il rinnovamento è questo, se il metodo contro-tendenza deve essere questo, allora concittadini è meglio che vi affidiate a chi fiero della propria identità e riesce ancora oggi a coniugare l’esperienza e la forza di nuove energie…

DEL RESTO NON CREDIAMO CHE I SAMMARINESI VOGLIANO ESSERE GUIDATI DA CHI HA DATO PROVA DI UTILIZZARE LA MACCHINA DEL FANGO PER FARE POLITICA, INVECE DI PROPORRE PROGETTI DI SVILUPPO PER LA SAN MARINO DEL FUTURO, PER LE NOSTRE FAMIGLIE, PER I NOSTRI FIGLI.